VIOLA: COPPOLINO PENSA A HUGHES

L’ex Coach di Clippers, Denver e Portland potrebbe ritornare nei ranghi. Lui ha scritto la storia del Mito Viola.

Dopo l’esperienza dall’altra parte dello stretto all’Orlandina Basket, anche Kim Hughes, dopo il titolo sportivo del club, potrebbe prendere il traghetto per tornare in Calabria

Hughes, che da giocatore ha disputato due stagioni a Roma (1981-83, con uno scudetto), cinque a Reggio Calabria (1983-88) e una a Brescia (1988-89), vanta una carriera di tutto rispetto come tecnico, avendo lavorato come assistente in tre squadre NBA (Denver Nuggets, Los Angeles Clippers e Portland Trail Blazers) dal 1998 al 2015. Dal 4 febbraio al 15 aprile 2010, inoltre, Hughes è stato capo allenatore “ad interim” dei Clippers, sostituendo Mike Dunleavy.

Parliamo di un autentico mito dalle nostre parti.

Il primo vero e grande straniero della storia della Viola.

Tornato a vivere in Calabria, nella stagione 2015-16 è stato collaboratore dello staff tecnico della Viola Reggio Calabria e in seguito della Vis Reggio Calabria, Hughes ha accettato la proposta della Betaland di integrare il gruppo di lavoro orlandino per aiutare la società a proseguire sulla strada della crescita dei giovani talenti e dei prospetti internazionali di alto livello nella passata stagione.

Oggi, attendendo il nome del nuovo Coach (Lardo o Avenia), ascoltando come si evolverà l’eventuale accordo con Coach Trimboli potrebbe rientrare nei ranghi anche questo mostro sacro del basket.

Show Buttons
Hide Buttons