Viola “cuore e batticuore”,ottavo successo consecutivo

: la Due Esse Martina Franca. I pugliesi, giunti in Calabria con l’ex Marcelo Dip, sul parquet con una maschera protettiva dopo l’intervento al setto nasale, hanno venduto cara la pelle prima di cedere nei secondi finali. Una vittoria fondamentale per gli uomini di coach Fantozzi, che nel post partita ha tirato un po’ le orecchie ai suoi per un primo quarto giocato al di sotto delle possibilità. Ma l’importante era vincere, serviva portare a casa i due punti ad ogni costo e lo si è fatto giocando, soprattutto nella seconda fase del match, con forza e determinazione.

 

Primo quarto, come detto, sottotono per la Liomatic. Martina parte forte con una tripla del play Maggi ed è poi Torresi Lelli, con cinque punti consecutivi, a fissare il mini break iniziale di 0-8 per gli ospiti. E’ una tripla di Paparella a sbloccare il punteggio per i neroarancio; Martina è moltoaggressiva in difesa, con Raskovic attaccato a Caprari, ed è Sereni, da sotto, a guadagnarsi i due liberi del 5-8 (4′). Nell’azione successiva Caprari si libera per un attimo dell’asfissiante marcatura e va ad appoggiare i primi due punti; i ritmi sono lenti, complice anche l’arbitraggio che fischia tutto. Qualche palla persa di troppo, con un po’ di confusione in fase offensiva, condiziona i neroarancio in questa prima frazione. All’8′ una tripla di Raskovic dà il +9 ai pugliesi (7-16), Fantozzi richiama

in panca il marcatissimo Caprari e manda in campo Potì. Martina continua però a tirare con percentuali alte da tre punti e non molla un centimetro in difesa; la Viola va ancora in confusione con l’ennesima palla persa ed il primo quarto si chiude sull’11-22.

 

Anche la seconda frazione inizia male per i reggini; i primi due punti dell’ex Marcelo Dip e l’appoggio in transizione di Santoro danno il +15 agli ospiti (11-26 al 12′). Dentro Grasso e Caprari, fuori Potì e Cappanni. Che il match non sia iniziato nel verso giusto lo si capisce anche dall’insolito 0/2 dalla lunetta di Grilli. Coach Fantozzi le prova tutte, con continui cambi, per trovare il bandolo della matassa e l’atteso contro break. Caprari fatica però ancora tantissimo a liberarsi ed è allora ancora Sereni a lottare sotto le plance per trovare la via del canestro, guadagnandosi anche un fallo (16-26 al 15′). Un minibreak di 5-0 con Coronini e Caprari illude il PalaCalafiore ma Martina risponde immediatamente con cinque punti di fila firmati dalla coppia Bazzoli-Simeoni (21-31 al 16′). I pugliesi sono aggressivi al rimbalzo e giocano sempre due palloni in attacco sprecando però tantissimo. La Viola allora pian piano ricuce lo strappo con gli ottimi Sereni e Paparella (30-33 al 19′). In chiusura di primo tempo Simeoni trova un fortunoso canestro grazie all’aiuto del tabellone e si va al riposo sul 30-35.

 

Il terzo quarto si apre con un tiro a segno da tre punti: Caprari e Grilli da una parte, Raskovic, Maggi e Bazzoli dall’altra (41-44 al 24′). E’ ancora una tripla di Grilli al 26′ a dare il -2 ai neroarancio (46-48). Dopo 2 minuti con tanti errori dall’una e dall’altra parte, un jump dalla media di Torresi sblocca il risultato mentre per la Viola risponde subito Caprari (48-50 al 29′). E’ ancora Grilli, con un’ottima uscita dal blocco, a sparare la tripla del -1, completa poi l’operazione sorpasso Coronini che va ad appoggiare il +1 (53-52) con cui si chiude la terza frazione.

 

Inizio di ultimo quarto nervoso, la posta in palio è alta ed i nervi faticano a rimanere saldi. Match punto a punto con botta e risposta tra le coppie Grilli-Caprari e Maggi-Torresi (61-62 al 36′). Anche gli arbitri perdono un po’ la bussola con alcuni fischi poco chiari che contribuiscono purtroppo ad inasprire gli animi. Torresi trattiene platealmente Grilli dalla maglia e gli arbitri non possono non fischiare un fallo antisportivo (63-62 al 36′). E’ ancora uno scatenato Grilli a volare in contropiede per il +3 (65-62), Raskovic e Maggi puniscono però dalla lunga ed in meno di un minuto la Viola ripiomba a -3 (65-68 al 38′). Caprari accorcia (67-68) ma un fischio molto dubbio al 39′ rischia di fermare definitivamente la rimonta neroarancio: Sereni, in uno contro uno spalle a canestro con Bazzoli, appoggia la mano alla maglietta del numero 9 ospite e l’arbitro restituisce il fischio di qualche minuto prima decretando un fallo antisportivo; Bazzoli fa 2/2 ma Paparella spara subito la tripla del pareggio: 70-70 (39′). Martina sbaglia in attacco ma gli arbitri vedono un altro fallo poco chiaro di Paparella in fase offensiva. Nella successiva azione Caprari fa fallo su Raskovic, magari conoscendo le percentuali non eccelse dalla lunetta del numero 12 ospite: Raskovic fa 0/2 e nell’azione successiva è Paparella a punire i pugliesi dalla linea della carità con un 2/2. Martina pasticcia sull’ultima azione ed il PalaCalafiore puo’ esultare: arriva una sudatissima ma meritata vittoria per i neroarancio.

Gli uomini di coach Fantozzi nelle prossime due settimane saranno chiamati ad affrontare due trasferte consecutive sui parquet di Corato e Bernalda. Sarà dura ma i tifosi si augurano che si possa tornare a Reggio con un bottino pieno.

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – DUE ESSE MARTINA FRANCA 72-70

 

VIOLA: Gambolati, Paparella 15, Potì 1, Caprari 21, Coronini 2, Grilli 15, Marengo, Grasso 4,

Cappanni 3, Sereni 11. Coach: Fantozzi

 

MARTINA FRANCA: Maggi 17, Torresi Lelli 13, Fedele, Bazzoli 14, Gaudiano, Raskovic 9, Candela 5, Simeoni 6, Dip 4, Santoro 2. Coach: Meneguzzo

 

Arbitri: Michele Canazza di Solesino (PD) – Gabriele Gagno di Villorba (TV)

 

Parziali: 11-22; 30-35; 53-52; 72-70

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons