La risposta

 

 

Arbitro batte Aspi, 73 a 71 sarebbe più giusto scrivere Olympic – Aspi = 73 a 71. Ho letto su sollecitazione di un nostro atleta la nota inviata dal sig. Panaia, che peraltro non conosco.

Il dirigente della piana, ha fatto una descrizione dettagliata dell’incontro parlando di secondi mancanti, di falli, di tiri, dei migliori della partita, dei coach, degli arbitri (in special modo), alla fine chiude con: “parlare della partita non ha senso”, ma nella sua nota non ha fatto solo questo?

Mi pare un pò strano il suo comportamento,  sembrava si dovesse giustificare un risultato negativo e forse inaspettato, non è molto corretto esprimere un punto di vista (di parte) coinvolgendo anche la Società avversaria.

Ho parlato alla fine della partita con Ciccio Brosio ed era molto amareggiato, lo stesso però ammetteva: “forse ho esagerato”, il sig. Vivacqua ha fischiato fallo, ha comminato un tecnico, Brosio continuava a protestare, che può fare l’arbitro ……..   1) mettersi i tappi alle orecchie, 2) il prosciutto davanti agli occhi, 3) espellerlo, decisione che ha preso. Il dirigente non dice che dopo l’espulsione l’inerzia della partita è cambiata, l’arbitraggio è stato buono (più per loro che per noi) e che a qualche minuto dalla fine ci hanno sanzionato con un tecnico alla panchina, sol perchè un nostro atleta ha detto : “fallo”.

Eravamo in parità, il Polistena è andato avanti di 2 punti e se alla fine ha perso è solo merito dei nostri ragazzi e non del sig. Vivacqua. Mi avevano descritto l’arbitro in questione come una persona particolare, non mi ha dato questa impressione e non perchè abbiamo vinto, arbitra in modo diverso dagli altri colleghi ma forse è meno condizionabile dei fischietti reggini.

Abbiamo perso  una partita  anche noi, non tranquilla come Olympic – Polistena, potevamo parlare di comportamenti opinabili da parte di arbitri e avversari, ma abbiamo preferito stare tranquilli evitando di generare polemiche, di contrasti di gioco ha parlato Reggio a canestro ……. (loro Zidane, noi Materazzi).

 

Mi sarei aspettato un ringraziamento da parte del Panaia per la disponibilità dimostrata in merito all’effettuazione della partita, che è iniziata in ritardo per i seguenti motivi:

1 – ritardato arrivo degli arbitri (però gli stessi venivano da Cosenza);

2 – ritardato arrivo della squadra ospite, dapprima sono arrivati mi pare sei atleti, peraltro sprovvisti di documenti, ben oltre il termine massimo consentito è arrivato il resto del gruppo, con i documenti. Che sulla A3 ci fossero dei problemi per una frana si sapeva già da qualche giorno (e poi la squadra avversaria, non veniva da Cosenza). Il sottoscritto oltre ad informare gli arbitri che eravamo disposti ad aspettare tutto il tempo necessario, dichiarava agli stessi che era certo dell’identità dei giocatori già presenti nell’impianto e che per l’Olympic la partita poteva avere luogo in ogni caso.

 

Bisogna meditare sul fatto che per arbitrare Olympic – Polistena siano stati designati due fischietti cosentini, qualche motivo ci sarà, gli arbitri reggini fanno gli accompagnatori, i cine operatori, le polemiche e ……………………..

 

Basket Olympic Club R.C.

i.c.r.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons