Viola da Maiata a Calafiore

Un anno dai tanti temi terminato con un lieto fine:un record di pubblico per i campionati di Lega Gold e Lega Silver ottenuto nella gara contro Latina che lascia ben sperare per il futuro e che è stato battuto solo nelle ultime ore dalla gente del PalaVerde di Treviso(i reggini avevano migliorato lo stesso proprio in occasione della sfida contro i veneti).

 

Il 2014 della Viola è iniziato con una tortuosa salita.

Problemi logistici evidenti,una squadra corretta in corsa dopo mille peripezie, una salvezza meritata all’interno di un girone di Silver rimasto “zoppo” dopo il fallimento di Lucca ed il trionfo, inaspettato e vincente del premio Under che rafforza economicamente una società retta dalle casse di un solo proprietario:Giancesare Muscolino.

 

La Viola si rialza nel 2014:Hamilton è l’uomo della svolta così come sarà determinante il ruolo del play Monaldi alla conquista del premio Under,un vero e proprio scudetto.

La squadra alterna diverse partite al Centro Viola ad altrettante al PalaMaiata di Vibo Valentia.

Coach Ponticiello, però, dopo un proficuo biennio, la conquista della Silver al primo anno dopo aver preso la squadra all’ultimo posto e la conquista del premio Under non verrà confermato.

A dire il vero, in casa nero-arancio è in atto una vera e propria rivoluzione dalla quale vola via anche il migliore della stagione 2014,Augustin Fabi diventato in un amen capitano della rinascita di Treviso(che acquista il titolo del Basket Nord Barese)

Il Presidente non è più Muscolino che resta proprietario ed unico finanziatore provando un opera di coinvolgimento sul territorio che fin’ora è mancata sia dal punto di vista cooperativo che per quanto riguarda l’inserimento di sponsor: il nuovo numero uno dei nero-arancio è il giornalista Giusva Branca che si riavvicina alla causa dei reggini e  promette scintille attraverso un programma capillare che, al momento lo vede uscire da assoluto vincitore.

La squadra viene assemblata dal rientrante Gaetano Condello,oggi Direttore Sportivo.

La guida tecnica è per Giovanni Benedetto,allenatore reggino che sposa con piacere,onore ed emozione un progetto nuovo di zecca basato sulle concessioni del Centro Viola e del Pentimele e sulla riapertura dell’impianto reggino.

La squadra non è stata costruita per vincere il campionato ma per coinvolgere e divertire.

Il 2014 si chiude con i reggini nelle zone altissime di classifica:il futuro si dovrà scrivere nel corso di questi mesi.

Nel settore giovanile dopo svariati e proficui anni di collaborazione la Viola saluta Coach Iracà che viene sostituito da un cavallo di ritorno, Coach Bolignano.

I risultati, fino al momento sono super specialmente dal gruppo Under 19 d’Eccellenza dove un gruppo di atleti classe 96,97 e 98 sta portando in alto il nome di Reggio Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons