UNA BUONA PALL.VIOLA SI SPEGNE SUL FINALE A MATERA

Rimonta nel terzo quarto e sigilli con Capitan Battaglia in evidenza per Matera. Ai reggini, ottimi per tutta la gara, non basta super Barrile.

Davide contro Golia, o forse no?

 

La matricola Pallacanestro Viola viaggia alla volta di Matera con la giusta faccia e più di un atleta non al top(out il play Roveda).

Matera,invece, deve sopperire alle assenze di Buono e del lametino Franco Gaetano.

 

I quintetti – L’Olimpia inizia con Brunetti sotto le plance, Panzini in regia, Hassan,Ciribeni e Antrops.

 

La Pallacanestro Viola risponde Barrile,Mascherpa,Sebrek,Genovese,Fall.

 

Primo quarto – Bomba di Mascherpa che riprende da dove aveva terminato la sua esperienza in Coppa.

 

L’inizio è equilibrato. Coach Bolignano, dopo poco rimanda in campo Prunotto(davvero straordinario il suo impatto) per Fall. L’ex Fortitudo si fa trovare subito pronto (6-7).

Il pari arriva da un tonico Brunetti dalla lunga. La risposta, arriva sempre dalla lunga con una super tripla di Genovese.

Ciribeni impatta ancora al sesto, sempre dalla lunga.

Il vantaggio Olimpia passa dalle mani di Panzini che in transizione fa volare i suoi sul 16 a 14.

All’uscita dal Time Out registriamo il secondo ed il terzo canestro di un determinato Barrile che spedisce nuovamente in vantaggio i nero-arancio.

In campo si rivede il calabrese Battaglia, Capitano dell’Olimpia che segna il nuovo pari.

 

Il nuovo minibreak, con Barrile ancora in evidenza costringe Coach Origlio al suo primo Time Out sul 18 a 22.

Hassan la insacca da campione dall’uscita dal minuto con una gran “bomba”.

Mascherpa risponde in step -back.(21-24).

Barrile, super protagonista del periodo realizza ancora firmando il più cinque.

La giocata offensiva finale di quarto è un capolavoro di Mascherpa che segna e subisce il fallo mandando le due squadre sul 22 a 29 di fine primo quarto.

 

Nel secondo periodo la musica continua ed è tutta nero-arancio con Prunotto e Sebreck positivi.

Il capolavoro lo scrive Giulio Mascherpa con la tripla del più 11.

All’uscita dal Time Out si rivede Antrops, sempre dalla lunga per il nuovo meno otto.

Pallacanestro Viola è più in palla: difesa e contropiede per la festa di Mascherpa e Barrile.

Antrops ed il giovanissimo De Moia, riaprono il match con una tripla a testa(34 a 40).

 

Matera,irriconoscibile,con un 40% scarso dal campo, non decolla e gli ospiti tengono bene, sempre al comando pur sopperendo ad un Fall non al top.

Il quarto termina 37 a 48.

Antrops, il giocatore maggiormente positivo per i lucani segna il meno nove ad inizio terzo periodo.

La trama, però, non sembra cambiare. Matera in tilt, e Barrile che punisce con il suo 13 punto personale in contropiede.

I locali provano a carburare con 8 punti in un minuto e conquistando il meno cinque(protagonisti Hassan, Antrops e Panzini).

Prunotto e Sebrek, forze fresche in casa nero-arancio firmano il nuovo più nove.

Una tripla a testa, l’ennesima di Hassan ed una nuova bomba di Genovese ristabiliscono il punteggio 50 a 58.

La Bawer trova continuità e si porta sul meno tre con Antrops in evidenza(l’atleta sarà costretto ad uscire per infortunio subito dopo).

Il pari? Passa dalle mani del Capitano Pasquale Battaglia (58-58).

 

Black out dei violini? No, arriva una bella reazione tutta difesa per il nuovo più quattro a 2.35 dal termine del periodo.

 

Ancora una bomba del Capitano Battaglia, bruciano la retina e riportano in vantaggio la compagine locale.(63-62).

 

Un terzo quarto strepitoso ed una rimonta dal meno undici per il team di Coach Origlio con tanto di vantaggio al termine del quarto sul 67 a 64.

Nel quarto periodo, Pallacanestro Viola impatta e sorpassa al terzo con Barrile, ancora una volta in evidenza.

Sprazzi di Fall a metà quarto, prima con una stoppata e successivamente con un canestro che fanno intravedere il potenziale di un atleta evidentemente non ancora al top.

Una tripla incredibile di Brunetti firma il nuovo più due di Matera a 4.30 dal termine.

Gobbato reagisce da campione, impattando in mezzo all’area e realizzando il punto del più uno.

Il quarto fallo di Barrile spedisce in lunetta Panzini che aggancia e sorpassa(76-75).

Matera prende in mano la sfida e firma un 6-0 da urlo sfruttando la stanchezza e le grandi energie spese dagli ospiti.

Battaglia chiude i conti con un solido più otto, sempre dalla lunga, sempre a suo modo.

Hassan lo segue a ruota per un più undici che chiude i conti al match ad 1.35 dal termine.La sfida termina 88 a 80.

Matera, con questo successo ipoteca il passaggio del turno in questa Supercoppa Centenario. Coach Bolignano riporta a Reggio tantissime buone indicazioni.

 

 

Olimpia Matera-Pallacanestro Viola 89-80

(22-29,15-19,30-16)

Matera:Ciribeni 13,Panzini 11,Hassan 16,Brunetti 9,Battaglia 18,Antrops 16,Ragusa 3,De Mola 3,Spada,Cifarelli,Buono.All Origlio

Pall.Viola.Fall 6,Mascherpa 16,Gobbato 11,Barrile 17,Genovese 12,Prunotto 10,Sebrek 4, Frascati,Roveda,Romeo,Radusin.All Bolignano Ass Motta

Arbtri Vincenzo Agnese di Barano d’Ischia e Marcello Manco di San Giorgio a Cremano (NA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons