Rosarno sconfitta che brucia

Amatori Basket Messina – Basket Rosarno 2000 66-63

Amatori Basket Messina: Adorno 11, Vecchiet, Centorrino 14, Arrigo 4, Carnazza 19, Galletta 10, Mondello n.e., Salvo n.e., Fazio 8, Restuccia.

Allenatore: Anselmo

Basket Rosarno 2000:Acquistapace n.e., Pronesti n.e., Alfonso 16, Brugalossi 10, Crucitti 11, Garruzzo, Iaria 12, Lopresti, Rizzieri 6, Speranza 8.

Allenatore: Gualtieri

Arbitri: Bernardino Dimontedi Bernalda (MT) e NicolaConterositodi Matera (MT).

 

Parziali: 24-12, 39-28, 49-45, 66-63

 

 

Partiamo dai  quintetti in campo.L’Amatori si affida alla vecchia guardia con Adorno,Centorrino,Carnazza ed Arrigo affiancati all’unico nuovo arrivato Vecchiet,cavallo di ritorno in arrivo dalla Cestistica Gioiese. Rosarno manda in scena la prima di coach Ciccio Gualtieri e non è da meno con quattro quinti di conferme: capitan Iaria,Rizzieri,Crucitti e Brugalossi affiancati al nuovo centro, il fuori categoria Alfonso.

Il primo centro del match è per una grande tripla di Peppe Carnazza, Adorno lo imita qualche istante dopo per il 6-0 a favore del Messina. I primi due punti del Rosarno li realizza capitan Iaria in contropiede.

Rosarno recupera, si combatte sul filo dell’equilibrio. Arrigo si esalta in stoppata su Iaria. A metà primo quarto, ancora Adorno, davvero concreto, realizza ancora dalla lunga.Gli ospiti potrebbero  concretizzare parecchio da sotto ma due errori di Alfonso e due di Brugalossi lasciano correre in contropiede i locali.

Iniziano le rotazioni: dentro Galletta,Fazio e Restuccia da un lato, Speranza dall’altro ma la musica cambia a favore del Messina. Sarà proprio Gulletta a realizzare dall’angolo il più nove,divenuto più dodici sulla sirena con Carnazza tra l’ovazione della folla arancio-nera.

 

Nel secondo periodo, Turi Alfonso prende per mano Rosarno con tre canestri consecutivi(18-24). L’Amatori,però, raddrizza la situazione prima con Gulletta poi con Centorrino,poi ancora con un contropiede magistrale sull’asse Adorno-Centorrino-Carnazza.

A dirla tutta, i due totem rosarnesi non riescono a prendere palla in post e raggiungono la doppia cifra in quantità di tentativi di attacco culminati con un infrazione di passi o violazione dei tre secondi. Più undici per i locali a fine secondo quarto.

 

Una “veemente”strigliata di coach Gualtieri manda in campo nella terza frazione una formazione ospite assolutamente nuova e rinvigorita. Voglia di vincere e recuperare allo stato puro.Crucitti non sbaglia un colpo dalla lunga e le canotte blu si ritrovano nuovamente ed inaspettatamente in partita. Una difesa alternata che passa da zona a uomo ad ogni attacco manda in tilt Messina che manterrà ugualmente il match sul filo dell’equilibrio.

Il match a fine quarto diventa entusiasmante. Sottomano splendido di Brugalossi, stoppata di Restuccia,lay-up di Centorrino, emozioni a raffica. L’ennesima tripla dell’Amatori,questa volta con Carnazza, condurrà i peloritani avanti di sei. Un canestro,nuovamente di Devis Brugalossi manderà all’intervallo Rosarno sotto di quattro.

 

La novità del quarto periodo la inventa coach Gualtieri.Dentro il giovanissimo Giorgio Garruzzo,classe 1996 che prima fornisce un ottimo assist per Alfonso(che subirà fallo vicino al canestro) subito dopo combatterà con la squadra per recuperare il mini-gap contro i locali per la gioia di tutta la Rosarno cestistica.

Un canestro del bravo ‘93 Speranza ed un libero di Iaria porteranno Rosarno nuovamente sotto di uno a otto minuti. Il sorpasso? Ci penserà ancora lui, Vincenzo Speranza che ruba l’ennesimo pallone e realizza in contropiede(51-52).

L’impronta “young” del match continua a darla anche il 94 Galletta, ottimo il percussione per il controsorpasso.

Arrigo allunga nuovamente sul più quattro ma sarà nuovamente Galletta ad ergersi al Mvp e rivelazione della gara con una nuova bomba(52-59).

Partita finita? Assolutamente no. Quattro liberi realizzati da Rizzieri riportano Rosarno sul meno tre.Dall’altra parte, le percentuali ai liberi non sono delle migliori.

Crucitti, rientrato in campo dopo un lungo letargo(aveva 4 falli) insacca la tripla del meno uno(60-59).

Alfonso commette fallo al rimbalzo d’attacco, Fazio fa 2/2 (62-59).

Fazio frana su Rizzieri commettendo fallo in attacco.(il reggino uscirà dolorante dal campo).

Le due squadre, ad un minuto dalla fine,non hanno voglia di superarsi. Passi da una parte, passi dall’altra e Messina resta sempre avanti di tre.

Dopo il Time Out accade l’incredibile. Alfonso si fa soffiare palla sotto le plance.Messina recupera,Rosarno controrecupera e crea un contropiede “assurdo” sull’asse Alfonso-Brugalossi: il veterano scuola Scavolini segna con eleganza ma sbaglia clamorosamente il tiro libero aggiuntivo.

Gli ospiti commettono fallo su Adorno che realizza un due su due importante.(66 63).

La tripla di Speranza,da buona posizione sulla sirena di fine partita  non andrà a buon fine.

Giovanni Mafrici

per Basketrosarno.com

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons