INOSSIDABILE,VINCENTE E SEMPRE POSITIVO,PARLA ANDREA SORRENTINO DA RAGUSA

C’è anche la grande prestazione del capitano Andrea Sorrentino, 14 punti da trascinatore, dietro la vittoria della Virtus a Reggio Calabria, lo scorso weekend. Un successo che dà a Ragusa il doppio vantaggio negli scontri diretti e, soprattutto, una prospettiva diversa in vista del Play-In Gold, cui la squadra di coach Recupido si è qualificata aritmeticamente con tre turni d’anticipo. Nella seconda fase, contro le avversarie del girone G (Puglia e Campania), la Virtus partirà dai punti accumulati nella prima contro le dirette concorrenti: quattro con la Viola, due con Sala Consilina (che occupa attualmente il quarto posto).

   
 

Nella sfida del PalaCalafiore di domenica, Sorrentino è stato decisivo con la tripla del 73-78, che ha mandato i titoli di coda sulla partita e sul tentativo di rimonta dei padroni di casa (già stoppato dal canestro di Cioppa, venti secondi prima). L’analisi del capitano della Virtus parte però da un fattore esterno: “Complimenti al popolo reggino per la cornice di pubblico presente al palazzetto, è stato bellissimo giocare in un ambiente così caldo ma corretto. Abbiamo lavorato tanto in vista della gara di domenica – dice Sorrentino -, sapevamo quanto valesse. Come dimostrano le ultime azioni, ci siamo aggrappati alla partita con le unghie e con i denti, nonostante avessimo quattro giocatori fuori per cinque falli, Calvi indisponibile e Brown coi polsi fasciati. Siamo rimasti agganciati ed è stato bellissimo portare a casa i due punti”.

Una prova di carattere, che testimonia la crescita della squadra, giunta adesso a quattro vittorie di fila. Tutte difficilissime: all’ultimo secondo in casa contro Sala Consilina; poi le trasferte di Barcellona e Reggio, con in mezzo l’altra sfida insidiosa con Milazzo. Un tour de force che ha indirizzato Ragusa verso la seconda parte della stagione con il morale alto. Per la conclusione della prima fase mancano tre partite. Si comincia domenica contro Castanea, a Messina: “Sappiamo per cosa è costruita questa squadra e dove vuole arrivare la società – conclude Sorrentino -, sarà compito nostro mantenere alta l’attenzione e utilizzare queste gare che rimangono come rodaggio in vista della seconda fase, che è ancora più importante”.

Show Buttons
Hide Buttons