UNA VIOLA EROICA SUPERA CEGLIE ED E’ DI NUOVO CAPOLISTA

di riconquistare il primo posto in classifica, complice la sconfitta di Capo d’Orlando a Martina Franca.

 

Una partita straordinaria per cuore e sacrificio quella giocata ieri al PalaCalafiore dalla Viola. Numerosi erano, infatti, i giocatori in condizioni precarie ma nessuno si è tirato indietro e tutti hanno dato un contributo speciale ed importantissimo per cogliere una vittoria che, altrimenti, considerate le condizioni alla vigilia, sarebbe stato molto difficile conquistare.

 

Il match inizia molto bene per i neroarancio. Coach Fantozzi schiera un quintetto obbligato e basso formato da Zampogna, De Gregori, Ricci, Grasso e Lorenzetti; la risposta è ottima: dopo tre minuti la Liomatic è già sul +9 (11-2 al 3′). Nell’azione successiva è una tripla di un Ricci in grande crescita a dare il +12 (14-2); per Ceglie risponde Chirico (e sono tutti suoi i primi sei punti dei messapici) con un bel lay-up rovesciato. Coach Binetti ordina una zona 2-3, Ceglie s’impegna in difesa ma sono due invenzioni dall’arco di Lorenzetti e Ruggeri a punire i pugliesi ed a consentire alla Viola di chiudere il primo quarto sul 30-19.

 

Ad inizio secondo quarto arriva anche il massimo vantaggio per i padroni di casa: una tripla di Zampogna dà, infatti, il +14 ai suoi (33-19) ma, dopo qualche minuto, un blackout improvviso dei neroarancio, dal 13′ al 16′,  consente a Ceglie di piazzare un parziale di 3-14 con Motta e Faggiano, che riportano i messapici sul -3 (38-35 al 16′). Coach Fantozzi rimette sul parquet il quintetto di inizio match e la Liomatic cambia subito volto: le triple di De Gregori e Lorenzetti, insieme ad una crescita di intensità in difesa, portano la Liomatic nuovamente sul +11 (52-41) con cui si va al riposo.

 

Al rientro dagli spogliatoi i pugliesi provano a rientrare subito nel match con Faggiano, Brunetti e Chirico: al 22′ è 54-47. Una tripla di Zampogna (la quarta) lancia nuovamente l’allungo dei neroarancio, che pero’ dal 23′ subiscono un nuovo blackout, stavolta di circa 5 minuti. Ceglie ne approfitta con De Bellis, Chirico e Faggiano e dal 57-47 (23′) si passa al 59-58 (28′). Nel momento di maggiore difficoltà arriva un contributo speciale da chi, tra i neroarancio, è forse il giocatore in condizioni piu’ precarie: Domus Dalfini tira fuori dal cilindro 2 minuti di pallacanestro di grandissima intensità con un’azione da tre punti, seguita da una stoppatissima ed un canestro che al 29′ riporta la Viola sul 65-60. Il terzo quarto si chiude poi sul 65-62.

 

L’ultimo quarto è molto equilibrato, coach Fantozzi rimette dentro Lorenzetti al posto di un Dalfini molto debilitato dall’influenza. Il match si innervosisce, Ceglie trova cinque punti di fila da Brunetti che alla bravura cestistica contrappone pero’ atteggiamenti del tutto negativi andando a battibeccare con avversari ed arbitri fin quando coach Binetti lo rimette a sedere in panchina per evitare danni peggiori. Sale in cattedra Nello Lorenzetti che con due triple consecutive spacca in due il match, a cinque minuti dalla fine, lanciando la Viola sul 76-71 (36′). Ceglie non cede e con un libero di Motta si riporta sul -4 (76-72). E’ ancora un canestro di un eroico Dalfini a togliere le castagne dal fuoco a tre minuti dalla fine (78-72 al 37′). Ci pensano poi Zampogna ed un Lorenzetti in trance agonistica a chiudere il match sull’84-79.

 

Due punti d’oro per la Liomatic, che torna, dunque, al primo posto grazie alla contemporanea sconfitta dell’Upea che cade a Martina Franca complice una prestazione super di un ex neroarancio, Marcelo Dip, che ha messo a referto 16 punti e 14 rimbalzi.

Per la Viola inizia ora una settimana che dovrà essere di recupero per gran parte dei giocatori ma anche di preparazione all’importante evento che la attende venerdì prossimo quando avranno inizio le Final Eight di Coppa Italia che si svolgeranno a Montecatini Terme. Per la Viola il primo appuntamento non sarà pero’ a Montecatini ma venerdì 18 Marzo ore 21 al PalaFermi di Pistoia contro la Zepa Marostica.

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

Foto di Fortunato Serranò per Reggioacanestro.it

LIOMATIC  VIOLA  REGGIO CALABRIA  –  MIACARD BASKET CEGLIE  84-79

LIOMATIC: Padova ne, Zampogna 15, Dalfini 7, Ruggeri 5, Lorenzetti 21, Grasso 4, Ricci 17, Crucitti ne, Mobilia, De Gregori 15. Coach: Fantozzi

CEGLIE: Marra, Brunetti 12, Consoli 4, Faggiano 13, Chirico 18, Ucci ne, Da Cunha Motta 9, De Bellis 15, Marinelli 8, Laneve ne. Coach: Binetti

Arbitri: Guido Guida di Trapani (TP) – Giuseppe Nicosia di Erice (TP)

Parziali: 30-19; 52-41; 65-62

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons