VERSO IL DERBY: LA MASTRIA RIPARTE DA FABRIZIO TUNNO, NON UN COACH QUALSIASI

Uomo nuovo per il derby? No, assolutamente no.

La scelta di affidabilità del Patron Renato Mastria era assolutamente pronosticabile ed a nostro avviso, la migliore su piazza per conoscenza del campionato e voglia di far bene.

Non ce ne vogliano i Coach “free agents”, anche quelli già passati da Catanzaro, ma Fabrizio Tunno, dal punto di vista psicologico e tecnico rappresenta la scelta azzeccata(da domenica in poi, ovviamente parlerà il rettangolo di gioco) della dirigenza catanzarese per scuotere l’ambiente dopo un avvio dove le sconfitte sono state quasi sempre presenti e dove, le sfortune non hanno sicuramente premiato la precedente gestione tecnica.

Il Coach della Mastria,infatti, non è più Salvatore Formato che paga un avvio con una vittoria in quel di Monopoli e 7 sconfitte all’interno della più atipica delle stagioni.

La Mastria riparte da Fabrizio Tunno, uomo “di casa” considerando che, il classe 1975 è già il Responsabile del settore giovanile della giovane società catanzarese.

Tunno non ha bisogno di presentazioni. E’ un’istituzione del basket calabrese e catanzarese in particolare.

Ha iniziato da vice allenatore giovanissimo dopo le esperienze al Catanzaro Lido da Playmaker ed i suoi primi passi a Piazza Brindisi, ricoprendo prima il ruolo di Assistant Coach a titolati allenatori come Paolo Moretti, Giovanni Benedetto,Giovanni Tripodi e Mario De Sisti e successivamente da capo allenatore a più battute.

Il momento più alto del basket a Catanzaro, con la Pallacanestro Catanzaro a marchio Abramo era tutta opera sua, idem la fondazione del progetto giovanile Smaf con Andrea Cattani e la fondazione della Planet della quale è stato allenatore e scopritore di svariati talenti, uno su tutti, un’atleta che suona la carica in vista del derby, il suo allievo di sempre Pasquale Battaglia.

Show Buttons
Hide Buttons