Un anno con Coach “P”,oggi la sfida di Matera

 

 

REGGIO CALABRIA –Questa sera,alle ore 18,con diretta radiofonica su Touring 104 si gioca l’ottava giornata della DNA Adecco Silver per la Viola Reggio Calabria.

I reggini giocano una gara difficile e dai tanti significati al PalaSassi di Matera.

Anniversario del Coach:E’ passato un anno esatto da quando Coach Ponticiello siede sulla panchina nero-arancio.

La dirigenza non chiedeva miracoli dopo l’avvio difficilissimo di stagione in Dna al Coach di Sant’Antimo:con sagacia,esperienza e tanta voglia di vincere l’allenatore ha strabiliato la platea reggina riportando la giusta positivita riprendendo a macinare punti partita dopo partita.

Oggi,come nella vita di qualsiasi allenatore, il Coach ribadisce per l’ennesima volta il suo dictat “Il fattore energetico”.

I reggini non hanno mai vinto in trasferta e provano a stupire su di un campo dove hanno brillato all’interno della super scalata della passata stagione proprio nel corso Ponticiello.

Sabbatino e soci vogliono sfatare il tabù trasferta e cercare di cavalcare l’onda del brillante successo ottenuto in casa sette giorni fa contro la Modus Roseto.

Per analizzare i problemi legati alla “location” della prossima sfida casalinga,programmata contro la forte Lucca ci sarà tempo:martedì prossimo è previsto l’ormai “famoso” sopralluogo per il PalaBotteghelle.

Corsi e ricorsi storici:La Viola affronta nuovamente Matera all’interno di una gara dai tanti corsi e ricorsi storici.

Il Team Manager dei lucani è una vecchia gloria reggina ai tempi di Manu Ginobili,l’ottimo Cristiano Grappasonni.

Ritornano in scena i Coach Ciccio Ponticiello e Gianni Benedetto,amici fuori dal campo,avversari a suon di schemi e passione sul rettangolo di gioco:l’incrocio è servito con Coach “P” che ritorna in scena nel suo Palasassi proprio contro un reggino doc come Gianni Benedetto,allenatore della grande Viola di Carlo Recalcati.

Le due squadre si sono affrontate nel precampionato per ben due volte:in entrambi i casi è prevalso il fattore campo con due splendide vittorie a testa.(Nella Viola giocava ancora l’americano Kirkland).

Come reagiranno i nero-arancio con un Hamilton in più a questa dura trasferta in terra lucana?

Sarà bello vedere in campo l’inglese contro un avversario tosto come la Bawer,sarà bello vedere la sfida nella sfida tra il britannico ed un giocatore super come Rezzano:l’ultima uscita del numero ventidue della Viola ha entusiasmato tutto il mondo del basket calabrese che ha ancora negli occhi le splendide giocate dell’ultima sfida giocata al Centro Viola.

L’umore dei ragazzi nero-arancio è alto anche se, lo stop in allenamento ad una caviglia subito da Marco Ammannato preoccupa lo staff tecnico:Servirà tantissimo l’apporto dei giovani Spera ed Azzaro,giocatori classe 1993 sui quali la Dirigenza ha scommesso molto in estate.

I lucani,invece,sono una formazione costruita per vincere il campionato hanno avuto un inizio di stagione realmente sotto gli standard preventivati:tante sconfitte talvolta inaspettate,altre volte davvero pesanti(su tutte contro il ciclone Omegna coordinato dagli Mvp attuali del torneo James e Shepherd).

La Bawer ha confermato il nucleo storico delle stagioni appena trascorse con Rezzano,Vico,Iannuzzi e Cantone(grandi ricordi proprio con Coac Ponticiello).Accanto a loro ci sono due americani di livello come Anthony Jones e Kyle Austin.

Arbitrano Andrea Masi di Firenze,Andrea Bongiorni di Pisa e Leonardo Solfanelli di Livorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons