OKC FA SUL SERIO. I THUNDER DI NUOVO AVANTI

di Gaetano Laganà – Ci si aspettava una reazione d’orgoglio dei defending champion e invece c’è stata la prova perfetta di KD e compagni che hanno letteralmente asfaltato la squadra di Steve Kerr.

Quello che preoccupa di più è la condizione fisica e mentale degli Warriors che sembrano stanchi e appagati. Senza nulla togliere alle straordinarie performance di OKC che in questi playoff pare abbia trovato i giusti equilibri.

adamGolden State – Oklahoma City (1-2). Donovan non sbaglia una scelta e costringe a numerosi errori Golden State. La chiave della partita sono stati ancora una volta i rimbalzi, con il due Adams/Kanter a fare la voce grossa dentro l’area. GSW invece ha dimostrato poca lucidità sia in fase di costruzione, sia in fase di scelta nei momenti chiave della partita.
La partita inizia con Oklahoma che prova subito a mettere pressione su Curry&Co e ci riesce con i Thunder che chiudono già avanti di 6. La seconda frazione è però quella decisiva. KD (33) è un cecchino, Westbrook (30) sfiora la tripla doppia nel primo tempo e i lunghi dominano a rimbalzo: parziale di 38-19 e Thunder che a metà gara guidano 72-47.
La ripresa si gioca solo per dovere di cronaca perché non cambierà più nulla nel match con Oklahoma che toccherà anche il +40. GSW alza bandiera bianca senza riuscire a reagire e termina 133-105.

Golden State perde la prima occasione di recuperare il fattore campo e si troverà già con le spalle al muro nella gara 4 di martedì notte. Certo con questo KD e questo Russ sembra dura per tutti!

Show Buttons
Hide Buttons