VITTORIO MASSA:UN’ANNATA SPECIALE, NEL BENE E NEL MALE

Per due anni Addetto Stampa della Viola in una doppia annata dai risvolti problematici.

Venerdì scorso ha accompagnato i suoi compagni di viaggio andati in scena sul rettangolo multimediale di Rac Live: Coach Mecacci Filippo Alessandri,Matteo Fallucca, gli interventi di Donato Vitale, e quelli dei giornalisti Federico Minniti, Ugo La Camera, del nero-arancio Peppe D’Agostino.

Pillole da Rac Live

Annata: Annata unica ed irripetibile, imparagonabile anche alla stagione precedente.

Sul campo è stato fatto qualcosa di incredibile rispetto a quello che accadeva fuori dal campo.

Qualcosa di assurdo, non c’erano ruoli ma solo un motivo da trovare alla domenica per andare in campo.

E’ stato tutto meraviglioso.

 

Coach Mecacci? Il primo giorno aveva già chiesto le mie dimissioni.

Era la prima sera: mi sono fermato con i ragazzi per farli conoscere.

Il Coach andò dall’allora Amministratore Delegato per farmi licenziare.

Il gruppo: c’era voglia di stare insieme e giocare per vincere.

Non c’era un giocatore che avesse la voglia di vedere finire la stagione.

Tutti volevano andare fino in fondo.

 

La stagione – Era tutto surreale.

Vi basti pensare che quando avevo comunicato che il Palafiore  era occupato per il concerto dei “The Giornalisti” qualcuno pensò che dovessero cantare Chinè,Mafrici, Dattola e Domenico Suraci.

Il vero motivo per il quale la stagione è terminata è perchè c’era il clima giusto.

Un ruolo più che particolare non può che non averlo il Coach:ha fatto cose che non erano di sua competenza.

Nessuno gli aveva detto che doveva fare il politico, il dirigente, o l’esperto di Diritto.

Ha trasmesso equilibrio e determinazione a tutti.

PROFESSIONISTI REGGINI RIMASTI AL NORD, PARLA VITTORIO MASSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons