UNA CLASSICA: SI GIOCA AGRIGENTO-VIOLA

di Giovanni Mafrici – Missione molto difficile per i nero-arancio in crisi ed in restyling: serve l’impresa.

Che Viola Reggio Calabria vedremo al PalaMoncada di Porto Empedocle? Se non sarà combattiva e costante, i calabresi, in piena crisi di risultati e con l’allarme retrocessione alle spalle non avranno scampo. Sono rimaste undici partite per risalire la china e provare a fuggire dall’ultimo posto, attualmente occupato dalla forte Scafati e dalla zona rossa PlayOut. E’ atterrato David Hawkins giocatore che risulterebbe tesserato ma che ancora non convince e deve ritornare in forma e che continua ad allenarsi al Centro Viola con ritmi da Rocky Balboa ed uno staff dedicato per riprovarci il prima possibile. Sarà l’ultima per il forte Ivica Radic, giocatore del mese ed idolo della piazza fino a qualche tempo fa? Non lo sappiamo e, guardando gli ultimi allenamenti del centrone di Spalato l’addio sembra tutt’altro che vicino anche se, i rumors sono quotidiani ed insistenti(c’è anche la Virtus Bologna nel mezzo?). Forza e determinazione unita all’integrazione flash di Laganà, Voskuil e Baldassarre: sono gli ingredienti che servono per provare a sorprendere contro la Moncada dell’ex Ale Piazza all’interno di una sfida diventata una classifica del basket meridionale.

Tantissimi i ricordi, positivi e negativi sia chiaro ma, rimanendo al basket giocato è bello ricordare quel clima da finalissime dalla B alla Dna fino a questa A2 tra queste due compagini: da Cappanni contro Pennisi  a Caprari contro Mossi, il derby dei fratelli Paparella, Piazza che doma il PalaMoncada prima di conquistarlo,i voli di Castelli, le schiacciate di Martin, i canestri di Evangelisti ecc ecc.

Non ci sarà Mazic, out per un mese circa, problemi per Caroti e Fabi che stringeranno i denti. La Viola proverà a bissare il successo della sfida di andata ma non sarà assolutamente facile anche perché, rispetto alla sfida di andata, i reggini assumono un volto completamente diverso ed una necessità e forse frenesia di vittoria molto pesante.

I siciliani veleggiano, come sempre e da tanti anni nelle zone alte di classifica con una qualificazione alle Finali di Coppa ottenuta e grandi feedback per un gruppo che ha conservato l’intelaiatura di sempre sotto la guida del bravissimo Franco Ciani.

Arbitrano Alex D’Amato e Valerio Salustri di ROma e Salvatore Nuara di Selvazzano Dentro(Pd).

Show Buttons
Hide Buttons