Viola,alla ricerca della pedina mancante

“Preferirei avere la squadra al completo prima dell’avvio della stagione”. Questo in sintesi il pensiero del coach della Viola, Gianni Benedetto, al momento della presentazione ufficiale e subito tradotto in un immediato e proficuo lavoro che ha portato nella città dei Bronzi, finora, quattro giocatori: Tourè, Deloach, Casini e Rezzano. Della nuova squadra che andrà ad affrontare la prossima Lega Due silver 2014/2015, fanno parte anche ben quattro confermati Ammannato, Lupusor, Spera e Azzaro, già in canotta nero-arancio lo scorso anno. Il mercato della Viola non si è ancora fermato. All’appello mancano altre due pedine, un’ala piccola (in sostituzione di Hamilton) ruolo che sarà ricoperto probabilmente da un extracomunitario e un play come cambio di Tourè. L’attesa per conoscere i nomi degli possibili nuovi arrivi è dettata soprattutto dal budget ancora a disposizione della società. Un aspetto di non poco conto se consideriamo la fragile economia che ruota attorno al mondo del basket italiano. Altro fattore da non sottovalutare è quello legato al valore dei giocatori ancora a disposizione. In genere si attende il completamento delle squadre delle serie maggiori(Ashley Hamilton arrivò in riva allo stretto proprio in uscita dalla Scavolini Pesaro dopo un inizio non brillante in massima serie). Al momento, comunque, non si esclude neanche la pista che porterebbe in maglia Viola un altro lungo (extracomunitario?) e un’ala piccola italiana, adattando Casini come vice Tourè. Sono molti i possibili innesti italiani nel ruolo di ala-piccola, anche a causa di una discutibile crisi economica che ha lasciato a spasso parecchi validi cestiti. Basta guardarsi attorno, anche nella stessa città di Reggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons