Allacciate le cinture,chi vince vola in Dna

 

 

 

C’è realmente tanta attesa.

Oggi a Porto Empedocle, sul lungomare Pirandello andrà in scena l’ultimo atto di una serie infinita.

 

Chi vince otterrà la promozione in A dei Dilettanti,la nuova Dna o per capirci meglio la vecchia B1.

 

Agrigento parte chiaramente favorita, forte di una regular season perfetta,aggiunta al titolo di Campioni D’Italia di Coppa di Lega conquistato in quel di Legnano battendo le migliori formazioni dell’intera penisola.

 

Reggio Calabria, dopo aver pareggiato i conti con grinta in gara due tra le mura amiche vuole ruggire ancora provando a far respirare i propri supporters aria di grande basket, come ai vecchi tempi.

 

In questa finale, le lacrime dei vinti, non saranno definitive:ricordiamo infatti che, chi perderà la sfida di questa sera avrà l’opportunità di giocare un nuovo concentramento a tre, da disputarsi probabilmente nella regione Lazio per decretare la quarta promozione della stagione.

 

Le due squadre non vedono l’ora di scendere in campo.

E’ il momento di pensare esclusivamente alla gara di questa sera, a margine dei ricordi delle precedenti sfide, delle precedenti finali o del cambio di rotta in biglietteria effettuato dalla dirigenza siciliana che, dopo aver attuato la politica dell’ingresso gratuito per tutto il percorso di post-season ha fissato nel prezzo di otto euro l’accesso ai soli tifosi di fede nero-arancio.

 

I due roster si conoscono ormai a memoria e si sfidano per la sesta volta in stagione.

 

La finalissima del Trofeo Sant’Ambrogio di Reggio, fu, nuovamente un anteprima della finale del campionato.Nell’edizione di due anni fa la finale fu disputata dai reggini e dall’Upea,nell’edizione 2012 proprio gli agrigentini sfidarono e vinsero contro una delle prime versioni dei nero-arancio(c’era in prova il lungo Politi).

 

Il computo in stagione è di un assoluto 2-2 frutto del rispetto totale del fattore campo tra le formazioni.

 

La Viola deve sfatare il tabù trasferta di queste finali e deve provare a firmare l’impresa di diventare la prima squadra in grado di vincere al PalaMoncada: gli amari ricordi di gara uno o delle due sfide di Capo D’Orlando della passata stagione non sono una grande messaggio di ottimismo.

Bisognerà lottare pallone su pallone e limitare al massimo la forza d’impeto della Fortitudo.

Al PalaMoncada è atteso il pienone di tifosi festanti per quella che, ci auguriamo, diventerà una splendida giornata di sport.

Arbitreranno i signori Luca Bonfante di Lonigo e Daniele Caruso di Roma.

 

Gli appassionati che non potranno recarsi in Sicilia potranno seguire, come sempre, la Radio Ufficiale del Team Nero-Arancio, Radio Rc International.La diretta grazie alla passione dell’Editore Santo Frascati andrà nuovamente in onda anche su Touring 104.4 a “Frequenze Unificate”.

 

Piccola nota a margine:Oggi è il compleanno del mitico Tonino Zorzi, Coach che ha scritto pagine e pagine scintillanti della storia di questi colori.

Tanti auguri al mitico “Paron” sperando possa diventare a distanza il talismano per una giornata indimenticabile.

 

Giovanni Mafrici

per Teambasketviola.it

Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons