Viola il restyling ha inizio

 

 

Chi lo aveva visto e fotografato sugli spalti nel big match al PalaMoncada contro Agrigento, aveva visto bene.

Firmato Alessandro Agosta, nuovo pivot della formazione reggina che prenderà il posto di Christian Cappani, rilasciato per scadenza di contratto a fine 2011 .Siracusano con un passato in Lega Due e B1 e talento, probabilmente non espresso al massimo del panorama cestistico italiano, dove, di lunghi italiani ce ne sono davvero ben pochi.

Agosta, infatti, dopo ottime stagioni in seconda e terza serie ha deciso, quattro anni fa di ritornare a casa per sposare il progetto della Prativerdi Siracusa. Dopo l’immensa promozione dalla C alla B,il giocatore ha visto interrompersi il sogno per la scomparsa improvvisa e catastrofica della formazione aretusea, team che veleggiava in vetta alla classifica(sconfisse la Viola di Bianchi su terreno amico).Nella passata stagione, Agosta rimarrà un avversario dei nero-arancio e continuerà a veleggiare in vetta, vincendo il campionato con l’Upea di coach Peppe Condello.

Nonostante un brutto infortunio sarà una pedina decisiva per lo scacchiere paladino. In pochi, probabilmente, lo ricordano al Centro Viola.Un ‘avventura durata poco più di otto mesi dove, un sedicenne Agosta, ancora tutto da formare, effettuò una buona esperienza all’interno di una Viola gia in netta crisi societaria.Di quel settore giovanile, Agosta era il più giovane prospetto accanto ai vari Ungano,Lestini,Davi e Bisconti, tutti atleti scelti per far bene nei progetti young della foresteria nero-arancio.

L’atleta ritrova il suo compagno di squadra Marco Caprari.Sarà a Reggio Calabria in giornata e dopo le visite mediche si metterà a disposizione di coach Bolignano.

Continuano quindi, i corsi e ricorsi storici di Viola-Upea dopo gli interessamenti estivi per Martin Caruso e Saponi.

E le altre novità? Dopo le dichiarazioni in conferenza stampa del Presidente Muscolino e del Dg Condello ci aspettiamo un autentico “boom” mediatico.

Al momento,la formazione è affidata alle vogliose mani di coach Domenico Bolignano, allenatore che probabilmente effettuerà il suo personale “bis” anche nella prossima trasferta dei nero-arancio, gara molto difficile sul campo del Potenza.La società sembra essere pronta a scommettere sul giovane coach reggino apparso determinato e concreto nella prima uscita da capo-allenatore.

La dirigenza sta lavorando fortemente per completare il roster con un nuovo playmaker che possa sostituire Giovanni Coronini.Il mercato offre molte alternative e non è ancora sicuro l’ingaggio con il conseguente ritorno di Stefano Zampogna, atleta che riporterebbe brio ed entusiasmo al PalaCalafiore.

Sul fronte nuovo coach, nessuna novità. Cosa bolle in pentola? Tutto è ancora oscuro ma è chiaro che la società non vuole effettuare una scelta qualsiasi ma porre basi concrete e non scelte inappropriate.

Al momento fantasiose le strade che porterebbero a Tonino Zorzi nel ruolo di senior assistant anche se, rivedere la grinta del “Paròn” gioverebbe a grandi e piccini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons