VENTELLO DI LAGANA’:L’ITALIA PIEGA LA CINA

Miaschi ne segna 24, il reggino ruggisce, inizia molto bene l’Italbasket Under 18 al Mondialino di Mannheim. Oggi alle ore 15 sfida all’Egitto.

La nota Fip

Nella gara d’esordio della 29esima edizione dell’Albert Schweitzer Tournament la Nazionale Under 18 sconfigge la Cina per 75-74.

Miglior marcatore della gara è stato Federico Miaschi con 24 punti. Ottima prestazione anche per Matteo Laganà, autore di 20 punti.

Nella domenica di Pasqua, seconda giornata del Torneo di Mannheim, la squadra di coach Andrea Capobianco affronterà l’Egitto (ore 15:00, clicca qui per il live streaming), battuto quest’oggi dalla Russia per 98-54.

Avvio in sofferenza per gli Azzurri, che litigano con il ferro della Waldsporthalle di Viernheim (campo di gioco del Girone B del mondialino) per tutto il primo quarto (1/11 da 2). La Cina ne approfitta e scappa, facendo quasi bottino pieno con i tanti tiri liberi a disposizione (11/14 nei primi 2 quarti) fino al massimo di +15 (12-27). L’Italia si avvicina con le triple di Graziani e Laganà dimezzando lo svantaggio a metà gara (27-33).
Scrollata di dosso la tensione dell’esordio, l’Italbasket prende in mano le sorti della gara. Miaschi agguanta gli avversari sul 38-38, Palumbo firma il sorpasso e la bomba di Laganà mette distanza (45-40). Di fatto, il vantaggio rimane pressoché invariato (massimo gap 68-57 a 6′ dalla fine) fino agli ultimi 2 minuti di gara, quando i cinesi, ancora dalla lunetta, tornano a farsi pericolosi (70-69), senza però mai riuscire a mettere il naso davanti. La tripla di Jiang sulla sirena fissa il punteggio sul 75-74.

Così coach Capobianco: “Oggi il titolo è: Benvenuti a Mannheim. Un torneo di grandissima qualità, con nazionali che vengono da tutto il mondo non solo per portare a casa il titolo, ma per mettere in mostra giocatori e il proprio modo di interpretare il basket. Complimenti alla Cina, squadra atletica e con grande talento che ci ha fatto soffrire tanto. Noi abbiamo cominciato male, con bassissime percentuali dal campo nonostante avessimo trovato dei buoni tiri con i giocatori giusti. C’è stata anche un po’ di ingenuità, nel commettere falli che hanno mandato troppe volte i nostri rivali ai liberi. Abbiamo cambiato difesa, mettendoci a zona. I ragazzi si sono adeguati a questo nuovo assetto, hanno superato il momento di sterilità realizzativa e hanno sconfitto, con testa e cuore, un ottimo avversario”.

Italia-Cina 75-74 (9-19, 27-33, 54-50)
Italia: Costi ne, Dieng 4, Conti 8, Laganà 20, Czumbel 1, Miaschi 24, Palumbo 5, Graziani 9, Dellosto, Da Campo 4, Battistuzzi ne, Ladurner. All. Capobianco
Cina: W. Jiang 5, B. Li, Xu 6, Liu, Chen, X. Sun, Guo 25, Y. Sun 13, Y. Li 8, B. Zhang, Ji, H. Jiang 17. All. Zhang

Show Buttons
Hide Buttons