Il 2013 da sogno di Coach Chiarella

 

 

CATANZARO – In attesa della ripresa dei campionati regionali, qualche squadra è già scesa in campo nel primo fine settimana di questo 2014 per recuperare le gare posticipate. Fra queste, anche la SMAF Catanzaro allenata da coach Danilo Chiarella che ha brindato all’anno nuovo con il successo, il quarto della stagione, contro il Campo Calabro.

Un 2013 molto positivo per l’allenatore giallo-rosso in cui, dopo aver sfiorato la finale play-off in DNC alla guida tecnica della Planet nella stagione 2012/13, ha scelto di affrontare la nuova avventura in serie D con un gruppo giovanissimo tutto da scoprire. “Penso che il 2013 sia stato un anno irripetibile per quanto riguarda la mia esperienza all’interno del gruppo Planet Catanzaro – il commento di coach Chiarella. Nella prima parte della stagione, con la prima squadra abbiamo ottenuto risultati insperati sfiorando la finale play-off. Ma la soddisfazione più grande è venuta sicuramente dai complimenti ricevuti a fine anno per il gioco espresso dalla squadra e per il piglio con cui i ragazzi hanno saputo affrontare le delicate gare di semi-finale. La seconda parte dell’anno è meno impegnativa dal punto di vista dello stress delle partite domenicali ma non per questo meno interessante. Seguendo il progetto della Società, stiamo cercando di formare dei ragazzi giovanissimi per avere così nel prossimo futuro un ricambio generazionale. E’ un gruppo che deve ancora crescere ma ha grande voglia di lavorare e lo fa con molta intensità, per qualcuno di questi ragazzi nel giro di pochi anni si potrebbero aprire prospettive interessanti”.

In passato hai già seguito gruppi giovani, quindi questa non rappresenta per te una esperienza completamente nuova. Quanto conoscevi questi ragazzi prima di iniziare a lavorare con loro?

“Non è un gruppo di ragazzi completamente sconosciuto, molti di loro li avevo già visti all’interno del gruppo Planet. E’ invece molto eterogeneo formato da ragazzi che hanno avuto precedenti esperienze giovanili ma non di campionati senior. Ad inizio stagione abbiamo deciso di affrontare con la SMAF anche la serie D proprio per permettere loro di crescere maggiormente e di fare quanta più esperienza possibile all’interno di questo tipo di campionati”.

La SMAF ha iniziato il 2014 nel migliore dei modi ottenendo la quarta vittoria in campionato nel recupero contro Campo Calabro.

“Il nostro obiettivo primario è il campionato giovanile under 17. La scelta di far disputare anche l’under 19 e la serie D permette ai ragazzi di giocare un numero maggiore di partite ed acquisire una migliore confidenza con il campo. Per quanto riguarda la serie D, devo confessare che ad inizio anno avevamo preventivato di chiudere il campionato a zero punti. Ritrovarsi a meno di metà stagione con quattro vittorie è per me, in termini di classifica, già un risultato straordinario e la gara contro il Campo Calabro lo dimostra. Durante le vacanze i ragazzi si sono sempre allenati, non hanno mai mollato; per tre quarti abbiamo fatto una discreta partita poi siamo calati ma è normale per una squadra giovanile”.

Un augurio per questo 2014?

“Il pensiero è rivolto alla prima squadra, che possa realizzare quello che noi abbiamo sfiorato l’anno scorso. Per i miei ragazzi invece spero e cercherò di impegnarmi al massimo per trasmettere loro tutto ciò di cui hanno bisogno per diventare dei giocatori di pallacanestro”.

E a noi non resta che augurare a coach Chiarella un enorme “in bocca al lupo”.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons