Viola,la calma del giocatore di Poker

 

 

Per la Viola, fare “Poker”, ovvero conquistare la quarta vittoria consecutiva significherebbe un passo avanti in classifica non indifferente.

Non c’è di certo una “Scala Reale” con tanto di conquista immediata della Lega Due Silver ma quattro su quattro dopo un inizio di stagione così scarso sarebbe realmente un bel segnale.

La formazione del nuovo corso Ponticiello scende in campo domenica alle ore 18 in quel di Castelletto Ticino.

In mezzo a tanta neve,si prevede grande affluenza del pubblico di fede nero-arancio: i tanti studenti e lavoratori fuori sede del Nord, grazie ad una passione tatuata ed indelebile verso i colori della Viola staranno vicini ad una squadra lanciatissima che sta convincendo giornata dopo giornata.

E’ stato creato addirittura un “Fun Club” organizzato denominato “Viola Club Figino” che proverà a dare man forte in tutte le trasferte settentrionali dei reggini.

Sembra quasi di vivere una favola:C’era una volta la Viola delle otto sconfitte subite su nove partite:poco entusiasmo e poca fiducia nei confronti di un gruppo assolutamente scarico.

La “zucca”  dopo un avvio di stagione pessimo sembra ormai diventata una “Carrozza” da sogno.I quattro ingaggi del giovani Sabbatino e Ricci, del reggino Rugolo e del condottiero Piazza hanno rafforzato come non mai un roster che era partito malissimo.

Ammannato e soci sono reduci da tre vittorie consecutive rispettivamente contro Bari, a Codognocontro Casalpusterlengo ed in casa con Recanati.

La Viola,dopo gli anticipi del sabato è nuovamente ultima ma guarda con estrema fiducia al futuro.

I reggini risiedono sull’ultima piazza del ranking proprio accanto alla prossima avversaria casalinga(il Latina),Mirandola,Recanati e Perugia a soli due punti da un altro “gruppone” formato da Casalpusterlengo,Ferrara e San Severo.

Ambire a qualcosa di più che una semplice salvezza? Ancora è realmente troppo presto per dirlo,prima di tutto bisognerà combattere per afferrare la qualificazione in Lega Due Silver, un autentico miraggio fino a poco più di un mese fa.

La classifica è molto corta e tutto può succedere.

La sfida di Castelletto,guardando oltre, appare come una sorta di gara “bivio”:

Il quintetto piemontese non ha mai perso tra le mura amiche e fa del fattore campo un arma importante.

I nero-arancio si sono allenati con costanza e volontà durante tutta la settimana. C’è grande entusiasmo ed anche i giocatori più demoralizzati ad inizio stagione sembrano diventati dei veri e propri punti di forza del team reggino.

Dopo una brutta botta subita nella sfida contro Recanati, sta recuperando anche il giovane Germani, letteralmente trasformato dalla cura Ponticiello: il Coach ne ha sottolineato più volte le ottime capacità difensive e di interdizione. Chi lo considerava un brocco avrà cambiato idea:non sarà un fenomeno da una doppia doppia per gara ma ha tanta voglia di far bene ed un attitudine difensiva non male.

Il giocatore sarà della gara.

L’unico limite che possiamo trovare a Castelletto è che la formazione del lago è un po’ corta e rotazioni, a differenza del quintetto nero-arancio sono davvero scarne. Pozzi e Ihedioha  sono  una coppia di lunghi ben assortita e molto potente nel pitturato.

I piemontesi sanno come andare forte al rimbalzo e viaggiano fluidi sugli esterni grazie al trio formato da Simoncelli,Bolzonella e Ranuzzi.

Il quintetto locale è reduce da una pesante sconfitta in casa della Moncada Agrigento(80 a 61) dove hanno pesato tantissimo le precarie condizioni di Ranuzzi e l’assenza per infortunio di Simoncelli a cospetto di una formazione,quella siciliana, che ha salutato uno dei protagonisti assoluti della finalissima di Dnb della passata stagione il fortissimo Paolo Mossi sostituito con Moruzzi.

Arbitrano Angelo Caforio di Brindisi e Gianpaolo Marota di San Benedetto del Tronto.

L’iniezione di fiducia verso una “Viola malata” sembra terminata: il fattore energetico, più volte decantato dal Coach dei reggini deve adesso trasformarsi in una costante capace di strabiliare la platea del campionato di Dna verso una formazione sempre più imprevedibile.

La gara verrà trasmessa sulle frequenze di Radio Rc Internationale 103.7 con la voce di Lorenzo Mazzitelli e sarà visualizzabile sul sito della Lega Pallacanestro grazie alla tecnologia Netcasting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons