VITTORIA CON DEDICA PER KOBE E GIANNA:I LAKERS VINCONO L’ANELLO

I Los Angeles Lakers vincono l’inedita edizione del campionato Nba in versione Covid 19.

Si è palesata, nuovamente, la superiorità mentale, manageriale e psicologica dell’organizzazione condotta da Adam Silver che ha mandato in scena un campionato senza precedenti e si è conquistata sul campo una delle più belle finali di sempre, seppur senza pubblico.

I Lakers battono gli orgogliosi Miami Heat(grandioso Butler) e si aggiudicano il loro 17/o titolo NBA, il primo dopo dieci anni. 

Con questo titolo, i giallo-viola eguagliano i titoli dei Boston Celtics all’interno di una sfida nella sfida tra Magic e Larry Bird vissuta negli anni 80.

Per LeBron James, il campione del Los Angeles Lakers, si tratta del quarto titolo, ottenuto con squadre diverse. 

Celebra ancora una volta il ruolo di Mvp e chiude in tripla grazie ad un match dominato sin dal primo quarto, chiuso con 9 punti a referto arrivati tutti in transizione: un impatto fisico e tecnico sul match che va oltre le cifre, che restano di tutto rispetto. Per lui 28 punti, 14 rimbalzi e 10 assist: la solita partita da palese MVP.

Largo merito di questo titolo va ad Antony Davis.

19 punti e 15 rimbalzi a referto raccontano soltanto in parte il suo impatto, la capacità di incidere e di segnare in una partita che gli regala con merito il primo titolo NBA della sua carriera.

La vittoria dei Lakers arriva a quasi 9 mesi dalla morte di Kobe Bryant, che aveva regalato alla squadra californiana il suo penultimo titolo nel 2010.

106-93 per L.A., dopo essere stati avanti nel punteggio dall’inizio alla fine. Merito della super prestazione di tutto il roster, che ha dimostrato di essere più fresco, atletico e reattivo degli avversari – a partire dal trio James, Davis e Rondo; uomini guida e di esperienza in questa cavalcata che ha portato la squadra di L.A. all’anello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons