In vetta, con tanta voglia di restarci

Intervista al Coach del Nuovo Basket Soccorso, Enzo Putortì:”L’Nbs? L’ambiente che prediligo”.”PlayOff? La Noir è la squadra da battere ma ci proveremo”.

23sezkl
-Coach Enzo Putortì: Leadership nel campionato di Promozione Maschile ma la strada è ancora lunga, dico bene? –

Dici molto bene,poiché restano da giocare quattro partite due abbastanza difficili con Pellaro ed Evergreen e due sulla carta più abbordabili ma in trasferta , con Pizzo ed Eutimo,per cui c’è ancora da lottare,ma sono ottimista perché ai play-off dovremmo arrivarci,bisogna capire come ci piazzeremo

Primo anno alla famiglia del Nuovo Basket Soccorso: come sta andando e quali sono gli obiettivi?

-In effetti è il primo anno che sono al N.B.S.,ma credo che tutto sia andato per il verso giusto.Ho trovato l’ambiente che prediligo,dirigenti giovani e appassionati ,atleti seri e volenterosi ,che non saltano un allenamento .Quando V.Tripodi,a settembre mi telefonò chiedendomi se ero disponibile ad allenare un gruppo giovane con l’inserimento di qualche senior ho subito aderito al progetto,perché in realtà credo che per far crescere i più giovani,ci deve sempre essere con loro qualche atleta più esperto.Abbiamo allestito,pertanto,per il campionato di Promozione,un mix di senior e junior abbastanza ben assortito che aveva proprio tale obiettivo,far maturare i più giovani e credo ci stiamo riuscendo.

-Noir, Soccorso, Evergreen e Fortitudo Pellaro dovrebbero essere le squadre pronte a far bene nella prossima post-season. Che playoff ti aspetti?

-Si,queste dovrebbero essere le quattro squadre che si disputeranno i playoff.La Noir è sicuramente la più forte,ha giocatori fuori categoria,(a tal proposito invio un abbraccio a Livio Nocera ,sperando di rivederlo presto di nuovo sul campo), le altre sono più o meno sullo stesso piano e si giocheranno l’altro posto disponibile.Sará una bella lotta.

-L’Eutimo Locri di Coach Reitano si sta giocando il pass per raggiungere la seconda fase del campionato Under 18 provando a conquistare un pass per lo spareggio con la rappresentante della Toscana. Una bella soddisfazione per una piazza a te cara, che ne pensi?

-Sono felicissimo per tutto lo staff Eutimo, per il presidente Schirripa con il quale mi sento spesso ,per il loro coach Ciccio Reitano che conosco bene perché ha giocato due anni con me quando allenavo a Locri per Euprepio Padula ,stanno lavorando bene con i giovani della Jonica e credo che piano piano raggiungeranno grossi risultati.

-Quartuccio da play? Le performance offensive di Schiavone? La difesa di Iero? Il fuori categoria Crucitti? Da dove arriva la forza del tuo gruppo?

-La forza del nostro gruppo sta nel fatto che cerchiamo ,assieme a Mimmo Minniti che collabora con me,di tirar fuori il meglio dai nostri ragazzi.Non abbiamo nomi di grido, però ognuno sa quello che deve e può dare.Tu hai nominato Crucitti,Schiavone,Iero e Quartuccio,ma io citerei anche Longo ,Federico,Zaffino ,Maio e finché c’è stato anche Ielacqua oltre ai 5 Under che si allenano sempre con grande impegno e voglia di migliorare.

-Tanti nati nel 1999 e 2000 in campo. Una bella sfida ed allo stesso tempo una bella soddisfazione, dico bene?

-I ragazzi più giovani si allenano con Mimmo,ma due allenamenti alla settimana li fanno anche in prima squadra.Ci sono due 99(Gelonese e Romeo) e tre 2000 (Cara,Casciano e Barreca) che sono sempre convocati e che regolarmente hanno il loro spazio anche nelle partite di promozione .Lanciare questi giovani prodotti del vivaio NBS è stato motivo di grande soddisfazione per me e per la Società.

-Le regole sono pronte a cambiare ancora. C Silver con la Sicilia, Serie D massimo campionato regionale, parametri anche in Promozione e tessera di allenatore di base che varrà da capo –coach solo in Serie D. Va tutto a rotoli? –

-Le regole purtroppo cambiano in peggio ogni anno,per cui non c’è da meravigliarsi delle novità che la federazione si inventa.

Che ti devo dire,probabilmente nei prossimi anni per divertirsi si andrà a giocare nei campionati CSI o similari.

Qualche giocatore ruberesti alle altre tre formazioni d’alta quota del tuo girone? (Noir,Evergreen e Pellaro).

-Fermo restando che mi va bene il gruppo che abbiamo,se proprio dovessi scegliere prenderei Postorino (Noir), Cilione (Evergreen) e Zumbo (Pellaro).

-Tante, troppe compagini hanno salutato anzitempo il mondo del basket. Quanto mancano al movimento compagini come l’Azzurrina o la Target solo per citare quelle a te più care?

-Purtroppo tante società storiche hanno gettato la spugna per motivi economici,troppo costosi questi campionati e ho paura che se si va avanti di questo passo molte altre abbandoneranno il mondo della pallacanestro.

-Progetti per il futuro?

-Finiamo questo campionato e poi si vedrà.

In vetta, con tanta voglia di restarci

-Coach Enzo Putortì: Leadership nel campionato di Promozione Maschile ma la strada è ancora lunga, dico bene? –

 

Dici molto bene,poiché restano da giocare quattro partite due abbastanza difficili con Pellaro ed Evergreen e due sulla carta più abbordabili ma in trasferta , con Pizzo ed Eutimo,per cui c’è ancora da lottare,ma sono ottimista perché ai play-off dovremmo arrivarci,bisogna capire come ci piazzeremo

 

Primo anno alla famiglia del Nuovo Basket Soccorso: come sta andando e quali sono gli obiettivi?

-In effetti è il primo anno che sono al N.B.S.,ma credo che tutto sia andato per il verso giusto.Ho trovato l’ambiente che prediligo,dirigenti giovani e appassionati ,atleti seri e volenterosi ,che non saltano un allenamento .Quando V.Tripodi,a settembre mi telefonò chiedendomi se ero disponibile ad allenare un gruppo giovane con l’inserimento di qualche senior ho subito aderito al progetto,perché in realtà credo che per far crescere i più giovani,ci deve sempre essere con loro qualche atleta più esperto.Abbiamo allestito,pertanto,per il campionato di Promozione,un  mix di senior e junior abbastanza ben assortito che aveva proprio  tale obiettivo,far maturare i più giovani e credo ci stiamo riuscendo.

 

-Noir, Soccorso, Evergreen e Fortitudo Pellaro dovrebbero essere le squadre pronte a far bene nella prossima post-season. Che playoff ti aspetti?

 

-Si,queste  dovrebbero essere le quattro squadre che si disputeranno  i playoff.La Noir è sicuramente la più forte,ha giocatori fuori categoria,(a tal proposito invio un abbraccio a Livio Nocera ,sperando di rivederlo presto di nuovo sul campo), le altre sono più o meno sullo stesso piano e si giocheranno l’altro posto disponibile.Sará una bella lotta.

 

-L’Eutimo Locri di Coach Reitano si sta giocando il pass per raggiungere la seconda fase del campionato Under 18 provando a conquistare un pass per lo spareggio con la rappresentante della Toscana. Una bella soddisfazione per una piazza a te cara, che ne pensi?

 

 

 

-Sono felicissimo per tutto lo staff Eutimo, per il presidente Schirripa con il quale mi sento spesso ,per il loro coach  Ciccio Reitano che conosco bene perché ha giocato due anni con me quando allenavo a Locri per Euprepio Padula ,stanno lavorando bene con i giovani della Jonica e credo che piano piano raggiungeranno grossi risultati.

 

-Quartuccio da play? Le performance offensive di Schiavone? La difesa di Iero? Il fuori categoria Crucitti? Da dove arriva la forza del tuo gruppo?

 

 

-La forza del nostro gruppo sta nel fatto che cerchiamo ,assieme a Mimmo Minniti che collabora con me,di tirar fuori il meglio dai nostri ragazzi.Non abbiamo nomi di grido, però ognuno sa quello che deve e può dare.Tu hai nominato Crucitti,Schiavone,Iero e Quartuccio,ma io citerei anche Longo ,Federico,Zaffino ,Maio e finché c’è stato anche Ielacqua oltre ai 5 Under che si allenano sempre con grande impegno e voglia di migliorare.

 

-Tanti nati nel 1999 e 2000 in campo. Una bella sfida ed allo stesso tempo una bella soddisfazione, dico bene?

 

-I  ragazzi più giovani si allenano con Mimmo,ma due allenamenti alla settimana li fanno anche in prima squadra.Ci sono due 99(Gelonese e Romeo) e tre 2000 (Cara,Casciano e Barreca) che sono sempre convocati e che regolarmente hanno il loro spazio anche nelle partite di promozione .Lanciare questi giovani prodotti del vivaio NBS è stato motivo di grande soddisfazione per me e per la Società.

 

-Le regole sono pronte a cambiare ancora. C Silver con la Sicilia, Serie D massimo campionato regionale, parametri anche in Promozione e tessera di allenatore di base che varrà da capo –coach solo in Serie D. Va tutto a rotoli? –

 

 

-Le regole purtroppo cambiano in peggio ogni anno,per cui non c’è da meravigliarsi delle novità che la federazione si inventa.

Che ti devo dire,probabilmente nei prossimi anni per divertirsi si andrà a giocare nei campionati CSI  o similari.

 

Qualche giocatore ruberesti alle altre tre formazioni d’alta quota del tuo girone? (Noir,Evergreen e Pellaro).

-Fermo restando che mi va bene il gruppo che abbiamo,se proprio dovessi scegliere prenderei Postorino (Noir), Cilione (Evergreen) e Zumbo (Pellaro).

-Tante, troppe compagini hanno salutato anzitempo il mondo del basket. Quanto mancano al movimento compagini come l’Azzurrina o la Target solo per citare quelle a te più care?

 

 

 

-Purtroppo tante società storiche hanno gettato la spugna per motivi economici,troppo costosi questi campionati e ho paura che se si va avanti di questo passo molte altre abbandoneranno il mondo della pallacanestro.

 

-Progetti per il futuro?

 

-Finiamo questo campionato e poi si vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons