Viola Gold, vittoria,primato e Coppa Italia

, rovinata solamente dall’infortunio per Claudio Cavalieri(il massimo sarebbe se il sospetto infortunio si rivelasse in un “Niente di grave”
I reggini perdono la guardia dopo soli quindici secondi(oggi gli accertamenti, sospetto problema al collaterale del ginocchio).
Una brutta botta, arrivata nella partita più importante del girone di andata.
Ciò nonostante, i ragazzi di coach Fantozzi giocano alla pari con l’Accademia Britannica.
Tanto equilibrio.Ruggeri porta avanti i suoi nel secondo quarto(15-20).Tanti errori da una parte e dall’altra ed il punteggio ne risente.Sorpassi a vincenda e tanti sbagli conducono le due formazioni fino alle ultime battute del match.A diciassette secondi capitan Grasso sorpassa dopo un’azione confusa dentro l’area (63-64).Il coach degli ospiti Montemurro chiama timeout per l’ultimo possesso. Salamina perde palla e Grasso mette altri due punti facili per il 63-66. Sembra finita, ma De Falco si inventa il canestro della disperazione che manda tutti all’overtime.
Nel supplementare verrà premiata la “faccia tosta” di Andrea Padova e la concretezza di Zampogna.La Viola vince 77 a 70 conquista il titolo di Campione d’Inverno e la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.La qualificazione alle prestigiose finali di Coppa arriva per il secondo anno consecutivo, questa volta lottando e combattendo sul campo.Un bel traguardo:Complimenti.

 

Reggioacanestro.com

ACCADEMIA BRITANNICA
VIOLA REGGIO CALABRIA
(11-13) (28-31) (45-42) (66-66)
Accademia Britannica: Torresi Lelli 33, Gaido 3, De Angelis 2, B. Sergio 11, L. Sergio 9, Salamina, Gandini 5, Sorrentino ne, Di Stazio 2, De Falco 5. All. Montemurro.
Viola: Padova 13, Zampogna 16, Dalfini 16, Ruggeri 7, De Marco, Cavalieri, Lorenzetti 7, Grasso 8, Mobilia, De Gregori 10. All. Fantozzi.
Arbitri: Isimbaldi (Prisco) e Barilani (Roma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons