Parte la C Regionale

 

 

C’era una volta la C Regionale.

C’era un ghiotto movimento trascinato dal campionato più bello della Calabria,campionato che come numeri e seguito teneva botta anche alla grande Viola o al Cap della B.

Adesso,la C Regionale, vittima di forfait generazionali e di una crisi numerica dovuta all’imposizione dei parametri “Nas” si ripresenta in forma ridotta.

Nel prossimo week-end si parte con un torneo sempre più indecifrabile composto da sole dieci squadre.

Una favorita? No,assolutamente no.

Ci sono almeno quattro squadre o cinque che possono ambire al salto di categoria ma le

sorprese sono realmente alla finestra.Il problema è sempre il futuro.Salire,ottenere la promozione,ormai possono salire tutti.

Ormai, come disse un Dirigente di un team reggino, con mezza “domandina” ti ripescano in

Eurolega…

Parte la C tra mille dubbi.

Le motivazioni più nobili sono rappresentate senza dubbio da chi ha costruito team giovanili,

spesso con Under 16:questi ragazzi potrebbero rappresentare un giusto ricambio generazionale

all’interno di un movimento sempre più scarno.Scuola di Basket Viola,Virtus Catanzaro,Junior

Basket Lido e Rosarno dovrebbero avere questi skills,senza ombra di dubbio.

La criticatissima regola sui parametri ha azzerato l’interesse per questo sport, a questi livelli.

I dubbi e criticatissimi metodi di chi gestisce questi campionati a livello regionale hanno fatto il resto:in tanti, qualche anno fa erano stati buoni profeti.La Calabria con un movimento giovanile

ridotto e con una Viola che riprogrammava il futuro partendo dalla D aveva scommesso

sull’imposizione di quattro under nel campionato di C Regionale.L’esperimento è stato un flop

ed ha segnato l’allontanamento definitivo di tanti tesserati e rispettive famiglie e tifosi.

 

I favoritismi,un meccanismo di “lobby” ben radicato hanno fatto e stanno continuando a fare il resto.Burocrazie rispettate fino all’ultima virgola protocollata in certi casi con tanta professionalità, chiusura di occhi e prosciutto di Parma su altri occhi hanno contribuito al crollo ed all’allontamento di persone che nutrivano profonda stima e passione per questo sport.

 

In tutto questo c’è ancora chi ci crede.

L’Olympic sembra aver costruito un roster di tutto rispetto.Il capitano Lazzara è in formissima,Nino Crucitti è un giovane che può fare benissimo a questi livelli.Firmando l’ex miglior marcatore del torneo,Giovanni Iulianello, i rosso-blu si proietterebbero nelle zone alte di classifica.

Nelle zone alte ci può stare ampiamente anche Lamezia che dovrebbe firmare il “cannoniere” Rubino accanto ad un roster super collaudato.

La Botteghelle Basket si è mossa per tempo e riparte dall’entusiasmo del nuovo Coach Corlito e dall’innesto di due pedine da urlo come Canale e Santucci.

Villa,finalista nella passata stagione rilancia la sfida con due volti nuovi:Daniele Cerami e Seby Canale(quest’ultimo ancora da ufficializzare).

 

E poi c’è Cosenza.

La barzelletta è servita da parte di chi organizza il campionato.La situazione è intrecciata e grottesca,a tratti esilarante.

Nella passata stagione la Nertos richiede un ripescaggio dalla Promozione alla C Regionale prendendo le mosse dalla defunta compagine silana che prendeva parte alla Dnc.

Il diniego fu assoluto e giunse una lettera di diffida,tra le altre cose non firmata anche alla nostra redazione(agli altri media che avevano scritto lo stesso arrivò una semplice lettera di rettifica,dunque o noi di Reggioacanestro siamo i numeri uno,o siamo stati presi di mira perché “scomodi”),protagonista di aver rivelato una notizia probabilmente scomoda La risposta del nostro Direttore Mario Vetere zittì i mandatari(leggete qui).

Il dato sicuramente esilarante è che la nostra redazione, aveva corretto l’ipotetico errore(specificando ulteriormente che la richiesta di ripescaggio arrivava dalla Nertos) molto prima dell’arrivo della tardiva lettera di diffida che, ad oggi, ad un anno di distanza non ha avuto seguito.Ci saremmo aspettati delle scuse ufficiali da parte di chi governa ma,probabilmente,chi governa era intento a parlare male del nostro operato invece di specchiarsi e vergognarsi per l’accaduto.

 

L’organizzazione,non contenta, ne ha combinata un’altra in estate.Le analogie a questo punto si perdono.

La Nertos è stata promossa sul campo.Bene.

La C Regionale,per un’estate intera ha combattuto con i numeri.Si parla di telefonate di preghiera da parte degli organizzatori per fare aderire formazioni del passato,formazioni già defunte e formazioni della vecchia C2.

Il termine ultimo delle iscrizioni è stato addirittura prorogato per proseguire con questa opera di convincimento(parlare dei metodi non sarebbe carino).

Dopo un diniego iniziale, è arrivato un ripescaggio dalla promozione per la Bim Bum Basket,formazione che aveva chiuso il girone Nord della promozione  a quota zero dopo diciotto sconfitte consecutive.

Doppio salto dalla  Promozione alla C Regionale,proprio come voleva fare la Nertos.Ok,la Bim Bum ha un progetto giovanile in atto ma allo stesso tempo la Nertos non aveva ambizioni di costruire una buona squadra? Come funziona? Stentiamo a credere che in periodo di elezioni federali si possa parlare di voto di scambio(anche nel rispetto dei Dirigenti della BimBim che stanno investendo con coraggio su di un progetto nuovo),ma qualcosa di strano c’è.

Il problema di fondo è un problema di comunicazione perché risposte non ne arrivano.Si svolge tutto sottobanco a mò di “associazione dei carbonari”.Dunque,la credibilità crolla ed i dubbi crescono sempre di più.L’auspicio è che queste elezioni regionali possano togliere un po di polvere ad un movimento che porta con se tanti dubbi e poca chiarezza.

 

Tornando al basket giocato,le due squadre di Cosenza,giocheranno in C con tanta voglia di far bene.La Nertos ripartirà dal forte play Guzzo e da due esterni di livello come Marco Pate e Manu Gallo.Sotto le plance ci saranno Di Salvo,Trombino e Russo accanto al giovane Coscarella.

La Bim Bum,invece,secondo gli ultimi rumors sembra vicinissima al colpo grosso Tonino Pate.

In un modo o in un altro sabato e domenica si scenderà in campo.Ecco a voi il calendario della nuova stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons