THE BEST OR NOTHING CUP, LO SPECIALE

di Carlo Vetere – Sono appena trascorse 24 ore dal fischio finale e dai saluti di rito, ed ancora nelle orecchie di molti ragazzi e tantissimi appassionati riecheggia il rumore di un pallone che picchia e rimbalza su una superficie blu, rossa, gialla e bianca.

FOF_3249Un pallone che rotolava, palleggiava e veniva lanciato in un cerchio arancione sospeso a 3,05 metri da terra..

Questo strano “rumore” battente, in pieno centro cittadino, ha un nome: pallacanestro.

Durante le giornate di Sabato 21 e Domenica 22 Maggio 2016, il lungomare “Italo Falcomatà” si è colorato non solo delle sfumature cromatiche sopra citate, bensì ha preso vita grazie alle urla, agli spintoni, ai sorrisi, al voler stare insieme, alle sfide di giovani e giovanissimi, tingendo di fanciullesco e spontaneo entusiasmo l’ingresso al “più bel chilometro d’Italia”.

La NTC Sport Industries di Luca Laganà, di concerto con la società basket & minibasket Lumaka, si è reso promotore di una bellissima manifestazione sportiva dedicata al basket 3c3  chiamata “The best or nothing Cup”, un evento sportivo che mancava da troppo tempo in città e che ha raccolto ottimi feedback e la divertita curiosità dei passanti.

Strepitoso vedere chiunque voler tentare un tiro, bambini sopratutto, ma è stato fantastico un giovane arzillo vecchietto ottantenne che, passando per caso entra lentamente calcando con meraviglia il rettangolo di gioco, incuriosito da quelle strane “mattonelle”, ha chiesto un pallone alla giovane promessa del basket reggino Matteo FOF_3133Laganà sfidandolo al tiro; quest’ultimo naturalmente raccoglie la sfida. L’anziano signore effettua il lancio ma sbaglia, anche il giovane Matteo tira e “becca” il ferro: finisce con un giusto pareggio con l’ovazione del pubblico tutto intorno e col “vecchietto” che rilancia “Vado ad allenarmi, tu fai altrettanto perchè il prossimo anno ti batto”.

La macchina organizzativa messa in piedi per l’occasione è stata impeccabile: campo regolamentare (trasportabile e modulare) dai colori vivaci, il corretto e regolare svolgimento delle gare è stato affidato ai giovanissimi arbitri Luca Cristerella, Francesco Gallo, Alessio Mafrici, coordinati dal veterano Giuseppe Scarfò; bravissime e precise le segnapunti Selwa Abarrat, Elisa Pellicanò, Alessandra Serra e Gaetano Romeo; la scupolosa supervisione di ogni vite e bullone era in mano al tuttofare Saverio Nucera pronto sempre ad intervenire ad ogni intoppo tecnico, il dottore Paolo Borrello vigile e scattante per ogni emergenza.

FOF_3053E’ stato un bel weekend trascorso in allegria e che ha riportato in molti il ricordo di un nostalgico, monumentale Adidas Streetball del lontano 1998, e, vista l’ottima riuscita dell’evento, la cervellotica domanda che molti si pongono è: “ma perchè di manifestazioni così ben riuscite se ne vedono poche, rarissimamente? Sarà forse per ragioni economiche? Sarà per ragioni strutturali? Sarà per mancanza di spazi idonei?”.
La risposta, crediamo, sia un po’ di tutto questo anche se, probabilmente ancor prima, c’è da valutare un altro ostacolo ben più grosso: la mancanza di VOLONTA’; perchè puoi essere “armato” delle migliori intenzioni ma se manca la volontà, la reale, vera volontà, puoi fare ben poco o nulla e quelle splendide intenzioni diventano solo vuote chiacchiere.

Una volontà che, per fortuna, non è mancata a Luca Laganà e lo si riscontra nelle sue parole subito dopo il torneo: “Piogge torrenziali, bufere di vento, tori a piede libero direi che il mio primo torneo è stato “battezzato” alla grande!FOF_2983
Son felicissimo di aver visto così tanta gente intorno ad un campo di pallacanestro, all’aperto, nella mia città.
Chiedo scusa se qualcosa non è andato a modo, ho provato a fare il massimo per rendere questi due giorni una festa della palla a spicchi, ma era pur sempre la mia prima volta e chi mi conosce sa che, per me, migliorare è l’unica cosa che conta.
Non saprei cos’altro aggiungere se non un gigantesco GRAZIE A TUTTI e, come ho già detto prima delle premiazioni, cara Reggio questo è solo l’inizio“…… e questa crediamo sia una minaccia!

Bravi tutti.
Qualcosa sta cambiando, piano piano, a piccoli passi…… I LOVE THIS GAME.

Di seguito i vincitori di ogni categoria:

OPEN MASCHILE:
I FAGGIANI
KEVIN PANDOLFI
CONSO SCORDINO
VITTORIO SOLDATESCA

FABIANO LARIZZA

OPEN FEMMINILE:
LE ANFORE DI LUCIONE
NOEMI NUCERA
ADRIANA CUTRUPI
ELVIRA EGWOH
ALICE RIZZICA

U18 MASCHILE:
ESOFAGODIGIUNODERMOPLASTICA
CLAUDIO NERI
FILIPPO MESSINEO
DOMENICO SCOPELLITI
PAOLO MARCIANO’

U18 FEMMINILE:
LE STRAMBATE
NOEMI NUCERA
ALICE RIZZICA
ROBERTA DATTOLA
ELVIRA EGWOH

U16 MASCHILE:
ATLETICI MA NON TROPPO
PAOLO FRASCATI
ANDREA PALAMARA
CARMINE DE TOMMASO
ANTONINO GULLI’

U16 FEMMINILE:
NON CI CHIAMIAMO
NOEMI NUCERA
ASHLEY EGWOH
ROBERTA DATTOLA
ALICE RIZZICA

U14 MASCHILE:
BLACK ONE
CHRISTIAN MAMMONE
PAOLO MARCIANO’
CRISTIAN ARTUSO
ALESSANDRO LEPAPI

U14 FEMMINILE:
JARA
ANNALISA SCORDINO
ASHLEY EGWOH
RENATA GIORDANO

JOHSEPINE FARACI

AND1 3PT SHOOTOUT CONTESTFRANCESCO FALCONE (VINCITORE SCARPE AND1)

#NTC SLAM DUNK CONTESTKEVIN PANDOLFI

#NTC KING OF THE COURTMALICK FALL

Show Buttons
Hide Buttons