Viola con il rush decisivo, super vittoria a Roseto

 

 

I preparativi della sfida negli ultimi giorni facevano presagire una buona reazione della Viola, consapevole delle proprie potenzialità e determinati a riprendersi i due punti persi nella gara d’andata. Le parole pre gara del tecnico Bolignano che aveva caricato a dovere la compagine dello stretto erano state chiare e decise.

La squadra di casa ha comunque venduto cara la pelle, facendo sudare più del dovuto Grasso e compagni che sin dalle prime battute hanno dovuto soffrire il ritmo basso ed una difesa che ha concesso poco agli esterni reggini.

Alla fine il migliore della gara è risultato il pivot Alessandro Agosta (22 punti), autore di una prova superlativa, capace di scompaginare, insieme all’altro lungo Gambolati, la difesa di Francani e trascinando la Viola in un ultimo quarto tutto da incorniciare.

I reggini non si sono fatti sfuggire l’occasione di ribaltare la differenza canestri e consolidarsi al terzo posto della classifica, a soli due punti da Martina Franca.

Merito di un gruppo che ha saputo gestire bene la partita,nonostante una scarsa verve dalla lunga distanza, evitando che i padroni di casa potessero sfuggire nel punteggio.

 

La gara-Il primo canestro della gara lo realizzerà Del Brocco per Roseto.

Gnaccarini illuderà i locali con un  primo mini-allungo(10-5) ma la Viola inizierà a puntellare il canestro con le giocate di Agosta e Grasso nel pitturato.Roseto chiuderà avanti la prima frazione di sole due lunghezze.

Il primo pareggio dei reggini, infatti arriverà ad inizio secondo periodo ancora con Agosta.Grasso, dopo poco firmerà il vantaggio Liomatic ma la gara si inserirà sui binari dell’equilibrio.

Al sedicesimo ancora un doppio canestro di Agosta firmerà il massimo vantaggio dei reggini(+4). Roseto, come accadde nella sfida di andata recupererà in un amen lo svantaggio(tripla di Di Sante) ma all’intervallo lungo saranno i reggini a mettere un piede avanti(34-35).

La terza frazione sorride agli ospiti: sempre avanti nei parziali sospinti ancora una volta dalla strepitosa voglia di vincere del totem Agosta.

Più sette a metà quarto firmato da un inspirato Gambolati.Diventato più uno a fine tempo dopo un fallo a tempo scaduto fischiato a favore dell’ex Messina Fucek.

Nell’ultima e decisiva frazione salirà in cattedra anche Caprari: primo allungo con il canestro del più cinque.

Roseto è più viva che mai e dimezza lo svantaggio con una tripla di Gallerini.Ancora una “Bomba” questa volta di Del Brocco porterà avanti i locali.

La riscossa nero-arancio,questa volta la firmerà Antonio Gambolati da tre(56-58).

La partita ritorna sui binari dell’equilibrio ma proprio qui, i reggini,protagonisti durante le ferie pasquali di un ottimo richiamo atletico firmeranno il colpo del k.o.:Zampogna e Caprari monetizzeranno dalla lunetta per il più sette finale e la festa degli atleti di Reggio Calabria.

 

Giovanni Mafrici

Per Teambasketviola.it

Reggioacanestro.com

 

Mec Energy Roseto – Liomatic Viola: 60 – 67 (17-15, 34-35, 48-49)

Roseto: Gnaccari 13, Caruso 7, Petrucci 5, Elia 2, Del Brocco 7, Fucek, Gallerini 14, Di Sante 3, Fabiani, Tomassetti. Coach Francani.

Liomatic Viola RC: Gambolati 8, Laganà, Paparella 4, Potì, Caprari 11, Coronini 4, Grasso 8, Ingrosso 2, Agosta 22, Zampogna 8. Coach Bolignano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons