B Femminile: Daniela Dublo, l’arma vincente Indomita

Grande fiuto del canestro, buon talento e tanti centimetri per coach Righini che con il suo arrivo è riuscito a dare maggiore fluidità ai giochi di attacco della squadra. 48 punti in due gare giocate, straordinaria la sua prestazione nell’ultimo incontro casalingo vinto dalle calabresi contro il San Matteo ME durante il quale Daniela, spesso servita dalle compagne al limite dei 24”, ha stupito il numeroso pubblico presente al Pala Greco per la sua precisione dal perimetro.

D: Prima gara sul tuo nuovo campo, partita molto intensa, vero Daniela?

R: Si, quella contro il San Matteo è stata una partita molto combattuta. Le mie compagne ed io ci siamo rese protagoniste di una bella prestazione soprattutto nella prima parte della gara durante la quale abbiamo realizzato ben 44 punti concedendone di contro solo 26 alle nostre avversarie, grazie soprattutto alla nostra difesa aggressiva. Nella seconda metà della partita invece ci siamo rilassate commettendo qualche errore di più, come ad esempio qualche palla persa di troppo, però alla fine siamo riuscite a portare a casa una vittoria per nulla scontata alla vigilia.

D: Che tipo di avversario ti sei trovata di fronte?

R: Anche se fino ad ora ho giocato nel girone siciliano della serie B femminile, non avevo mai incontrato prima il San Matteo (squadra inserita fino alla passata stagione nel girone calabro-siculo, ndr). Ho visto una squadra forte, ben attrezzata che ha in Diana Skrastina il maggior punto di riferimento, è un’atleta che ha giocato in serie superiori che sa tenere il campo e che fa giocare molto bene le proprie compagne.

D: Sembra tu stia attraversando un periodo di ottima forma: in campo quasi tutte le azioni di attacco vengono indirizzate su di te, 48 punti in due gare sono un ottimo biglietto da visita

R: Si, è vero mi sento in gran forma merito anche delle mie compagne che ripongono in me tantissima fiducia. In questo periodo ho le mani molto “calde”, spero possa continuare così. Certo non sarà facile ma sto cercando di metterci tanto impegno per contribuire fattivamente alla causa “Indomita”. Però durante una partita mi piace partecipare a tutte le azioni di gioco così, se un giorno le mie percentuali realizzative dovessero abbassarsi, potrò comunque continuare ad aiutare in altro modo le mie compagne. L’importante è vincere con un buon gioco di squadra; io penso che se in ogni gara sarà sempre una giocatrice diversa a fare la differenza, gli avversari avranno più difficoltà a batterci.

D: Tu e Laura Pessolano siete arrivate a Catanzaro oramai da due mesi, vi siete ambientate bene?

R: Fino al momento la nostra esperienza a Catanzaro è veramente positiva. La città è molto tranquilla (a volte un po’ troppo!), e con Laura cerchiamo sempre di tenerci impegnate per far passare il tempo oltre naturalmente ai nostri impegni quotidiani suddivisi tra palestra, piscina e allenamenti. Questa Società è poi diventata per noi la nostra famiglia qui in Italia, ci segue e non ci fa mancare nulla. Anche la squadra è molto unita e si vede in campo, insomma posso dire che mi trovo veramente bene…quindi per concludere vorrei dire a tutte le mie compagne che spero che questo possa essere un bel campionato in cui possiamo giocare bene e divertirci…forza ragazze!!!

 

Grazie a Daniela Dublo e un grosso in bocca al lupo per il campionato e per la gara di domenica contro l’Odysseus Messina.

 

Intervista di Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons