LA PALLACANESTRO CATANZARO PRESENTA IL SETTORE GIOVANILE

 

Alla presenza del consigliere delegato Francesco Barbieri,  dei dirigenti Lorenzo Scuderi e Tommaso Zofrea e del responsabile tecnico di tutto il network giovanile catanzarese, coach Fabrizio Tunno, giornalisti e tifosi hanno avuto modo di conoscere meglio quello che è senza dubbio il cuore del movimento cestistico catanzarese, che da qualche anno si propone sul territorio provinciale e regionale come guida del movimento.
Tale ruolo è stato affermato mediante continui contatti ed accordi con altre società e la costituzione di un network, che allo stato attuale comprende le seguenti società e centri minibasket: Virtus Catanzaro, San Michele Catanzaro , Catanzaro Centro Basket, Mater Domini Catanzaro e Smaf Catanzaro. 
L’avv. Francesco Barbieri ha aperto l’incontro sottolineando l’importanza del settore giovanile, di un fenomeno che non nasce né dalla sera alla mattina né per caso e che è di grande sostegno per tutto il network catanzarese ed anche regionale. Con grande soddisfazione è stato annunciato il recentissimo prestigioso riconoscimento ottenuto dal settore giovanile giallorosso, con la convocazione di Gianluca Carpanzano e Dario Palazzo (classe ’95), insieme a coach Tunno, al Torneo Internazionale “Omega Cup” che si svolgerà a Panevezys (Lituania) dal 27 al 29 Dicembre.  I giovani catanzaresi giocheranno con la maglia del Fabriano, unica società italiana ospite del torneo al quale hanno al momento aderito le società A.Sabonis di Kaunas, S. Marciulonis di Vilnius, Irmus di Panevezys e Cska di Mosca.
Spazio, poi, alle parole dell’Ing. Scuderi, la cui passione per la pallacanestro traspare immediatamente agli occhi dei presenti. Il dirigente responsabile dell’area giovanile parte dalle origini del movimento, racconta di una storia nata cinque anni fa e sottolinea quanto sia fondamentale l’attività sportiva per i ragazzi, che, soprattutto al giorno d’oggi, sono sempre piu’ attratti da altre situazioni o attività che potrebbero non essere positive per la loro crescita. Importanti gli obiettivi che si prefigge il settore giovanile e che il dirigente Scuderi sottolinea con forza non essere assolutamente legati ai risultati ottenuti sul parquet. Da quest’anno sarà attivato un servizio di foresteria a poca distanza dal PalaPulerà, dove verranno ospitati ed accuditi al meglio ragazzi delle annate 1991-1993 ai quali, a breve,  farà compagnia un giovanissimo italo-brasiliano (Angelo Vitelli classe 1995), prospetto di sicuro valore ed attuale componente della nazionale brasiliana Under 15.
Tocca a coach Tunno elencare un po’ di numeri del movimento giovanile, che consente di fare sport agonistico a circa 100 ragazzi e che nella stagione 2010/2011 si appresta ad affrontare circa 150 partite partecipando a sei campionati giovanili (Under 13, 14, 15, 17, 19 e 21) ed in alcuni di essi con piu’ squadre.
Nel campionato Under 21 in particolare, che da questa stagione prevede un girone regionale, il Network della Pallacanestro Catanzaro sarà presente con due squadre (Virtus Catanzaro e Catanzaro Centro Basket); nel campionato Under 19 saranno invece tre le squadre partecipanti (Virtus, San Michele e CCB) . Nei campionati per i piu’ giovani, infine, difenderanno i colori giallorossi le altre compagini del network, ed in particolare l’Under 13 verrà disputata dalla Smaf Catanzaro, che insieme al Centro Minibasket Mater Domini ed al Centro Minibasket San Michele si occupa del movimento Minibasket della Pallacanestro Catanzaro.
Quattro i tecnici che operano nel network oltre a coach Tunno: Danilo Chiarella, Antonio Ceroni, Andrea Cattani e Francesco Pullano. In totale, 5 società, 100 ragazzi, 150 partite, 6 campionati, 5 tecnici, 8 dirigenti, 2 preparatori e 2 fisioterapisti: numeri che, semmai ce ne fosse ancora bisogno, evidenziano ancora meglio la dedizione, la passione per la pallacanestro e per la crescita giovanile messa in campo dalla società giallorossa, che, non dimentichiamo, fa anche fronte ad un impegno economico non da meno con numeri altrettanto importanti.
Un esempio positivo, dunque, una società che vuole fare pallacanestro e lo fa nel modo migliore e che merita e speriamo possa avere il sostegno di tutti, nessuno escluso.

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons