Villa non sbaglia,la Botteghelle si “mangia le mani”

 

 

Villa vince ancora,la Botteghelle paga la sfortuna ed un pizzico di inesperienza e proverà a rifarsi in futuro.

I quintetti:Coach Dattola sceglie Meduri play,Scaffidi e Stracuzzi esterni affiancati a Cerami da quattro con Franco da lungo.

Il duo D’Agostino-Polimeni risponde con Catanoso in regia,Viglianisi e Cilione esterni con Vazzana e Cuzzola sotto canestro.

La gara inizia davvero molto bene per la Botteghelle.L’inizio,però, è totalmente marchiato Villa con un Cerami che delizia la platea presente.

Dopo un inizio equilibrato, un superbo Kevin Pandolfi prende per mano i suoi realizzando un canestro dopo l’altro.

La gara è viva e combattuta.

Colpo su colpo viene fuori la classe di Vincenzo Meduri che con tre triple al momento giusto tiene in gioco il Villa contro un effervescente Botteghelle.

All’uscita dagli spogliatoi, Villa azzecca le carte giuste e prova a “fuggir via”.

Un canestro incredibile di Scaffidi sulla sirena dei 24 fa capire che questa partita sarà realmente difficile da vincere per la Botteghelle.

Tutta la grinta di Catanoso,però, tiene in auge i bianco-blu.

Cuzzola fa gli straordinari al rimbalzo.

La Botteghelle, dopo una fase abbastanza confusionaria(un tecnico alla panchina che penalizza tantissimo i bianco-blu(erano sul più 5)) rientrano in gara con il canestro del pareggio:il 69 pari lo firma Larry La Russa.

Nelle battute finali verrà fuori nuovamente l’astuzia e la sagacia tattica di un Villa sempre più capolista di questo campionato.

Meduri si dimostr al’assoluto Top Player di questo torneo.

Villa San Giovanni-Botteghelle Basket 78-71

(22-19,41-39,62-54)

Villa San Giovanni:Versace ne,Doldo,Meduri 27,Scaffidi 12,Costantino 4,Cerami 22,Barreca 6,Franco 2,Stracuzzi 5,Miloro ne.All Eugenio Dattola Assistente Valerio Nusco

Botteghelle:Cuzzola 14,Pensabene 3,Labate ne,Totino ne,Vazzana 2,Cilione 2,Viglianisi 9,Catanoso 16,La Russa 2,Pandolfi 22,Barreca ne,Panzera ne.All Seby D’Agostino Assistente Giuseppe Polimeni

Arbitri Simone di Lazzaro e Calautti di Locri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons