Viola, il proiettile impazzito

 

 

Una Viola incredibile, inaspettata, vincente, con una mentalità straordinaria che proietta i ragazzi di coach Fantozzi verso la finalissima del campionato. Le “stellette” di inizio campionato redatte dal nostro giornale on line non si sbagliavano,i reggini in finalissima affronteranno l’Upea di Capo D’Orlando con il fattore campo a favore dei siciliani(quanto pesa la sconfitta di Bernalda).Gara uno si giocherà Domenica Ventinove Maggio al PalaFantozzi di Capo D’Orlando, dato che, i sicliani hanno vinto di un solo punto nella gara di Francavilla.La partita del Palawoytila si dimostra si da subito ostica per i reggini. Martina va avanti con un 15 a 8 che appare inarrestabile sulle ali dell’inspirato Desiato.Reggio, però, risponde presente con Zampogna e recupera battuta dopo battuta anche se, le due squadre, complice l’alta posta in palio, sbagliano molto in attacco prevalendosi in difesa.Uno dei primi agganci Liomatic lo firma il gigante Dalfini che vincerà abbondantemente la sfida nella sfida contro l’ex Dip (ad un certo punto del match addirittura fischiato dai propri supporters).Si va all’intervallo lungo sulla situazione di perfetto equilibrio, tutto potrà accadere.Si combatte per altri dieci minuti abbondanti colpo su colpo. Giocate spettacolari da una parte e dall’altra con Simeoni da una parte e Lorenzetti e Padova dall’altra in evidenza.A sette minuti dal termine il tiratore Magnani s’inventa due triple da sogno e la Due Esse s’invola verso la vittoria.Tutto finito? Assolutamente no. La Viola ricuce il gap con caparbietà ma va nuovamente sotto.60 a 53 per Martina a due minuti dalla fine e questa volta sembra realmente tutto finito a favore dei pugliesi.Il collettivo nero-arancio tira fuori l’orgoglio, gli attributi e si affida a Leo Ricci.L’argentino, in compagnia chiaramente del collettivo, la vera forza della squadra di coach Fantozzi, fa riemergere incredibilmente la Viola a suon di triple, palle recuperate e coraggio.I nero-arancio si trasformano in un “proiettile impazzito”.Undici a zero di parziale, sigillato dal canestro decisivo di Domus Dalfini e dai liberi di Degregori, una Viola incredibilmente splendida che arriva positivamente alla finalissima.Hanno portato bene la seguitissima radiocronaca di Luigi Zumbo sulle frequenze di Radio Rc International  e l’intervista rilasciata ai nostri microfoni dal vice-Presidente Josè Campisi che, netcasting alla mano, viveva attimo dopo attimo le vicende dei nero-arancio da Catanzaro(dove era in scena Virtus-Gioiese).L’allettante proposta arrivata alla nostra Redazione è la seguente: “Un consiglio ai tifosi nero-arancio. Rendiamoci riconoscibili, rechiamoci a Capo D’Orlando tutti vestiti di arancione per onorare questi ragazzi”.

Reggioacanestro.com

 

Due Esse Martina F. – Liomatic Viola RC 60-64

(18-14, 13-16, 11-8, 18-26)

Due Esse Martina F.

Desiato Pio Salvatore  22 Dip Marcelo  4  Raskovic Igor  8  Serino Davide  5  Santoro Alessandro  6 Magnani Alessandro  9  Simeoni Lorenzo  2  Bazzoli Riccardo  4  Fazio Antonio  0  Lasorte Andrea  0 .All Massimo Meneguzzo

Liomatic Viola RC

Ricci Leonardo Daniel  18  Dalfini Damiano  15  De gregori Matias Gustavo  5 Zampogna Stefano  6  Grasso Sebastiano  2  Lorenzetti Nello  8 Padova Andrea  10  De marco Domenico Giorgio  0  Mobilia Enrico  0  Crucitti Antonino  0 All Alessandro Fantozzi Ass Domenico Bolignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons