breaking news

DEMIS CAVINA LASCIA TORTONA

15 giugno 2017 | di admin
DEMIS CAVINA LASCIA TORTONA
Serie A2
0
Dopo tre anni straordinari le strade si separano La nota del Club Coach Demis Cavina lascia il Derthona al termine di tre anni straordinari. Questo il suo pensiero per il popolo bianconero: Non è facile descrivere le emozioni che sto provando in queste ore, nè tantomeno semplice condensare in poche righe i ricordi degli ultimi fantastici tre anni. Mi risulterebbe addirittura impossibile pensando a questo come un addio; per cui, partendo dalla fine, ci salutiamo come abbiamo fatto tante volte quando ci si incrociava sotto i portici. Un semplice “ciao”, certi che ci si rincontrerà presto. Lo sport, cosi come la vita, ci pone sovente davanti a delle scelte difficili che talvolta però esulano dalle motivazioni prettamente professionali. Ma sempre lo sport mi ha regalato la possibilità di conoscere la realtà del Derthona basket, la città di Tortona e cementare in questi tre anni tantissime amicizie che io e la mia famiglia conserveremo come pietre preziose. Vorrei ringraziare singolarmente tutti coloro che hanno partecipato attivamente al raggiungimento dei risultati di questi anni ma l’elenco sarebbe troppo lungo per cui, a tutti voi, dico semplicemente GRAZIE. Lo stesso ringraziamento che nello specifico faccio ai tifosi, alla società, allo staff, ai giocatori perché da questa esperienza esco migliorato come persona e come allenatore. Voltare pagina non vuol dire chiudere un libro: ora è il momento di ripartire e non posso che augurarVi il meglio. Per sempre Leone, Demis Cavina   Questo il saluto di Marco Picchi, dg del club bianconero: “Dopo tre anni di (tante) vittorie e sconfitte, di discussioni e di risate, di lavoro e di passione, di impegno e di voglia di migliorare le strade del Derthona Basket e di Demis Cavina si separano. Resterà la Storia, quella con la S maiuscola, quella che nessuno potrà cancellare. Ripartiamo da un nuovo progetto tecnico, con lo stesso entusiasmo, con tutta la voglia del mondo di stupire ancora e di rivivere insieme un grande Derthona.”
Bookmark and Share

Comments are closed.

Show Buttons
Hide Buttons