Viola, successo e semifinale

 

 

Gara senza sorprese quella del Botteghelle con la Liomatic che è stata brava a controllare bene il match per tutti i 40 minuti, anche nei (pochi) momenti in cui la tensione per una gara senza ritorno poteva creare qualche brutto scherzo.

I neroarancio, invece, trascinati dal duo Caprari-Paparella, non hanno lasciato scampo ai laziali, sin dai primi minuti. Pronti-via è subito il rientrante Paparella a segnare da qualsiasi posizione, mettendo a referto sette punti consecutivi nei primi due minuti. Scauri, priva dell’infortunato Valentino, si affida ai lunghi Requena e Bagnoli ma non riesce ad arginare lo strapotere offensivo degli esterni della Liomatic: Caprari spara due triple intervallate dal nono punto di Paparella ed al 7′ è già +10 Viola (15-5). Sale la pressione difensiva degli uomini di coach Bolignano e l’Autosoft sbaglia molto, anche dalla lunetta (Richotti 0/2). Dopo tre minuti senza canestri gli ospiti attaccano la zona e trovano Bagnoli sottocanestro per il 15-7. Il primo quarto si chiude, poi, sul 17-11 con Scauri che spreca male l’ultima azione, con sei secondi da giocare, finendo col pallone in mano.

Inizio della seconda frazione senza canestri per due minuti; positivo in questa fase l’apporto di Fernando Marengo, molto reattivo a rimbalzo. Zampogna al 12′ mette dentro i due liberi che sbloccano il punteggio, è poi una tripla di Seby Grasso a lanciare la Viola sul 22-11 al 13′.

La stanchezza del turno infrasettimanale si fa sentire ma si lotta su ogni pallone ed il nervosismo non manca. Al 17′ Bagnoli infiamma il pubblico del Botteghelle con un gesto di reazione verso Agosta che gli costa un fallo tecnico e gli animi si surriscaldano. Scauri serve con continuità Bagnoli che si fa trovare pronto ma la Viola tiene comunque a distanza gli avversari, chiudendo il primo tempo sul 35-24.

 

Il terzo quarto si apre con una tripla di Raskovic ma Scauri sbaglia troppo, soprattutto con Pignalosa che non azzecca nulla in una serata totalmente negativa per lui. E’ Lombardo ad illudere per qualche minuto i tifosi ospiti scesi in riva allo Stretto e con due azioni da tre punti porta i suoi sul -4 (39-35 al 25′). Neimomenti di difficoltà entrano in gioco le bocche da fuoco neroarancio: Paparella e Caprari piazzano un 5-0 per il 44-35. La terza frazione è, però, un botta e risposta continuo, Scauri  accorcia subito con Lombardo e Requena che con una tripla riporta i suoi sul -4 (46-42 al 29′). L’ennesimo errore di Pignalosa dà, però, il via libera a Grasso e Zampogna, che, con una tripla, fissa il punteggio di fine terzo quarto sul 51-42, prima di un alley-oop per Gambolati che viene respinto dal ferro sulla sirena.

 

Ultimo quarto ed ultimi sussulti degli ospiti firmati Simone Bagnoli (51-45 al 32′). I neroarancio chiudono, allora, i giochi con una tripla di Gambolati seguita da un’altra, devastante, tripla di Paparella che al 33′ porta i neroarancio sul 57-45. Da lì in poi è un monologo della Liomatic: Marengo ancora positivo con recuperi importanti in difesa e Caprari, che realizza prima un gioco da tre punti su una rimessa offensiva e, dopo un altro rimbalzo offensivo di Marengo nell’azione successiva, spara la tripla che chiude il match (65-49 al 35′). Ultimi cinque minuti controllati bene dalla Liomatic con Zampogna ed un Caprari “on fire” dalla linea dei 6.75; la Viola tocca il +21 (70-49 al 37′) e gli ultimi minuti servono solo per gli applausi che i tifosi di casa riservano a questi ragazzi che, con grande sacrificio e passione, continuano a far sognare il pubblico reggino.

 

Servirà ora un’impresa domenica prossima a Martina, dove per i neroarancio c’è solo un risultato: la vittoria che possa poi consentire agli uomini di coach Bolignano di giocarsi tutte le chances di qualificazione alla finale promozione in gara-2 giovedì 24 tra le mura del Botteghelle. Questa squadra può davvero far sognare. Forza ragazzi !!!

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – AUTOSOFT SCAURI 74-59

VIOLA: Gambolati 8, Paparella 18, Potì 2, Caprari 19, Coronini 2, Marengo, Grasso 7, Ingrosso 2, Agosta 5, Zampogna 11. Coach: Bolignano

 

SCAURI: Richotti 15, De Lise ne, Violo 3, Pignalosa 2, Basile, Raskovic 6, Bagnoli 15, Lombardo 8, Marinello 3, Requena 7. Coach: Fabbri

 

ARBITRI: Antonio Lanzone di Torino (TO); Marco Scudieri di Maserada sul Piave (TV)

 

PARZIALI: 17-11; 35-24; 51-42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons