Venafro a trazione volante:ritorna Loughlimi

Il Venafro, compagine inserita nel girone di B accanto alla Planet Catanzaro sarà a trazione volante.

Dopo la firma del giovane reggino Kevin Pandolfi, arriva un accordo riguardante un ritorno del team in  questione.

 

Mohamed Loughlimi, classe ’87, guardia di cm 193, dalle eccezionali doti fisiche visto a Reggio Calabria con la canotta dell’Audax Basket del Professore Melara.

 

Il cestista ventisettenne è nativo di Tripoli (Libia), ma è cresciuto a Novara dove, con la famiglia, è arrivato nel 1996, all’età di nove anni. I primi passi sotto canestro nel vivaio del Pianeta Basket, l’incontro con Alberto Valenti, mentore del talentuoso cestista, e l’inizio di una carriera che l’ha portato a girare l’Italia da Cassolnovo, Venafro, Agrigento, Isernia, Cassino, Gambolò prima di approdare, lo scorso anno, in una delle piazze più importanti della pallacanestro africana per giocare nella serie A1 marocchina.

Con la maglia del Venafro e’ stato il terzo cannoniere nel Campionato di serie C Nazionale Girone G, con una media di 17 punti a partita e con il 55% da 2, il 30% da 3 ed il 77% nei tiri liberi, oltre ad una media di 6.1 rimbalzi a partita, dato importantissimo ricordando che parliamo di un esterno.

“C’eravamo lasciati dopo un grande anno insieme finito purtroppo con brutto infortunio ma con un arrivederci. L’abbiamo seguito in questi anni con affetto, tra l’altro ricambiato, e appena abbiamo capito che, nonostante le altre richieste, aveva voglia di tornare da noi abbiano fatto lo sforzo massimo per riportarlo a casa perché per Mo, come per noi, i legami umani prima che quelli tecnici sono i più importanti. Sarà la pietra angolare per raggiungere il nostro scudetto chiamato salvezza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons