C Dil:I pagellini di fine girone di andata

. Termina il girone di andata. Ecco un piccolo resoconto squadra per squadra.

 

 

Agropoli:Poteva ottenere di più. Qualche infortunio di troppo ne ha compromesso più di una vittoria. Con gente come Raffaelli,Rossi Pose e Forino, però, tutto potrà accadere, promozione inclusa.

Amatori Messina:Ha perso un po’ di punti per strada ad inizio campionato con sconfitte al fulmicotone. E’ chiaro che con quei punti nello zaino Centorrino e soci sarebbero addirittura in vetta. La squadra c’è. È compatta, rodata ed ha inserito una pedina forte, combattiva e determinata come Pietro Vazzana. Può far bene.

 

Audax Reggio Calabria:Stagione da incubo. Zero punti, zero vittorie e morale a terra. La speranza di rialzare la testa probabilmente arriverà direttamente nel PlayOut. Servirà arrivare compatti, determinati e con il “sangue agli occhi” per sbaragliare la concorrenza. Sarà dura ma la salvezza  sul campo può voler dire veramente tanto.

Bk Battipaglia:Era partita addirittura con i favori del pronostico dopo aver vinto il campionato scorso, con lo stesso roster vincendo un grande PlayOff. Qualcosa è cambiato. L’irriconoscibile formazione campana ha cambiato coach(esonerato il vincente San Filippo), non mostra più il gioco fluido e determinato della passata stagione e dovrà combattere molto per allontanarsi dalla zona rossa.

Canicattì:Collettivo forte e compatto. Un mix di giovani ed esperti, un giusto mix di argentini ed italiani per riportare la B dei Dilettanti nella città siciliana.

Il big match contro Acireale ha dato il suo verdetto. Il  quintetto di coach Cantone chiude il girone di andata in vetta, campione d’inverno e qualificato per le Final Eight di Coppa dove Festino e soci proveranno a tener la Coppa in Sicilia(nelle Final Eight della passata stagione vinse l’Upea Capo D’Orlando)

Delta Salerno:Dieci punti conquistati con le unghie e con i denti. Non era partita con i favori del pronostico ma ha combattuto allagrande per ottenere la doppia cifra in classifica. Deve trovare continuità nei risultati per cercare di stare lontana dal penultimo posto.

Ediltomarchio Acireale:La vera sorpresa del girone. Squadra tosta che gioca un bel basket e che ha agito con un “Po’” di effetto sorpresa. Gente come Manzotti e Manservisi ha fatto davvero bene. Luca Colombo, centro mancino,attualmente potrebbe essere eletto Mvp del campionato. Un campionato che deve essere ancora conquistato sul campo dal gioco di coach Foti. I presupposti per continuare a sorprendere ci sono tutti.

 

 

Eurogroup Gela:Da tanto tempo nelle zone altissime di questo campionato. Le pedine cambiano ma i siciliani sono sempre in auge. Hanno perso un po’ di punti per strada ma il roster è competitivo per far bene. Ha cercato una guardia sul mercato al momento senza successo.

Isocasa Cosenza:Partita con il freno a mano tirato tra infortuni e sfortuna all’interno di una provvisoria classifica di inizio torneo che ricalcava quella della passata stagione. La caratura del roster, però è di spessore. Bosco e Pate,hanno iniziato a far canestro come si deve ed adesso fanno veramente paura. Nel PlayOff tutto potrà accadere.

Leazza Np Salerno:Altra rivelazione del girone. Gioco piacevole e veloce che ha messo k.o. più di una formazione quotata. Con la giusta continuità ed un corretto spirito di gruppo può raggiungere tranquillamente l’obiettivo PlayOff e provare a stupire.

 

Pontano Napoli:Otto punti in classifica e la preoccupazione di evitare il penultimo posto ha portato la dirigenza partenopea a ritornare sul mercato. Tammaro e Luongo possono portare i giusti benefici al team napoletano.

Racalmuto:Sedici punti per l’imprevedibile formazione siciliana.Lampi di grandissime giocate e black-out improvvisicaratterizzano i siciliani.Manzo e soci, possono qualificarsi tranquillamente al PlayOff e recitare il ruolo di “Mina vagante”.Attenzione alla crescita del lungo Francesco Pellegrino, giovane di cui si parla un gran bene.

Ranieri Int.Soverato:Partita benissimo addirittura in vetta alla classifica con otto punti. I punti, però sono rimasti tali. E’ ritornato coach Gioffrè, l’allenatore della promozione dalla C Regionale.Con l’innesto di Venuto il roster appare ancora più forte dovrà trovare la giusta quadratura sia in casa che in trasferta ma ha tutte le carte in regola per rialzarsi.

 

 

Veolia Rosarno:Stagione di transizione tra mille problemi ed un roster ridotto all’osso composto tra le altre cose da tantiesordienti.L’infortunio a Devis Brugalossi ha tarpato le ali al quintetto calabrese.L’obiettivo è lottare fino all’ultima giornata per evitare il PlayOut, obiettivo accessibile se l’”Effetto PalaFamurro “ritornerà ad essere quello di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons