Viola, servono gli artigli

 

 

Si chiude a Mantova il 2013 della Viola Reggio Calabria. E’ stato un anno importante per la compagine del Presidente Muscolino, un anno, sportivamente parlando, esaltante concluso con la conquista di un posto in Lega Silver al termine di una cavalcata coordinata dal coach Francesco Ponticiello e da un gruppo meraviglioso: terminata la stagione 2012-13, i reggini stanno combattendo contro tanti impedimenti. Il pricincipale è sicuramente la questione Palasport che ha costretto la Dirigenza a recarsi a Vibo Valentia per disputare le gare interne.

La Viola ha costruito un team giovane puntando al premio Under provando a salvarsi: l penultimo posto attuale non lascia tranquilli i supporters, anche se, tra alti e bassi e tante defezioni (il flop degli americani Kirkland e Bell), il bicchiere è assolutamente “mezzo-pieno”, considerando che il secondo posto in classifica è lontano solamente sei punti: bisognerà combattere per ottenere la salvezza sul campo. La Dirigenza è all’opera per potenziare un roster utilizzato per metà dallo staff tecnico. La bella vittoria contro Ravenna prima del Natale ha evidenziato come lo staff tecnico ama giocare con cinque fedelissimi (Sabbatino, Sorrentino, Fabi, Ammannato ed Hamilton) utilizzando i cambi solo in caso di necessità. Proprio per questo, la Dirigenza ha inserito ed ufficializzato una pedina chiave. Si chiama Diego Monaldi, era passato da Reggio Calabria in occasione di un torneo con la NazionaleUnder 18 (ritroverà coach Pasquale Motta, terzo di Coach Ponticiello, addetto video in quella spedizione azzurra al PalaCalafiore), il primo rinforzo ufficiale della Viola Basket, di scena questo pomeriggio a partire dalle ore 18.00 in casa della Dinamica Pallacanestro Mantovana.

Del play dell’Under 20 vittoriosa nell’Europeo si parla un gran bene: arriva dal Cus Bari, società che sta perdendo sul mercato una pedina dopo l’altra ed ha vinto una sola sfida, inaspettamente e contro qualsiasi pronostico in modo largo e devastante proprio contro la Viola in terra pugliese.

Il mercato dei reggini non dovrebbe finire qui. Lo sforzo economico della Dirigenza dovrebbe passare anche per il Senegal, ingaggiando il lungo Papa Dia, con l’ufficialità e la conseguente trattativa che dovrebbe concretizzarsi prima dell’esordio nel 2014 dei reggini, nella prossima uscita al PalaMaiata di Vibo Valentia contro lo spettacolare Omegna di James e Shepard.

I nero-arancio cercano la prima vittoria lontano dalle mura amiche contro una società che prende le mosse dal Mirandola, team che vinse il triangolare per la Dna due anni fa a Roma (grazie all’aiuto dell’incredibile vittoria del Corno di Rosazzo sulla Viola). Di quella spedizione fanno parte il cannoniere Jordan Losi e l’ottimo Pignatti.

Attenzione allo spettacolare Jefferson. Sotto le plance c’è l’ex Fortitudo Ranuzzi. Sugli esterni l’ex Reggio Emilia Veccia, compagno di giovanili di Kenneth Viglianisi (oggi a Tortona in Dnb) e dei fratelli Laganà (Marco è la stella dell’Angelico Biella in Gold, Luca gioca a Bernalda in Dnb).

Non ci sarà Ramon Clemente, occhi puntati sull’ottimo Nardi. In regia c’è una lieta conoscenza dell’ultima grande Viola, quella targata Agostino Silipo: i nero-arancio ritrovano Davide Lamma, giocatore letteralmente esploso in A1 con Lino Lardo (faceva il play in B1), fino a diventare un top player della Nazionale Italiana (mitiche le gare in compagnia di atleti del calibro di JJ Eubanks, Cittadini, Rombaldoni e Titus Ivory).

Sfatare il tabù trasferta? Ufficialmente sì, anche se i reggini sono reduci da un successo su di un rettangolo di gioco completamente nuovo contro la seconda della classe, il forte Ravenna.

Sabbatino e soci dovranno dimostrare che i progressi visti nelle trasferte di Ferrara e Firenze, nonostante le sconfitte, sono realtà.

La gara potrà essere seguita da tutti gli appassionati del Basket all’interno dello speciale cestistico firmato da Domenico Durante sulle frequenze della Radio Ufficiale della Viola, Radio Touring 104, con un ampio post-gara.

Nel post-gara, i tifosi storici della grande Viola, si incontreranno per un incontro revival al Pepy’s, noto locale cittadino per ricordare il passato e proiettarsi con il giusto spirito nella Viola di oggi, team che ha bisogno del calore del popolo nero-arancio.

Arbitrano Sergio Noce di Latina, Michele Gasparri di Pesaro ed Alex D’Amato di Roma.

Queste le probabili formazioni:

Dinamica Mantova: Vecchio, Jefferson, Veccia, Lamma, Ranuzzi, Nardi, Alibegovic, Pignatti, Allodi, Losi. Coach Morea.

Viola RC: Sabbatino, Sorrentino, Fabi, Hamilton, Ammannato, Monaldi, Caprari, Spera, Azzaro, Lupusor. Coach Ponticiello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons