Csi, Il fine è quello di diffondere nuove pratiche di sport e inclusione

Reggio, Rep Raccordo educativo permanente: il progetto rivolto a 20 minori sottoposti a provvedimenti dell’Autorità giudiziaria

Ha avuto inizio il 9 novembre 2023 il progetto “Rep: Raccordo educativo permanente” promosso dalla società Sport e salute S.p.A. e dal ministro per lo Sport e i Giovani per tramite del Dipartimento per lo sport il sostegno di progetti di sport sociale realizzati dall’associazionismo sportivo di base a favore di
categorie vulnerabili e soggetti fragili
attraverso l’avviso pubblico relativo al progetto “Sport di Tutti – carceri”, capofila del progetto Asd Ami…cizia 2011 con i partner Ministero della Giustizia ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Reggio Calabria, il Csi comitato provinciale di Reggio Calabria, l’associazione Urbana Aps. La collaborazione tra le diverse realtà, che a vario titolo si occupano di sport e inclusione, consente e consentirà, di affrontare le barriere sistemiche, di condividere le migliori pratiche e lavorare collettivamente per creare ambienti sportivi e sociali veramente inclusivi ed equi.

   

Nella società odierna, l’intersezione tra sport, salute e inclusione ha guadagnato un’attenzione significativa. Il potere dello sport di avere un impatto positivo sul benessere fisico e mentale è ben documentato, ma l’importanza di garantire che lo sport sia inclusivo e accessibile a tutti è altrettanto cruciale. Il progetto Rep: Raccordo educativo permanente nasce per promuovere attraverso lo sport l’inclusione, formazione e nuove opportunità a tutti quelle persone e alle comunità spesso emarginate utili a creare un panorama sportivo più equo e diversificato

«Il progetto trae forma e strategie dall’esperienza maturata sul campo, in particolare dallo sport dedicato ai bambini, ragazzi e adulti, attraverso tale sport e l’insegnamento del gioco: coesione, socialità, coordinazione motoria, l’uso del corpo, coordinazione spaziale, grinta, forza, gioia e affiatamento del gruppo, condivisione e rispetto delle regole. Il tutto per arrivare all’essenza dello scopo del progetto grazie alla collaborazione con importanti partner pubblici e del terzo settore” le parole del presidente Giuseppe Bella dell’Asd Ami…cizia 2011».

Promuovere un ambiente in cui tutti, indipendentemente dalle loro capacità o dal loro background, possano partecipare pienamente e godere dei benefici trasformativi dello sport e dell’attività fisica. Lo sport è sempre stato un potente strumento per promuovere la salute e il benessere. Non solo mantiene il nostro corpo in forma e agile, ma ha anche un profondo impatto sulla nostra salute mentale ed emotiva.

Negli ultimi anni c’è stato un crescente riconoscimento dell’importanza dell’inclusione nello sport, con una crescente enfasi sulla garanzia che tutti, indipendentemente dalle loro capacità o dal loro background, possano partecipare e trarre beneficio dalle attività sportive. L’inclusione nello sport si riferisce alla creazione di un ambiente in cui tutti si sentano benvenuti e apprezzati, indipendentemente dalle loro capacità fisiche, sesso, età, razza o status socio – economico. Significa rimuovere le barriere e offrire pari opportunità agli individui di partecipare allo sport e di goderne i benefici.

Show Buttons
Hide Buttons