TERREMOTO CASTANEA, SI E’ DIMESSO IL FONDATORE FRISENDA

Il problema arbitrale, probabilmente è generale, addirittura italiano, a nostro avviso.

Troppo facile paragoni con il Calcio Italiano. Non siamo riusciti a trovare un “addetto ai lavori” che affermi che il livello del campionato sia pari o inferiore a quello arbitrale e l’allarme è ripetuto, con forme diverse, dichiarazioni diverse, esternazioni diverse ma esiste. Esiste una soluzione? Probabilmente non immediata. Tocca potenziare il reclutamento(dirsi è facile) dove, per esempio, alle nostre latitudini, in pochi, pochissimi arbitri scendono realmente in campo(dove sono finiti tutti gli altri arbitri degli ultimi corsi regionali?).

Questa volta l’urlo è quello del Castanea, ecco la nota ufficiale del club

    

“La Società Castanea Basket comunica che, a seguito delle lettera di dimissioni del suo fondatore, sig. Frisenda Filippo, che citava in calce “questo ambiente non appartiene né a me né alla mia filosofia”, dimissioni rifiutate all’unanimità dal proprio Consiglio Direttivo, la stessa “perseguirà” i due direttori di gara, il designatore, e ricorrerà a ogni via legale consentita, al fine di tutelare la propria immagine, dignità sportiva e quella dei suoi tesserati.
La scrivente intende, inoltre, portare a conoscenza in sede di procura federale il
gravissimo problema arbitrale siciliano, oltre che l’imbarazzante gestione arbitrale della gara valevole per la ventunesima giornata del campionato di serie B interregionale tra Castanea Basket 2010 e Bim Bum Basket Rende di domenica scorsa (partendo proprio dalla RISSA), consegnando il
materiale in possesso agli organi preposti, affinché questi possano finalmente restituire dignità ai sacrifici di molti”.

 

Show Buttons
Hide Buttons