Virtus,il riassunto dal Concentramento di Perugia

 

 

Per vincere il concentramento i giallo-rossi avrebbero dovuto trionfare con un buon margine di vantaggio contro l’accreditata Forlì:non è bastata una riscossa giallo-rossa per superare la Fulgor che accede alla fase finale.


 

 

Ecco i commenti da BasketAcademy.it

 

2^ Giornata – Concentramento 2

Virtus Catanzaro – Lions Basket Bisceglie 46 – 62

Parziali: (21-12; 14-18; 7-16; 4-16)

Arbitri: Stefanini & Di Deo

Virtus Catanzaro: Palazzo, Battaglia 12, Sparano Vitelli 11, Munizzi, Urzino, Carpanzano 8, Calabretta, Morici 8, Cossari, Celia, Paoletti 7, Screnci. All. Chiarella.

Lions Basket Bisceglie: Fracchiolla 7, Rosa, Abassi 18, Germinario 1, Moschettini 4, Curci, Barbera 7, Rianna, dell’Ermo 2, Lombardi 2, Mazzilli, Chiriatti 21. All. Lattanzio.

 

Ultimo match di giornata intensissimo che lascia viva la corsa a tre per il passaggio del turno, Bisceglie vince con buon margine e domani, con una vittoria su Acilia, si contenderà il primo posto con Catanzaro e Forlì sempre che siano i primi a vincere. Una vittoria della Fulgor chiuderebbe definitivamente i giochi.

Ma veniamo alla gara: è’ la virtus Catanzaro a partire meglio, Battaglia e Sparano Vitelli conducono l’attacco calabrese portando la propria squadra subito avanti di 9 punti alla fine del primo periodo. Bisceglie non si scompone e risponde agli avversari con un’ottima fisicità e capacità tecniche, Abassi gestisce al meglio la regia ed i pugliesi rosicchiano punti importanti sugli avversari riducendo il gap a sole 5 lunghezze quando siamo arrivati a metà gara. Il rientro in campo è decisivo, le due formazioni continuano a darsi battaglia ma la difesa a zona dei Lions mette in difficoltà la Virtus che non riesce a trovare con continuità la via del canestro. A questo punto l’inerzia si sposta in favore dei pugliesi che, guidati da Chiriatti, chiudono la terza frazione avanti di 4 lunghezze. Negli ultimi dieci minuti Catanzaro continua a difendere con grande agonismo ma gli avversari proseguono a difendere a zona non consentendo ai calabresi di segnare. Sull’altra metà campo è ancora Chiriatti ad infilare canestri decisivi, ben coadiuvato da Barbera che chiude di fatto il match: finisce 46-62.

 

 

Fulgor Libertas Forlì – Virtus Catanzaro 86 – 77

Parziali: (26-18; 27-19; 15-29; 18-11)

Fulgor Libertas Forlì: Basile 5, Gasperini 4, Maraldi, Serrani 13, Orlando, Mariani 3, Mambelli 2, Nernegna 24, Godoli 19, Valgimigli, Agatensi, Fantuzzi 16. All. Tumidei.

Virtus Catanzaro: Cossari 3, Palazzo 2, Sparano Vitelli 13, Munizzi, Urzino, Carpanzano 9, Morici 16, Celia, Battaglia 24, Paoletti 10, Scuderi, Screnci. All. Chiarella.

 

Gara emozionante quella tra Forlì e Catanzaro, i calabresi riaprono il match nella sua parte centrale ma la Fulgor resiste e porta a casa la vittoria che gli consente di chiudere imbattuta nel girone, conquistandosi così l’accesso alla fase finale. I romagnoli partono subito forte mettendo il naso avanti ed allungando con le triple di Nernegna ed i canestri di Fantuzzi. Catanzaro cerca la reazione e sul finire di tempo riesce a ridurre il gap con Sparano Vitelli e Battaglia ma la distanza rimane ampia. Si va al riposo con Forlì avanti di 16 punti. Alla ripresa coach Chiarella scuote i suoi che trovano la giusta vena agonistica, la Fulgor non trova facilmente la via del canestro e gli avversari sono pronti a riversarsi in attacco riducendo lo svantaggio e riaprendo definitivamente la gara. Al termine della terza frazione i calabresi sono nuovamente sotto di sole 2 lunghezze. Nell’ultimo periodo Battaglia e Morici cercano ancora di riportare avanti la propria squadra, ma coach Tumidei mantiene alta la concentrazione dei suoi che riescono a tener botta, Fantuzzi e Serrani infilano punti importanti e Nernegna chiude la gara dalla linea dei liberi. Forlì batte Catanzaro 86 a 77 e vola alla fase finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons