Viola, la voglia non basta: vince Treviso

REGGIO CALABRIA – Tanta amarezza, altrettanto orgoglio. La Viola esce sconfitta dalla gara più sentita della stagione, quella contro la De’ Longhi Treviso, ma può comunque sorridere e lo fa grazie ai 5.000 tifosi che hanno gremito gli spalti del PalaCalafiore, migliorando ulteriormente il record di pubblico già detenuto per l’intera A2, insieme ad un forte, fortissimo messaggio all’intero movimento cestistico nazionale: Reggio Calabria è davvero tornata.

Non era Panasonic-Benetton ma l’atmosfera che aveva accompagnato gli uomini di Benedetto a questa gara era sicuramente quella dei tempi belli; tanti ricordi e tante emozioni, anche ieri a Pentimele.

Standing ovation quando, prima della partita, il presidente Giusva Branca ha presentato in mezzo al campo uno degli idoli della storia neroarancio: Roberto Bullara, sceso appositamente in riva allo Stretto per omaggiare con la sua presenza i suoi ex tifosi e questa splendida realtà che vuole tornare ad altissimi livelli.

5.000 spettatori, dicevamo, una cornice di pubblico straordinaria, che avrebbe sicuramente meritato di poter godere della propria squadra al 100% della condizione; così, purtroppo, non è stato. L’infortunio all’alluce sinistro che aveva bloccato Erik Rush a Ravenna non ha consentito all’americano di dare il proprio contributo sul parquet (era comunque a referto in panchina). E l’assenza di Rush, cui si è poi aggiunta in settimana quella di De Meo, si è rivelata, purtroppo, fondamentale nella brutta sconfitta casalinga subìta.

Finchè ci sono state le energie e la lucidità necessaria la Viola ha retto benissimo (anche senza Rush) ma dopo 26 minuti giocati alla pari con la De’ Longhi, Rezzano e compagni hanno giocoforza ceduto allo strapotere fisico dei trevigiani.

Proprio un Rezzano carico a molla aveva dato il là ad una brillante partenza della Viola. I neroarancio partono subito con una difesa a zona, messa in campo da Benedetto e Vanoncini (che conosce bene Pillastrini per esserne stato vice a Montegranaro per due stagioni), con il duplice scopo di creare difficoltà a Treviso e chiudere gli spazi sotto a Powell tutelando inoltre la squadra dai falli, considerate le pochissime rotazioni a disposizione.

Al posto di Rush c’è Azzaro che nella prima frazione lotta bene sotto le plance e si fa sentire a rimbalzo in attacco; anche il capitano Ammannato è carico ed all’8′ segna anche la tripla del +7 (25-18); Powell mette poi quattro punti in fila ed il primo quarto si chiude sul 25-22.

Equilibrio anche nel secondo quarto con Rossi e Casini che rispondono a Rinaldi e Negri (32-31 al 14′). La zona 2-3 crea non poco fastidio alla De’ Longhi, Ammannato si fa sentire sotto i tabelloni  e la Viola è di nuovo sul +6 (39-33 al 18′). E’ ancora Powell insieme a Fabi (ottima la sua prova da ex) a riportare sotto Treviso che va negli spogliatoi sul -2 (41-39).

Nel terzo quarto i veneti provano subito l’allungo con Powell, Williams e Rinaldi ma la Viola tiene duro e con Ammannato, Rossi e Rezzano resta in scia (49-52 al 26′). I neroarancio iniziano poi a sentire la stanchezza, qualche decisione affrettata in attacco denota poca lucidità e la De’ Longhi è micidiale nello sfruttare il calo dei reggini: Fabi, Rinaldi e Negri afffondano il parziale che consente agli uomini di Pillastrini di chiudere la terza frazione sul +9  (55-64).

Il pubblico sostiene la squadra ma gli uomini di coach Benedetto hanno dato tutto e le energie vengono meno; in pochi minuti Treviso è sul +21 (58-79), trascinata dalla coppia Powell-Rinaldi con Fabi e Pinton mortiferi dai 6.75. Anche gli arbitri ci mettono del loro concedendo troppo allo strapotere fisico dei trevigiani; Rossi, dopo l’ennesimo colpo subìto sul quale gli uomini in grigio lasciano correre, perde la testa e protesta vivacemente fino a farsi espellere.

Gara già conclusa da un pezzo ma è chiaro che, perso anche Rossi, il pensiero di tutti è che la sirena finale possa arrivare il prima possibile. Con De Meo indisponibile per infortunio, è Deloach ad adattarsi da playmaker ma è annebbiato dalla stanchezza e perde palloni su palloni; i reggini non riescono a reagire, Treviso gestisce bene il vantaggio e chiude il match sul 73-90.

L’applauso finale, forte e convinto, dei 5.000 del Pentimele scalda però il cuore di tutti, giocatori, staff tecnico e società; è arrivata una sconfitta contro una squadra con cui non si sarebbe voluto perdere per nulla al mondo ma bisogna guardare oltre.

Reggio Calabria c’è, è viva ed anche la società ha accolto con entusiasmo questo messaggio: coach e presidente ringraziano uno per uno i tifosi a fine partita, Benedetto va anche oltre preannunciando un intervento sul mercato che si è reso necessario soprattutto dopo i recenti infortuni.

La squadra è attesa ora da un autentico tour de force: sabato 17 si gioca ad Omegna, si tornerà poi al PalaCalafiore contro Recanati nel turno infrasettimanale di giovedì 22 per poi volare a Treviglio domenica 25.

Servirà recuperare uomini (si spera) e soprattutto energie; un nuovo innesto potrà sicuramente colmare il gap che si è creato nelle ultime due settimane e che ha generato due brutte sconfitte. C’è tanta voglia di tornare a vincere, la squadra e tutto l’ambiente sono vivi, Reggio Calabria non molla nulla.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

VIOLA REGGIO CALABRIA – DE’ LONGHI TREVISO   73-90

VIOLA: Deloach 16, Casini 15, Azzaro 10, Rezzano 11, Lupusor, Rossi 4, Rush ne, Florio ne, Sindoni ne, Ammannato 17. Coach: Benedetto

TREVISO: Williams 15, Pinton 3, Malbasa, Fabi 15, Busetto ne, Cefarelli ne, Fantinelli 9, Powell 16, Rinaldi 22, Negri 10, Vedovato. Coach: Pillastrini

Arbitri: Stefano Ursi di Livorno (LI) – Francesco Terranova di Ferrara (FE) – William Raimondo di Roma (RM)

Parziali: 25-22; 41-39; 55-64

Le dichiarazioni post-gara

Coach Benedetto

“E’ stata una settimana particolare, in cui abbiamo dovuto far fronte a tanti imprevisti, oltre al noto infortunio ad Erik Rush. C’è delusione perchè non siamo potuti arrivare a questa sfida in condizioni fisiche ottimali. Senza nulla togliere alle altre avversarie che abbiamo battuto, avrei preferito giocare altre gare in emergenza. Chi ha giocato stasera, comunque, ha dato davvero tutto, con grande presenza e voglia. Ed alla fine siamo stati battuti per manifesta inferiorità fisica. La squadra ad un certo punto è crollata di fronte a un gruppo di spessore ed esperienza che poteva contare su una rotazione di otto elementi. Stringiamo la mano ai nostri avversari e ci proiettiamo sul prossimo incontro in cui, peraltro, saremo ancora alle prese con una situazione d’emergenza”.

Casini (Viola)

“Dobbiamo riconoscere i meriti dei nostri avversari che hanno giocato con tanta cattiveria di fronte ad un pubblico straordinario che non ha smesso mai di sostenerci. Siamo stati bravi ad accumulare un piccolo vantaggio all’inizio ma poi non siamo riusciti a mantenerlo anche per un calo fisico che abbiamo accusato negli ultimi due quarti. Abbiamo lottato fino alla fine ma abbiamo perso contro una grande squadra”

SERIE A2 SILVER 16° giornata
Mec-Energy Roseto-Proger Chieti 57-75
Givova Scafati-Mobyt Ferrara 74-91
Orsi Tortona-Acmar Ravenna 78-73
Bawer Matera-Bakery Piacenza 86-71
Viola R. Calabria-De’ Longhi Treviso 73-90
Andrea Costa Imola-Europromotion Legnano 85-70
Remer Treviglio-Paffoni Omegna 92-79
Benacquista Latina-Basket Recanati 91-87
Classifica: De’ Longhi Treviso 24,Acmar Ravenna 22,Remer Treviglio 22,Viola R. Calabria 20,Orsi Tortona 20,Mobyt Ferrara 18,Basket Recanati 18,Proger Chieti 16,Paffoni Omegna 16,Andrea Costa Imola 14,Europromotion Legnano 14,Givova Scafati 12,Benacquista Latina 12,Mec-Energy Roseto 10,Bawer Matera 10,Bakery Piacenza 8
Prossimo turno: Paffoni Omegna-Viola R. Calabria,Bakery Piacenza-Andrea Costa Imola,Mobyt Ferrara-Remer Treviglio,De’ Longhi Treviso-Mec-Energy Roseto,Proger Chieti-Bawer Matera,Acmar Ravenna-Benacquista Latina,Basket Recanati-Orsi Tortona,Europromotion Legnano-Givova Scafati
Mec-Energy Roseto – Proger Chieti 57-75 (14-16, 19-22, 15-23, 9-14)
Mec-Energy Roseto: Pitts 17 (6/9, 0/5), Ferraro 3 (1/2 da tre), Marini 5 (0/1, 1/5), Janelidze 0 (0/3), Bryan 11 (5/11), Joshua Jackson 5 (1/2, 1/7), Moreno 16 (4/8, 2/5) N.E.: De Dominicis, Bartoli, Ippedico, Chavadov
Tiri Liberi: 10/15 – Rimbalzi: 38 28+10 (Bryan 15) – Assist: 12 (Pitts, Ferraro, Moreno 3)
Proger Chieti: Palermo 8 (0/2, 2/4), Di Emidio 2 (1/4), Marchetti, Paesano 4 (2/2), Ancellotti 11 (5/8), Sergio 7 (2/2, 1/7), Monaldi 13 (5/7, 1/4), Di Giacomo, Saffold 3 (1/2 da tre), Sollazzo 27 (7/12, 3/4)
Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 29 26+3 (Ancellotti, Sollazzo 7) – Assist: 10 (Monaldi 4)
===============================================
Givova Scafati – Mobyt Ferrara 74-91 (19-25, 24-16, 13-28, 18-22)
Givova Scafati: Zaccariello 7 (2/2, 1/2), Udrih 6 (3/4, 0/1), Lestini 15 (5/8 da tre), Ghiacci 8 (1/6), Ruggiero 13 (1/3, 3/5), Simmons 18 (8/11, 0/2), Matrone 0 (0/1), Bisconti 2 (1/2), Spinelli 5 (0/4, 1/2), Sanguinetti 0 (0/2, 0/1)
Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 24 19+5 (Simmons 10) – Assist: 17 (Ghiacci, Ruggiero 5)
Mobyt Ferrara: Huff 12 (3/4, 2/3), Bottioni, Castelli 5 (0/2, 1/1), Amici 13 (2/2, 2/4), Ferri 0 (0/1, 0/3), Casadei 3 (0/1, 1/4), Benfatto 10 (4/9), Pipitone 8 (3/5), Verrigni, Proner, Hasbrouck 40 (7/7, 6/7)
Tiri Liberi: 17/18 – Rimbalzi: 30 27+3 (Amici 6) – Assist: 17 (Ferri 5)
===============================================
Orsi Tortona – Acmar Ravenna 78-73 (28-17, 17-14, 11-20, 22-22)
Orsi Tortona: Rotondo 15 (4/8), Gioria 3 (1/2 da tre), Venuto 3 (1/5 da tre), Simoncelli 9 (2/2, 1/3), Losi 14 (2/2, 3/6), Crockett 2 (1/4), Valenti 8 (4/5, 0/1), Tavernari 17 (3/6, 3/4), Galloway 7 (1/3, 1/2) N.E.: Carosi, Tava, Max Strotz
Tiri Liberi: 14/15 – Rimbalzi: 26 21+5 (Tavernari 6) – Assist: 11 (Galloway 4)
Acmar Ravenna: Holloway 12 (1/5, 2/8), Amoni 12 (0/1, 4/8), Cicognani 4 (2/2), Rivali 5 (1/2), Raschi 16 (4/6, 2/3), Tambone 4 (2/4, 0/3), Foiera 2 (1/1, 0/3), Antony Singletary 18 (5/12, 0/2) N.E.: Grassi, Antonio Zannini
Tiri Liberi: 17/24 – Rimbalzi: 28 19+9 (Antony Singletary 11) – Assist: 8 (Raschi 3) – Cinque Falli: Raschi
===============================================
Bawer Matera – Bakery Piacenza 86-71 (23-20, 23-13, 22-20, 18-18)
Bawer Matera: Sacco 0 (0/1), Greene 36 (10/11, 3/5), Fallucca 13 (3/5, 1/4), Richard 2 (1/4), Baldasso 3 (0/1, 1/1), Bonessio 10 (5/9), Caroldi 0 (0/2, 0/1), Tagliabue 4 (2/5, 0/1), Migliori 18 (5/6, 2/5) N.E.: Cucco, Dagostino, Paparcone
Tiri Liberi: 13/21 – Rimbalzi: 29 27+2 (Tagliabue 8) – Assist: 16 (Bonessio, Caroldi 4)
Bakery Piacenza: Galli 1 (0/1 da tre), Buono 0 (0/1), Rombaldoni 17 (5/8, 2/5), Becirovic 14 (3/8, 0/3), Stefanini 2 (1/1), Sorokas 7 (2/6, 1/5), Zizic 15 (3/8), Italiano 5 (1/1, 1/1), Rossetti 6 (0/1, 2/5), Infante 4 (1/5)
Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 37 26+11 (Zizic 10) – Assist: 9 (Rombaldoni 3) – Cinque Falli: Rombaldoni, Becirovic
===============================================
Viola R. Calabria – De’ Longhi Treviso 73-90 (25-22, 16-17, 14-25, 18-26)
Viola R. Calabria: Deloach 16 (4/8, 0/4), Marcos Casini 15 (4/4, 2/4), Azzaro 10 (2/4, 2/5), Rezzano 11 (2/3, 2/5), Lupusor 0 (0/1, 0/1), Rossi 4 (2/5, 0/3), Ammannato 17 (2/4, 1/1) N.E.: Rush, Sebastiano Florio, Sindoni
Tiri Liberi: 20/25 – Rimbalzi: 31 21+10 (Azzaro, Ammannato 8) – Assist: 12 (Deloach 5) – Cinque Falli: Rossi
De’ Longhi Treviso: Williams 15 (1/2, 3/8), Pinton 3 (1/6 da tre), Malbasa 0 (0/1 da tre), Fabi 15 (4/7, 2/6), Fantinelli 9 (3/3), Powell 16 (6/8, 0/1), Rinaldi 22 (6/12, 3/3), Negri 10 (5/5, 0/1), Vedovato 0 (0/1) N.E.: Busetto, Cefarelli
Tiri Liberi: 13/19 – Rimbalzi: 23 16+7 (Powell 8) – Assist: 16 (Williams, Fantinelli 5) – Cinque Falli: Negri
===============================================
Andrea Costa Imola – Europromotion Legnano 85-70 (13-15, 19-24, 26-16, 27-15)
Andrea Costa Imola:  Sedioli, Folli, Bushati 18, De Nicolao 5, Maganza 5, Prato 14, Anderson 22, Guazzaloca, Hassan 12, Perry 9.
Tiri Liberi: 12/22 – Rimbalzi: 30 19+11 (Anderson 8) – Assist: 6 (Bushati, Prato 2) – Cinque Falli: Bushati, Maganza, Perry
Europromotion Legnano: Krubally 18, Petrucci 15, Guidi, Maiocco 3, Frassineti 9, Arrigoni, Di Bella 11, Locci,  Merchant 14, Navarini
Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 31 21+10 (Krubally 11) – Assist: 7 (Maiocco, III Merchant 3)
===============================================
Remer Treviglio – Paffoni Omegna 92-79 (19-24, 31-21, 12-25, 30-9)
Remer Treviglio: Sabatini 8 (4/7, 0/2), Marusic 0 (0/3 da tre), Kyzlink 10 (1/6, 1/4), Slanina 6 (3/4), Gaspardo 15 (6/11, 0/3), Marino 18 (4/9, 2/4), Carnovali 12 (0/1, 4/8), Rossi 15 (6/7, 1/1), Turel 8 (2/6, 0/1) N.E.: Pasqualin
Tiri Liberi: 16/19 – Rimbalzi: 46 30+16 (Gaspardo 13) – Assist: 13 (Sabatini 5) – Cinque Falli: Carnovali
Paffoni Omegna: Della Torre, Iannuzzi 16 (7/16), Vildera 3 (1/5), Cappelletti 10 (3/7, 1/3), Conger 23 (9/11, 0/2), Masciadri 0 (0/2), Gurini 7 (1/2, 1/5), Marcelo Dip 0 (0/1), Smorto 3 (1/1 da tre), Saddler 17 (7/11, 0/2)
Tiri Liberi: 14/21 – Rimbalzi: 34 25+9 (Conger 8) – Assist: 10 (Cappelletti 5)
===============================================
Benacquista Latina – Basket Recanati 91-87 (15-21, 19-17, 24-16, 33-33)
Benacquista Latina: Banti 10 (2/11), Santolamazza 21 (3/8, 2/4), Ikechukwu Ihedioha 6 (1/4, 0/2), Uglietti 9 (4/6), Cantone 4 (2/3, 0/1), Portannese 5 (1/4, 0/4), Austin 22 (6/10, 3/5), Ianes, Reed 14 (3/6) N.E.: Mathlouthi, Di Ianni
Tiri Liberi: 32/41 – Rimbalzi: 40 26+14 (Reed 10) – Assist: 8 (Ikechukwu Ihedioha, Uglietti, Portannese 2) – Cinque Falli: Uglietti, Cantone
Basket Recanati: Sykes 24 (6/9, 1/3), Zanelli 8 (1/2, 2/3), Pierini 12 (3/5, 2/9), Gurini, Lauwers 14 (0/1, 3/6), Terenzi 2 (1/2, 0/1), Eliantonio 7 (2/4, 1/1), Mosley 16 (5/7, 0/1), Gueye 4 (0/3 da tre) N.E.: Galmarini
Tiri Liberi: 24/32 – Rimbalzi: 25 20+5 (Mosley 9) – Assist: 8 (Lauwers 5) – Cinque Falli: Zanelli, Mosley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons