La Viola non si ferma più

, ed è ancora vittoria. Se la società continua ed essere sola e priva ancora di un main sponsor, la squadra ,frutto di un attento lavoro e guidata da un eccelso coach Ponticiello, continua a vincere, inarrestabile. Gli atleti nero arancio danno un’ulteriore prova di audacia e coraggio, recuperando un gap importante contro un avversario preciso e determinato, che non ha smesso di lottare, ma che ha dovuto cedere alla forza di Caprari e dei suoi.

 

Grandissima la presenza del pubblico nelle fredda serata di ieri sera, ancora standing ovation per tutti gli atleti nero arancio, che, a fine partita, sono rientrati ben 2 volte dagli spogliatoi per rendere grazie a quel pubblico che si sta rivelando sempre più arma fondamentale di un inespugnabile PalaBotteghelle.

 

Il gioco parte con forte competizione, nella prima metà della frazione il punteggio rimane sul punto a punto portandosi sulla parità (10-10), Chieti si porta sul più 7 ma Piazza e Ricci riducono il gap (14-17). La Viola comincia a perdere terreno, ed una tripla di Gialloreto chiude la frazione 18-25.

 

Una tripla di Rajola da l’avvio al secondo quarto. Il gap comincia a diventare importante e la Viola e sotto di 10 punti(18-28),  Piazza interviene segnando altre 3 punti 21-28, seguiti da un canestro di Fontecchio. Quando l’avversario è quasi raggiunto,  con Raschi e i suoi  Chieti è ancora sulle dieci lunghezze di vantaggio (23-32). A – 4:21 dal termine della frazione, coach Ponticiello chiama i suoi, il punteggio è di 24-35. Un’altra tripla di Rajola, seguita da un canestro di Micevic,  aumenta pericolosamente la distanza di punti tra le due formazioni 27-40. Subendo fallo, il capitano nero arancio realizza due liberi. Sempre per un fallo, Piazza realizza altri 3 liberi (32-40). Ma Chieti non sbagli un colpo e Raschi segna da tre (32-43). Fabi risponde con un canestro, e coach Sorgentone chiama time out (34-43). Ancora un canestro di Rajola chiude il secondo quarto 34-45

 

Dagli spogliatoi, la Viola rientra più lucida e determinata. Fabi, in una delle sue migliori prestazioni del campionato, riapre il gioco, Micevic segna tre ed il capitano nero arancio risponde con una tripla (39-48). Con Fabi la Viola si porta a- 6 (42-48). Poi è Fontecchio a segnare, le lunghezze che avvantaggiano gli avversari ora sono 4 (44-48). Poi Fabi, con una tripla 47-48, ma una tripla d Raschi porta ancora respiro a Chieti (47-51). E’ Caprari a scuotere i suoi ,ma Rossi segna ancora (49-53). Canestro e fallo di Severini: Chieti è ancora in vantaggio (49-56), con Micevic in lunetta il vantaggio aumenta (51-57.) Il duo Quaglia  Fontecchio riduce il gap, la penultima frazione termina (55-59).

 

Grandissima l’eccitazione del pubblico nell’ultima frazione del gioco. Rugolo porta i suoi a- 1 (58-59). Dalla lunetta Fabi segna la parità ed arriva  il primo sorpasso nero arancio( 60-59). Da qui in poi, le squadre cominciano a sorpassarsi a vicenda: Raschi da ancora vantaggio ai suoi, Fabi segna il  62-61, Rajola non si arresta ma  Piazza con una tripla porta ancora la Viola sul vantaggio. E’ quindi  Rossi a riportare la parità (65-65). Per la Viola,  Fabi, totalmente concentrato  ridà respiro ai suoi, ma con Raschi è ancora parità (67-67). Canestro e fallo di Raschi e l’esito del match è ancora sul filo del rasoio, tutto da rifare, (67-70). Il capitano nero arancio, come sempre, si fa sentire nei momenti cruciali, e porta la parità con una tripla( 70-70). La tensione cresce ,Chieti cerca il fallo, con Rajola in lunetta si porta su+2 . Caprari risponde (72-72). Subendo fallo, dalla lunetta Piazza realizza due liberi. Ma è ancora Rossi a riportare il tutto sulla parità (74-74). Diomede in lunetta per un fallo porta il Chieti a+ 2 (74-76) a – :30’’. E’ ancora tutto da rifare. A causa di un antisportivo, il grande Ale Piazza segna un libero. Ma Ammannato stupisce ancora con canestro (77-76). E’ ora il capitano nero arancio in lunetta a – 16’’ dalla fine, a realizzare un libero. La tensione è altissima. A – 2 ‘’ dalla fine è ora Fabi in lunetta ad eseguire due perfetti tiri liberi che assegnano alla Viola una sudatissima e meritata vittoria. Per coach Ponticiello appalusi e grida di gioia di un pubblico in delirio per una squadra dalle prestazioni eccezionali.

Uff.Stampa Viola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons