VIOLA, QUANTO SEI BELLA:IMPRESA A SIENA

di Nino Romeo – Prestazione sontuosa dei neroarancio che tornano alla vittoria espugnando il PalaEstra di Siena; nulla da fare per la Mens Sana che può soltanto applaudire l’eccellente gara degli uomini di coach Calvani.

 

SIENA – Una Viola meravigliosa espugna il PalaEstra di Siena al termine di una gara condotta e vinta con brillante maturità dai neroarancio di coach Calvani.

La pallacanestro messa in mostra dai reggini al PalaEstra è degna dei migliori San Antonio Spurs di Gregg Popovich: difesa asfissiante, punti di riferimento avversari annullati e gioco d’attacco fatto di continue letture e costante ricerca dell’uomo libero con un extra pass.

La Mens Sana non può davvero nulla contro una MetExtra che da alcuni mesi sta, senza alcun dubbio, mostrando la migliore pallacanestro del girone Ovest di serie A2.

Dopo una partenza bruciante dei toscani, guidati da Vildera ed Ebanks (9-2 al 2’), coach Calvani rimette subito le cose a posto con un timeout e la Viola risponde immediatamente con un break di 0-10 (9-12 al 6’); i neroarancio difendono forte ed allungano con Fabi, Baldassarre e Benvenuti, Siena si scuote con Ebanks e Kyzlink poi è Rossato a chiudere la prima frazione con una magia sulla sirena (20-26).

Seconda frazione più equilibrata, Siena ha sempre Vildera, Ebanks e Kyzlink come riferimenti principali d’attacco ma sbaglia tantissimo dalla lunga (2/15 a metà gara, 4/26 alla fine), i neroarancio distribuiscono molto meglio il gioco, mantenendo anche un costante livello di intensità difensiva che consente alla Viola di chiudere il primo tempo davanti (37-43).

La Mens Sana avvia il secondo tempo con un mini-break di 5-0 ma i neroarancio riprendono a carburare mandando in pochi minuti la squadra toscana in totale confusione: Rossato è, come sempre, monumentale in difesa, l’attacco dei reggini fa il resto ed i reggini toccano il +13 al 29’. Il terzo quarto si chiude poi sul 55-66.

Siena non ha la forza per rientrare in gara nell’ultima frazione che i neroarancio controllano con maturità e chiudono la gara con Baldassarre, Roberts e Caroti.

Una vittoria di inestimabile valore, soprattutto per il futuro della stagione neroarancio. Non è un segreto che sia molto temuta una decisione da parte della Procura Federale che potrebbe influenzare negativamente la classifica attuale dei reggini. La speranza è ovviamente che la posizione della società venga completamente chiarita e che nulla di ciò che è stato fin qui ottenuto con un lavoro straordinario da parte dello staff e dei giocatori venga minimamente scalfito.

CRONACA – Il primo canestro della gara è di Vildera su assist di Kyzlink, subito dopo arriva anche la tripla di Ebanks; la Viola risponde con Agustin Fabi dalla lunetta ma è ancora Ebanks a realizzare il 7-2. Gioca bene Siena che trova ancora Vildera sotto le plance: canestro e timeout di coach Calvani (9-2 al 2’). La tripla di Baldassarre accorcia il gap, i neroarancio chiudono meglio gli spazi dentro l’area dei 3 secondi, recuperano due palloni in fila e ripartono in transizione con Caroti che assiste bene ancora Baldassarre per il 9-7 al 4’. L’ottima difesa dei neroarancio frutta un’altra opportunità in attacco, sfruttata benissimo da Caroti che realizza la tripla del vantaggio 9-10 al 5’. Siena non segna più e la MetExtra completa un parziale di 0-10 con un ottimo gioco alto-basso Baldassarre-Pacher che realizza il 9-12 al 6’, costringendo coach Mecacci al timeout. E’ ancora Ebanks a spezzare il break reggino (11-12 al 6’) ma i neroarancio giocano meravigliosamente in attacco, assist di Baldassarre per la tripla di Fabi ed è 11-15. La Mens Sana va a segno con Kyzlink (13-15 al 8’), Calvani manda sul parquet Rossato e Benvenuti ed il lungo toscano lascia subito la sua firma sulla gara con quattro punti in fila (13-19 al 8’). E’ ancora Kyzlink a trovare la via del canestro con una tripla ma risponde subito un positivissimo Patrick Baldassarre (16-22 al 9’). Simonovic combatte sotto i tabelloni e trova il -4, poi botta e risposta Ebanks-Fabi in un amen ed è 20-24 al 9’. Una magia di Rossato sulla sirena regala il +6 ai neroarancio che chiudono il primo quarto sul 20-26.

Non si segna nei primi due minuti della seconda frazione, due liberi di Vildera sbloccano il punteggio (22-26 al 12’) ma la difesa dei toscani ha dei punti deboli ed i reggini sono bravissimi a sfruttarli: due liberi di Benvenuti riportano i neroarancio sul +6 (22-28 al 13’). Baldassarre attacca qualsiasi spazio con energia poi è Chris Roberts a sparare la tripla del +9 (22-31 al 13’). Sandri dà ossigeno ai suoi con un canestro dalla media, timeout di coach Calvani (24-31 al 14’).
La Mens Sana si affida ancora ad Ebanks che realizza in penetrazione ma i reggini rispondono con un’ottima azione che termina con una schiacciata di Pacher su assist di Baldassarre. E’ ancora Sandri a realizzare dalla media (28-33 al 15’) poi è Vildera a realizzare da sotto il -3. Riccardo Rossato si butta dentro e realizza il +5 (30-35 al 15’) ma è ancora Vildera a tenere Siena lì con due liberi. Entra sul parquet anche l’ex Federico Lestini, Caroti subisce un fallo su tiro da tre e con tre liberi i neroarancio si riportano sul +6 (32-38 al 17’). Kyzlink vola in tap in a realizzare poi una stoppata di Sandri lancia ancora Kyzlink in contropiede per il -2 (36-38 al 18’). E’ ancora Sandri a lottare a rimbalzo in attacco e subire fallo ma è 1 su 2 ai liberi (37-38 al 18’); dall’altra parte risponde Roberts con un 2 su 2 (37-40 al 18’). Ottima azione difensiva dei reggini che fanno benissimo anche in attacco, cercando sempre l’extra-pass che stavolta libera Rossato: fallo ed 1 su 2 ai liberi (37-41 al 18’). Siena sbaglia tantissimo dall’arco (2/15 nel primo tempo) e la Viola ne approfitta per allungare con Caroti che chiude il primo tempo dalla lunetta (37-43).

Ebanks apre il secondo tempo con 5 punti in fila (42-43 al 21’), la Viola si scuote con la tripla di Rossato (42-46 al 23’) ed è timeout Mens Sana. Kyzlink si butta dentro e realizza il -2 ma la Viola è brava ad attaccare con ordine e trovare due punti con Caroti (44-48 al 24’). Fabi fa 1 su 2 ai liberi ma segue il rimbalzo e realizza da sotto; Vildera scuote ancora i suoi con un canestro da sotto (46-51 al 26’) ma i neroarancio sono sempre bravi a leggere la difesa senese e trovare l’uomo libero: 2 su 2 di Benvenuti dalla lunetta e 46-53 al 26’. Siena si sblocca dai 6.75 con Borsato ed è -4 (49-53) poi arriva un meraviglioso assist di Fabi per Caroti (49-55). Simonovic segna da sotto ma dall’altra parte AJ Pacher schiaccia e costringe coach Mecacci al timeout (51-57 al 28’). Ancora una grandissima azione difensiva dei reggini, palla recuperata e contropiede chiuso da un canestro di Rossato per il 51-59 al 28’. Siena in confusione totale, la Viola stringe ancora di più in difesa e vola sul +12 con Pacher e Benvenuti; Kyzlink prova a scuotere i suoi con un’azione personale ma la tripla di Roberts fa volare la Viola sul +13 (53-66 al 29’). 2 su 2 di Simonovic dalla lunetta e la terza frazione si chiude sul 55-66.

Siena lascia praterie ai reggini e Fabi apre subito l’ultima frazione con una tripla (55-69 al 31’); i toscani trovano ancora Ebanks poi è Lestini a provare a ricucire il gap (59-69 al 32’) ed è timeout per Calvani. La zona 3-2 di Siena mette un po’ in difficoltà i reggini, che difendono a tutto campo a uomo togliendo ritmo ai senesi. Kyzlink si costruisce e realizza un canestro in penetrazione per il -8 senese (61-69 al 34’). Baldassarre viene dimenticato dai toscani e realizza da sotto il nuovo +10 (61-71 al 34’); è ancora Baldassarre a punire la 3-2 dei toscani dai 6.75 (61-74 al 35’). E’ un canestro pesantissimo che toglie ancora più fiducia ai toscani; ennesimo abbaglio difensivo senese e Baldassarre appoggia da sotto il +15 (61-76 al 35’). Nuovo timeout per coach Mecacci; Siena riparte con un 4-0, firmato da Sandri ed Ebanks, dopo il minuto di sospensione ma Roberts è ancora solo dall’angolo ed arriva la tripla del +14. Risponde ancora Ebanks con un gioco da tre punti e nuovo -11 per i toscani (68-79 al 36’). Azione da 1° posto in top ten al 37: alley-oop di Baldassarre per Roberts che schiaccia il +13 (68-81). Saccaggi realizza i primi cinque punti della sua gara nel momento più delicato ed è -8 per la Mens Sana (73-81 al 38’). Caroti si butta dentro e realizza il nuovo +10, Vildera ed Ebanks replicano per Siena ma non c’è più tempo e la Viola porta a casa due punti preziosissimi per il futuro dal PalaEstra (77-83).

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

 

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST – 11a GIORNATA GIRONE DI RITORNO

SOUNDREEF MENS SANA SIENA – MET.EXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA 77-83

SIENA: Ebanks 25, Casella, Cepic ne, Borsato 3, Vildera 14, Simonovic 6, Sandri 7, Saccaggi 5, Lestini 2, Lurini ne, Costi ne, Kyzlink 15. Coach: Mecacci

VIOLA: Pacher 10, Taflaj ne, Caroti 14, Fabi 11, Baldassarre 15, Rossato 10, Carnovali, Agbogan, Benvenuti 10, Roberts 13. Coach: Calvani

ARBITRI: Alessandro Costa di Livorno (LI) – Umberto Tallon di Bologna (BO) – Daniele Yang Yao di Vigasio (VR)

PARZIALI: 20-26; 37-43; 55-66;

 

Show Buttons
Hide Buttons