NON SI PASSA IN TERRA ISOLANA: LA VIOLA PERDE A CAGLIARI

di Nino Romeo –  Troppo pesante l’assenza di Roberts. Paura per Allegretti.

CAGLIARI – Non si passa al PalaPirastu di Cagliari ed anche la Metextra Viola Reggio Calabria deve cedere il passo ai sardi che conquistano meritatamente i due punti al termine di una gara in cui i reggini, senza Roberts e con Fabi penalizzato dai falli, non sono riusciti a tenere botta per tutti i 40 minuti, subendo un pesante parziale nella seconda frazione e negli ultimi tre minuti del terzo quarto. Coach Paolini può godere, invece, di due grandi prestazioni di Keene (28 punti) e Stephens (20 punti ed 11 rimbalzi), veri trascinatori della Pasta Cellino.

La seconda frazione, oltre che per il parziale di 22-9 subìto dai neroarancio, rimarrà, purtroppo, segnata, ad un minuto e mezzo dalla fine, dal bruttisimo infortunio occorso a Marco Allegretti; il lungo varesino, dopo una schiacciata in contropiede, perde la presa sull’anello, subisce un movimento innaturale del corpo, che si arrotola in volo, e cade con tutto il peso tra testa e collo. Tutti sotto shock: partita sospesa per dieci minuti, barella sul parquet ed Allegretti trasportato in ospedale dopo aver provato a tranquillizzare tutti con un pollice alzato. I primi esami strumentali regalano, però, fortunatamente, buone notizie: il ragazzo sta bene. Forza Marco.

Dal punto di vista cestistico, dicevamo, davvero male la seconda frazione per i reggini: l’assenza di Roberts cui si somma il leggero infortunio a Caroti ed il 3° fallo di Fabi pesano troppo nell’economia del gioco offensivo del team reggino. Le percentuali al tiro non favorevoli fanno il resto e Cagliari si invola sul massimo vantaggio di +13 con cui si chiude il primo tempo.

In casa reggina tutti temono la terza frazione ed invece i neroarancio rientrano dagli spogliatoi con un piglio totalmente diverso dal solito: parziale devastante di 8-19 e gara riaperta dopo cinque minuti (51-49). Arriva, poco dopo, anche la parità al 27’ con Rossato (55-55) ma il 4° fallo di Fabi, “on fire” nel terzo quarto, ha una nuova ricaduta negativa sulle percentuali in fase di attacco della Viola che subisce un nuovo parziale, stavolta decisivo, di Cagliari che in tre minuti piazza un 10-0. Nell’ultima frazione Calvani rischia subito Fabi con 4 falli ma il gap subìto nei minuti finali della terza frazione pesa troppo e Cagliari riesce a gestirlo bene con i soliti Keene e Stephens.

Terza sconfitta in trasferta, dunque, per i reggini che hanno, però, dalla loro l’alibi di aver dovuto fare a meno di Roberts e di aver pagato l’assenza di Fabi (+12 di plus/minus) in quei 13 minuti che, nel computo totale della gara, sono costati molto cari. I segnali positivi non sono comunque mancati: la squadra ha fatto vedere per larghi tratti un’ottima qualità di gioco offensiva, purtroppo non ripagata dalle percentuali al tiro, e la solita intensità in difesa unita alla voglia di non mollare mai. Servirà continuare a lavorare ed insistere su questa strada che coach Calvani ha brillantemente tracciato finora cercando di tornare alla vittoria già da domenica prossima nella sfida al PalaCalafiore contro la Givova Scafati.

 

CRONACA – Coach Calvani deve fare a meno di Roberts e, al suo posto, schiera in quintetto Rossato. Quintetto completato da Caroti, Agbogan, Fabi e Pacher. Anche coach Paolini cambia il solito quintetto e schiera Keene, Rovatti, Bucarelli, Stephens e Matrone.

Partenza fulminea dei neroarancio con Rossato e Caroti per uno 0-5 al quale risponde subito Keene con quattro punti in fila (4-5 al 2’). Ancora Caroti, on fire dai 6.75, dall’altra parte risponde Rovatti da tre punti ed è 7-8 al 3’. La Viola trova bene Pacher piedi a terra sul perimetro ed AJ non perdona (7-11 al 4’). E’ ancora Keene dalla lunetta a tenere la Pasta Cellino sul -2 (9-11). Coach Paolini manda sul parquet l’ex e neo papà (tanti auguri) Roberto Rullo insieme ad Allegretti. Un reattivo Agbogan realizza da tre punti, dall’altra parte ancora Keene (13-14 al 6’); un ottimo pallone recuperato da capitan Fabi trasformato in due punti in contropiede (13-16 al 7’). C’è spazio anche per Taflaj che si fa trovare pronto e realizza subito da tre punti ; Cagliari tiene botta con Stephens. Difende bene la Metextra, coach Calvani concede un po’ di riposo a Fabi e lancia sul parquet anche Baldassarre. Leggero infortunio alla caviglia per Caroti costretto a rientrare in panchina. Sono due liberi di Roberto Rullo a dare il primo vantaggio agli uomini di casa (19-18 al 9’) poi è Ebeling a sfruttare una palla recuperata per involarsi in contropiede e realizzare il +3 (21-18 al 9’). Time out Calvani e dopo il minuto di sospensione è Passera a realizzare in jump dalla media poi è Taflaj a realizzare il libero del 21-21 con cui si chiude il primo quarto.

La seconda frazione si apre con un canestro di Allegretti poi è la coppia Baldassarre-Benvenuti a far valere un po’ la presenza sotto i tabelloni per il 23-24 Viola, poco dopo Cagliari torna davanti con Bucarelli (25-24 al 12’). Passera molto attivo in regìa ed i reggini muovono molto bene il pallone in attacco cercando sempre l’extra pass per trovare l’uomo posizionato meglio: tocca ad un positivissimo Taflaj riportare davanti i neroarancio ma Cagliari risponde subito con Turel da 3 punti (28-26 al 13’). I reggini giocano bene ma sprecano davvero tanto in attacco, Keene li punisce allora dai 6.75 e Cagliari tocca il +5 (31-26 al 15’). Calvani può rimandare sul parquet Caroti ma è costretto a richiamare subito dopo Fabi che commette il suo 3° fallo personale. Cagliari cavalca il momento negativo dei reggini e Keene spara la tripla del +8 (34-26 al 17’). I reggini costruiscono sempre un tiro in ritmo e con spazio ma le percentuali non sorridono alla Viola. Stephens si fa largo sotto i tabelloni e realizza il +10 per i padroni di casa (36-26 al 18’).

Caroti dalla lunetta sblocca il punteggio per i reggini ma Allegretti ripristina subito il gap (38-28). Lo stesso Allegretti nell’azione successiva va a schiacciare ma subisce un terribile infortunio cadendo con tutto il peso del corpo all’indietro sul collo; barella sul parquet, giocatori sotto shock e gara sospesa per dieci minuti. Allegretti viene portato in ospedale, non prima di aver tranquillizzato tutti con un pollice alzato. Forza Marco!!! Gli arbitri concedono un breve riscaldamento per poter riprendere il ritmo e si riparte dal 40-28 ad 1 minuto e 39 secondi dal termine della seconda frazione. C’è il tempo per un due punti di Caroti ma Keene replica con una tripla ed il primo tempo si chiude sul 43-30 per gli uomini di coach Paolini.

Primo tempo che si chiude con un 16/33 (48%) dal campo per Cagliari (con 5/15 da tre punti) e 17 punti di Keene; dall’altra parte 10/31 (32%) dal campo per i reggini (con 4/14 da tre) e 10 punti di Caroti, il migliore dei reggini.

E’ una tripla di Fabi ad aprire il terzo quarto (43-33 al 22’), risponde Rovatti poi ancora Fabi da due ma Cagliari resta sopra di 13 con Stephens che realizza da tre punti . La Viola, però, non ci sta e Caroti non perdona dai 6.75 (48-38 al 23’). Si sblocca Pacher che segna e subisce fallo ma sbaglia il libero aggiuntivo (48-40 al 24’), Keene, invece, non sbaglia dalla lunetta ed è 51-40. E’ caldissimo, però, Fabi che realizza due triple in fila e riporta la Viola sul -5 (51-46). Entra in ritmo la MetExtra che recupera un nuovo pallone, Pacher lancia Rossato in contropiede che segna e subisce fallo per il 51-49 al 25’. Il parziale dei reggini è di 8-19. E’ zona per la Viola, dopo due liberi di Bucarelli Pacher realizza il nuovo -2 (53-51); è poi fantastico Keene ma altrettanto efficace la transizione reggina, ancora a segno con Pacher. Sono poi due liberi di Rossato a fissare la parità al (55-55) 27’. Passo e tiro per Bucarelli e nuovo vantaggio della Pasta Cellino; brutto colpo per i neroarancio che devono fare i conti con il 4° fallo di Fabi, costretto a tornare in panchina. Bucarelli ed un numero di Keene da sotto danno il +4 ai sardi (59-55) mentre la Viola risente inevitabilmente dell’assenza di Fabi. Cagliari ne approfitta per allungare ancora con la tripla di Ebeling e tre punti in fila di Stephens: parziale di 10-0, interrotto sulla sirena di fine terzo quarto da una tripla di Passera (65-58).

Ebeling spacca subito la gara in apertura di ultima frazione con la tripla del +10 (68-58) poi è Stephens, con un aiuto di Pacher, a dare il +12 ai suoi (70-58). Pacher si fa perdonare realizzando da sotto ma Stephens fa quello che vuole nell’area colorata ed è 72-60 al 33’. 1 su 2 di Pacher dalla lunetta, la Viola difende e riparte ma la produttività in attacco è purtroppo inferiore al gioco prodotto. Rossato non vuole mollare e segna il canestro del -9 (72-63); dopo il timeout arriva la tripla di Fabi dall’angolo ed è -6 (72-66 al 36’). I neroarancio non riescono ad accorciare ancora il gap e Bucarelli si guadagna e realizza due liberi che fanno respirare Cagliari: 74-66 al 37’. Fabi to Rossato ed è ancora -6. Meraviglioso l’attacco successivo dei reggini con assist splendido di Fabi per Pacher che realizza da sotto. Ebeling tiene Cagliari sul +6 (76-70 al 38’), la Viola non vuole mollare ma la gara la chiude l’arbitro Yang Yao (terminati gli aggettivi per giudicarne l’operato) che, inspiegabilmente, non vede un chiaro fallo in attacco di Stephens e subito dopo punisce con un antisportivo Passera. Si va avanti dalla lunetta con Rossato, Stephens e Keene, non basta l’ultima tripla di Fabi che fissa il punteggio finale sull’83-74.

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

 

 

 

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST – 5a GIORNATA GIRONE DI ANDATA

PASTA CELLINO CAGLIARI – METEXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA 83-74

CAGLIARI: Keene 28, Allegretti 6, Turel 3, Rullo 2, Ebeling 10, Matrone, Bucarelli 8, Stephens 20, Bonfiglio ne, Rovatti 6. Coach: Paolini

VIOLA: Pacher 14, Passera 5, Taflaj 5, Caroti 13, Fabi 19, Baldassarre 1, Rossato 12, Agbogan 3, Benvenuti 2, Roberts ne. Coach: Calvani

ARBITRI: Andrea Masi di Firenze (FI) – Daniele Yang Yao di Vigasio (VR) – Leonardo Solfanelli di Livorno (LI)

PARZIALI: 21-21; 43-30; 65-58;

Show Buttons
Hide Buttons