VILLA SAN GIOVANNI SHOCK: STOP ALLA SERIE C, RIPARTIAMO DA ZERO

Di Giovanni Mafrici – Salvatore Versace ed i dirigenti villesi annunciano: “Abbiamo problemi economici, preferiamo continuare a testa alta senza scomparire. Il Palazzetto? Non lo abbiamo mai visto”

[wpdevart_youtube]Wq0TBiyIgF8[/wpdevart_youtube]

Sono rimasti gli amici di sempre.

La notizia è negativa ma la voglia di non mollare fa onore alla gente di Villa San Giovanni.

Salvatore Versace, Ivan Castagnella, Daniele Siclari, Egidio Rappocciolo parlano in rappresentanza del club nero-verde, una istituzione del basket in Calabria grazie a tantissimi anni di attività sia senior che giovanile.

“La stagione scorsa è stata nelle corde di quello che ci aspettavamo- afferma il Presidente Versace, portavoce del club. Sapevamo che esistevano tre squadre migliori di noi. Se abbiamo sbagliato, lo abbiamo fatto in una sola gara:in casa con il Nuovo Basket Soverato. Bravi a loro ma non possiamo dir nulla ai nostri ragazzi per il loro operato stagionale”.

Un pò tutti hanno aspettato il Palazzetto dello Sport a Villa. Io, francamente Palazzetti non ne ho visti..

“Neanche noi e questa è una delle motivazioni delle nostre irrevocabili decisioni.

Dopo dieci anni di attesa la situazione è diventata più che pesante.

Non è mai bene gioire delle problematiche altrui ma a Villa San Giovanni ci sono state società di altre discipline che hanno manifestato problematiche per una struttura e sono state accontentate.

Se penso ai nostri dieci anni senza Palazzetto mi viene da ridere”.

Sono stati anni intensi con vittorie dei campionati, gare intense e successi.

“Nei primi anni abbiamo pagato lo scotto della matricola prima di diventare una bella realtà vincente: semifinali playoff, una finale persa ed un campionato vinto che ci aveva aperto le porte della C nazionale.

Questo salto di categoria ci aveva fatto scontrare con un mondo che non faceva parte delle nostre corde  e ci fece fare una marcia indietro.

Ed oggi?

Ci sono delle situazioni economiche che ci stanno assillando.

Abbiamo dovuto azzerare tutto ma non vogliamo perdere la pallacanestro a Villa San Giovanni.

Abbiamo sbagliato delle valutazioni che si sono manifestate errate.

Avevamo immaginato degli introiti economici di aziende che ci avevano appoggiato così come avevamo immaginato situazioni legate all’attività giovanile che non si sono verificate a causa con l’inizio dell’attività a gennaio inoltrato. Sono errori in buona fede e ce li teniamo tutti perché  ci sentiamo persone coerenti e serie.

Sarebbe stato facile scomparire e riaprire come hanno fatto in molto con un semplice “arrivederci e grazie”.

Sono realtà che conosciamo ma non intendiamo fare questo perché ci riteniamo persone corretti e leali.

Per mantenere la nostra parola ad impegni presi rimaniamo qui.

Ridimensionando i progetti senior proveremo a far crescere il nostro settore giovanile che negli anni è stato anche numericamente importante.

Speriamo di tornare su certi livelli

Non faremo la C ed a malincuore neanche la Serie D: ripartiremo dalla Promozione.

Ripartiremo da zero ma con il nostro nome: siamo in difficoltà ma non molliamo.

  In conclusione?

Ringrazio lo staff tecnico della passata stagione Seby D’Agostino Marco Pensabene e Massimiliano Modaffari, i nostri condottieri Vincenzo Meduri, Nino Barreca, Gianni Vinci, le new entry Vazzana e Scordino. Filippo Marcianò e le sue splendide mani ed il nostro medico sociale Alessio Morena. I ragazzi di Villa? l’idea è di giocare la promozione con tutti loro, sognano una squadra 100% “Made in Villa San Giovanni”

Show Buttons
Hide Buttons