DA CEFALU’ A SIDERNO: LA STAGIONE DI ALESSANDRO PIRRONE

di Giovanni Mafrici – Parliamo con uno dei protagonisti assoluti del campionato di C Silver, il braccio armato dell’Ymca.

pirrone

Seconda stagione in Calabria dopo il frammento di season a Cosenza.

Come ti sei trovato a Siderno e che stagione hai vissuto?

L’esperienza a Siderno è stata molto positiva sotto ogni punto di vista. Mi sono trovato benissimo con la squadra, la società e la città che mi ha fatto sentire uno di loro. Parlando di basket sicuramente è stata una stagione positiva sia dal punto di vista individuale che dal punto di vista collettivo vista la salvezza ottenuta.

 

Da dove è nato il tuo accordo con Siderno?

 

Sono stato contattato dalla società alla quale ero stato proposto da un “cefaludese” che da tempo vive a Siderno. Così sono andato a sostenere un provino risultato positivo e da lì abbiamo raggiunto l’accordo.

 

Hai giocato non solo in Calabria. Che impressione ti sei fatto del basket di questa regione?

 

 

Sicuramente la Calabria è una regione dove il movimento cestistico è molto vasto. Per quanto riguarda il campionato di serie C sicuramente il livello è pressoché uguale a quello di Sicilia e Campania dove ho precedentemente giocato.

 

La partita più importante dell’anno? Quella che difficilmente dimenticherai?

 

La partita più importante al fine della salvezza è sicuramente stata la vittoria a Villa San Giovanni durante la prima giornata di play-out contro di cui avevamo perso entrambi gli scontri durante la regular season.

La partita invece che ricorderò con più piacere dal punto di vista personale è stata la vittoria contro Crotone fuori casa nella quale ho messo a referto il mio massimo stagionale.

 

Sei stato al top nelle classifiche individuali dei marcatori. Con qualche “cannoniere” di questo torneo avresti la voglia di giocare prossimamente?

 

 

James William Warwick. Giocatore di indubbio talento e dalla bella personalità con cui mi farebbe molto piacere poter condividere una stagione.

 

Annata importante a livello personale, cosa ti aspetti dal tuo futuro?

 

La mia stagione a Siderno mi ha certo dato l’opportunità di mettermi in mostra e per questo ringrazio i miei compagni che mi hanno aiutato . Molte le soddisfazioni personali che mi fanno ben sperare per la prossima stagione. Adesso qualche mese di vacanza e vedremo questa estate cosa mi porterà .

Un grazie va alla vostra redazione che è stata sempre presente e ha permesso a tutti di poter seguire la stagione nella sua integrità.

Show Buttons
Hide Buttons