Marmugi dalla Toscana con furore

La Calabria è stata da sempre terra di conquista e di grandi soddisfazioni per i “Toscani”.Mazzarri nel calcio con la Reggina, Benvenuti alla Viola, adesso Fantozzi con la voglia di non dimenticare nessun’altro..

Luca Marmugi, cosa ti ha spinto ad accettare l’offerta della Viola?

 

R:Essere corteggiato da più di un anno da una società prestigiosa ed importante come la Viola,non può essere che un enorme onore e motivo di orgoglio.Ho capito che il progetto è serio e con basi solide e non ho esitato ad accettare l’offerta!

 

Caprari,Paparella,Gambolati,Grilli,Laganà ed una formazione che si va via via costruendo.Saranno viaggi d’alta quota, che ne pensi?

 

r:Stiamo allestendo un roster davvero competitivo,spero di togliermi molte soddisfazioni prima di tutto a livello di squadra (la Promozione!!!) e poi perché no anche a livello personale.Bisognerà essere bravi ad amalgamarci bene l’un con l’altro perché non sono i nomi che vincono i campionati ma i fatti sul campo.

 

Che giocatore è Luca Marmugi, cosa può dare a questa Viola?

 

r:Cosa posso dare?sicuramente tanta voglia di lavorare,sudare e sacrificarmi a partire dagli allenamenti.Poi dal punto di vista tecnico sono un 4 puro di 2 metri con un buon tiro dai 6,75 e dalla media.In difesa posso marcare indifferentemente 4 e 5 perché sono un lottatore,”picchiatore”…non mi tiro mai indietro.Poi ovviamente sentirò il coach cosa si aspetta da me e cercherò di fare il meglio possibile.

 

Del tuo possibile arrivo in Calabria se ne parlava anche durante il basket mercato della passata stagione.C’era niente di vero?

 

r:è verissimo che già a Gennaio eravamo vicini al “fidanzamento”.Io avevo avuto dei problemi a Pavia,successivamente risolti e stavo cercando squadra.Poi pero’ all’ ultimo non se ne fece di niente.

 

Conosci gia il tuo coach? Hai gia parlato del tuo impiego per la prossima stagione?

 

Anche se può sembrare strano,non conosco personalmente coach Fantozzi.me lo ricordo molto bene quando giocava a Livorno e io,molto piccolo,lo andavo a vedere ed incitare…adesso magari sara’ lui ad incitare me dopo un errore o una bella cosa…questo è il bello della vita!

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons