Viola stop di un soffio a Treviglio

Secondo stop per la Viola Reggio Calabria che esce sconfitta dal PalaFacchetti di Treviglio.

I reggini sfiorano l’impresa esterna in casa della capolista guardano con fiducia al futuro complici delle ottime notizie in arrivo dal rettangolo di gioco e si ritrovano in piena bagarre di classifica, all’interno di un quarto posto sempre più enigmatico all’interno di un ranking equilibratissimo..

Il terreno dei lombardi rimane un tabù  per Reggio al termine di una gara combattutissima dove la Viola paga a caro prezzo errori decisivi nelle giocate decisive.

 

I quintetti: Treviglio non sta bene complice un virus influenzale per tanti effettivi del roster e parte con Tommy Marino play,Sabatini e Carnovali esterni con Raphael Gaspardo affiancato ad Emanuele Rossi sotto canestro.

Nella Viola c’è una nota lieta e soprendente.

Dopo un solo allenamento e neanche completo,Coach Giovanni Benedetto ritrova l’americano con passaporto svedese Rush che si aggiunge ai piccoli  Rossi e Deloach,ed ai lunghi Rezzano ed Ammannato.

 

La sfida: Rush scalda la mano immediatamente con due canestri in sequenza per la gioia dei tifosi reggini presenti(11 a 5 iniziale per la Viola, sette punti in sette minuti nella prima frazione per lui).

La Remer,invece, si rialza con un canestro del temibile Carnovali ed un appoggio di Gaspardo.

A due minuti e trentanove dalla fine del primo periodo si registra l’ingresso del nuovo innesto della Viola,il regista sardo Marco Spissu.

L’ultimo sorpasso del primo quarto lo firma Alessandro Azzaro(19-20).

 

Il secondo periodo riparte con il canestro di Tommy Marino che firma il controsorpasso i trevigliesi.

La squadra di casa parte meglio della Viola in questo quarto e vola fino al più otto.

Il nuovo ingresso di Erik Rush da una seria iniezione di fiducia ai reggini(tripla del meno due 35 a 32).

La Viola si rialza alla grande con Deloach e passa in vantaggio.35 a 38 all’intervallo lungo.

 

Nel terzo periodo Treviglio parte nuovamente forte impattando il punteggio(40 pari).

Lo strappo di Reggio con perentorio 4-0 viene ricucito immediatamente da Treviglio che vola sul più tre.

Le due squadre non riescono a creare gap dando vita a qualche sbaglio e pochi canestri.

Il terzo periodo termina 52 a 50 per i locali.

 

Nel quarto periodo continua il testa a testa.

Treviglio prova a scappare: risulta fondamentale una tripla di Azzaro(57-55).

Il pari lo firma la new entry Spissu.

Le ripartenze veloci dei locali colpiscono ancora con una bella tripla di Carnovali.

Deloach riavvicina la Viola a 3.30 dalla fine: la rimonta ed il sorpasso si concretizzano con un nuovo canestro di Rush.

Treviglio ritorna immediatamente in vantaggio con Sabatini.

L’ultimo giro di lancette parte con la Viola sotto di due punti.

I liberi di Marino firmano il più quattro a trentatre secondi dalla fine.

La Viola dimezza lo svantaggio con Ammannato a venticinque secondi dal termine con uno speranzoso meno due.

La giocata finale è tutta per la Viola che spreca l’ultimo possesso con Rossi che si “perde” in un “ball handling” che non va a buon fine per la gioia del pubblico di fede locale.

 

 

Remer Treviglio-Viola Reggio Calabria 70-68

(19-20,35-38,52-50)

Treviglio:Sabatini 8,Gaspardo 11,Marino 13,Carnovali 13,Rossi 11,Marusic 1,Kyzlink 3,Slanina 1,Pasqualin ne,Beretta ne,Turel 6. All Adriano Vertemati

Viola Reggio Calabria:Deloach 21,Rezzano 7,Rossi 2,Rush 19,Ammannato 8,Casini,Ammannato 5,Lupusor,Spissu 6,Florio ne.All Giovanni Benedetto

Arbitri: Christian Borgo di Dueville (VI) – Matteo Boninsegna di Paderno Dugnano (MI) – Daniele Yang Yao di Vigasio (VR).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons