VIS REGGIO,STORIA DI UNA BRUTTA DEBACLE

Nella passata stagione, nell’atipico mini-girone con la Campania, la sconfitta giunta al fulmicotone contro Forio, poi vincitrice del campionato lasciò l’amaro in bocca nelle menti e nei cuori dell’appassionata dirigenza Vis.

Ne venne fuori un campionato, partito con tante ambizioni(determinante probabilmente il giro a vuoto di Ba) e terminato con la salvezza rocambolesca e vincente nelle battute finali contro Cercola.

Sabato scorso, la rocambolesca sconfitta contro una Mastria ancora in rodaggio, ed orfana di una pedina cardine come Sereni fa riflettere.

Comunicato, per certi versi duro, a nostro a avviso del network bianco-amaranto(che proponiamo ai nostri lettori), probabilmente alla ricerca di una scossa già da domenica in casa della forte Basket School Messina di Pippo Sidoti.

Coach Ortenzi non è nato ieri, ed avrà sicuramente le chiavi per sbloccare un complicato inizio di torneo.

 

Da Uff.Stampa Vis

DIELNET VIS RC – MASTRIA CATANZARO 71-73
Esordio amaro nella prima gara del campionato di C Gold per la Vis Reggio Calabria, al Palabotteghelle passa la Mastria Catanzaro.
I ragazzi di coach Ortenzi partono bene nel primo quarto chiudendo la prima mini frazione in vantaggio di 10 punti . La squadra giallorossa si aggrappa ai tanti fischi arbitrali nel primo tempo che le consentono di andare ripetutamente in lunetta , i locali, comunque in controllo, chiudono il primo tempo avanti di 5.
Il terzo quarto comincia con una Vis arrembante che , grazie alle triple di Svoboda e Romeo, torna il doppia cifra di vantaggio , ma dopo pochi minuti succede l’incredibile. Latella e Svoboda, che al momento avevano messo in cascina 20 punti in due , reagiscono all’ennesimo fischio arbitrale con un nervosismo ingiustificato e vengono giustamente espulsi dall’arbitro Micino. Catanzaro monetizza l’ingenuità di coloro che dovrebbero essere i fari bianco amaranto , realizzando tutti i tiri liberi sanzionati e di fatto rientrano in partita.
Tanta confusione nell’ultimo quarto, Yusuf non viene piu servito, nonostante una partita fino a quel momento esemplare condita da 4 stoppate. La Vis si aggrappa ai veterani Warwick e Lobasso, che nonostante i pochi allenamenti nelle gambe, lottano fino all’ultimo secondo, ma non basta. Catanzaro sente che la preda è in difficoltà, i reggini continuano a collezionare palle perse , i giallorossi azzannano una Vis allo sbando facendo loro il match con il punteggio di 71 a 73.
Perdere una partita ci sta, ma quando questo avviene per frenesia, nervosismo e follia , lascia tanta delusione ed amarezza.
Ai reggini servirà una settimana di allenamenti e profonda riflessione interna, il prossimo weekend si giocherà in terra siciliana contro la forte Basket School Messina
Show Buttons
Hide Buttons