Troppo “Fermi”, a Pistoia la Viola cede ai giovani del Marostica

, formazione seconda in classifica del girone B. Non è stata, purtroppo, la migliore Liomatic quella vista sul parquet del PalaFermi di Pistoia; si sono evidenziati i problemi che purtroppo hanno caratterizzato gli ultimi match di campionato, con la Viola che, a lungo andare, ha, poi, inevitabilmente risentito dei problemi fisici che, quasi tutta la rosa, chi piu’ chi meno, ha dovuto sopportare e superare nell’ultimo periodo. E’ mancata, infatti, soprattutto la forza fisica per tenere botta per 40 minuti e non sono bastati il cuore e la voglia messi in campo dai neroarancio che, dopo un buon inizio, hanno dovuto cedere alla maggiore freschezzafisica dei veneti che, dal canto loro, sono stati bravi ad approfittare di tutti gli errori commessi.

 

La Viola, come dicevamo, parte bene, guidata da un Lorenzetti molto carico, che mette a segno 5 punti in un amen. Tocca poi a Domus Dalfini firmare il parziale di 7-0 al 2′. Marostica ha un sussulto e risponde con un minibreak di 0-6 firmato da Campiello, Montanari e Mabilia. Ma la Liomatic è carica, difende forte e tenta di spaccare subito in due il match con un nuovo parziale di 12-0 con Ricci, Ruggeri e Zampogna sugli scudi. Ma il primo quarto, in realtà, va avanti a sprazzi ed al 8′, sul punteggio di 19-6, è Marostica a ridurre il gap con un 0-7 firmato Benassi ed Infanti che fissano il punteggio di fine primo quarto sul 19-13.

Sono due canestri di Seby Grasso ad aprire il secondo quarto e la Viola vola sul 23-13 al 11′. Sul +10 la Liomatic subisce pero’ un brutto black-out che consente alla Zepa Marostica, con uno 0-10,di rientrare nel match (23-23 al 15′). E’ un tiro libero di De Gregori a far muovere il punteggio per la Viola ma arriva il primo vantaggio per Marostica che si porta sul 24-25 con Mabilia. Il match è duro, Marostica si carica di falli nel tentativo di fermare in ogni modo gli attacchi reggini e Zampogna e Ricci riportano la Viola in vantaggio (30-27 al 28′).E’ qualche palla di troppo sprecata negli ultimi minuti a pregiudicare il finale di secondo quarto e si va negli spogliatoi sul 30-30.Parte male il terzo quarto per i reggini; Campiello ne mette 7 di fila in tre minuti e Marostica va sul 30-37, massimo vantaggio per i veneti. La Viola si scuote finalmente grazie ad un canestro dalla media di Zampogna (32-39 al 24′) ma continua a concedere troppo a rimbalzo offensivo . E’ una tripla dall’angolo di Leo Ricci, seguita da un canestro da sotto di Dalfini, ottimamente assistito da Zampogna, ad accorciare il gap (37-39). Nello Lorenzetti infiamma i tifosi neroarancio al seguito e piazza la tripla del nuovo vantaggio (40-39 al 25′). La difesa neroarancio non è pero’ incisiva, Marostica colpisce piu’ volte da tutte le posizioni con Crosato, Benassi eMabilia e si porta sul 45-53 al 29′. Il terzo quarto si chiude poi sul 47-55. L’ultimo quarto inizia in sordina per la Liomatic che va sotto di dieci punti (47-57 al 31′) ma, riordinando le idee in difesa, gli uomini di coach Fantozzi ricuciono piano piano lo svantaggio con Dalfini, Zampogna ed un Nello Lorenzetti tutto cuore (57-59 al34′). E’ ancora Lorenzetti ad avere nelle mani la palla del pareggio ma il ferro sputa fuori incredibilmente il tiro dalla media del numero 12 neroarancio. E’, allora, Infanti, dopo l’ennesimo rimbalzo offensivo concesso dalla Viola, a schiacciare il 57-61. De Gregori e

Ricci dalla lunetta tengono vive le speranze dei reggini ma il tempo è tiranno, Marostica non sbaglia quasi mai dalla lunetta e quando sbaglia recupera anche il pallone col quale si chiude il match, sul punteggio di 61-66.Si torna a Reggio, dunque, ed è subito tempo di tornare a pensare al campionato per la Liomatic che dovrà soprattutto puntare al pieno recupero fisico di tutti i giocatori in rosa per le ultime importantissime giornate che precedono i playoffs.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

Foto di Fortunato Serranò

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – MAROSTICA  61-66

VIOLA: Padova 2, Zampogna 11, Dalfini 10, Ruggeri 6, Lorenzetti 15, Grasso 4,  Ricci 8, Crucitti ne, Mobilia ne, De Gregori 5. Coach: Alessandro Fantozzi Ass Domenico Bolignano

MAROSTICA: Benassi 10, Montanari 2, Seganfreddo 4, Mabilia 11, D’Affuso ne,   Crosato 9, Infanti 15, Campiello 13, Faccio ne, Crespan 2. Coach: Guadagnini

ARBITRI: Saverio Barone di Brescia (BS) – Alessio Dionisi di Fabriano (AN)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons