Viola,lo showtime è servito

 

 

Palestrina si dimostra non in grado di reggere l’urto del rullo compressore orchestrato da coach Alessandro Fantozzi.

La prova con Scauri? Probabilmente era solamente un modo per ricaricare le “batterie” e partire nuovamente alla grande.

Partita dominata dall’inizio alla fine su di un campo difficile per i nero-arancio.1 a 7 iniziale prima di subire il primo ed unico pareggio dei locali.

Dopo di che, prova super. Dal secondo periodo si pressa alla grandissima. I numero “4” della Liomatic, Gambolati e Sereni offriranno delle prove top sia in attacco che in difesa così come la rivelazione Potì.

“Il Tigre” diventerà nuovamente letale dalla lunga ma sarà tutto il gruppo a convincere.

Tante palle recuperate, percentuali alla grandissima  con tanto di show-time finale terminato con un 63 a 78 finale. Ci sarà spazio anche l’esordio del baby argentino Marengo.

Dopo gli abbracci a Nello Lorenzetti, ex di turno, è il momento di godersi questa vittoria e continuare a lavorare così.La Viola è in vetta accanto al Rieti di Donato Avenia ed all’imbattuta Agrigento.

Giovanni Mafrici

per Teambasketviola.it

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons