Viola alla ricerca di una scossa

 

 

La Viola scende in campo questa sera alle ore 21 per testare un cambiamento di atteggiamento e giocate auspicato dalla platea reggina e della Dirigenza.I risultati? Si aspettano anche quelli anche se,il roster nero-arancio al momento appare ancora un cantiere aperto.

L’ultimo posto in solitudine con soli due punti nel bagaglio è più preoccupante anche considerando l’evolversi del torneo e le retrocessioni programmate in questa nuova Dna in attesa della nuova riforma federale.La sfida di domenica prossima in casa contro Perugia (non più ultima dopo il successo casalingo sul Chieti di Domenica) appare già una sfida bivio.

 

Era Mariani il problema nel roster reggino? Questo lo sapremo solo vedendo in scena la nuova Viola che ha sostituito l’esperto regista accasatosi ad Omegna con due nuovi registi,entrambi giovanissimi,Antonello Ricci e Nunzio Sabbatino.Questa sera i nero-arancio avranno il duro compito di provare a sovvertire qualsiasi tipo di pronostico provando a bloccare il cammino della Brandini Firenze, squadra attualmente sesta in classifica a quota 8 punti.

Firenze non è una squadra da poco,tutt’altro e per la Viola di oggi servono realmente in “miracoli” per vincere questa gara.

Vi basti pensare che il roster in questione ha già battuto,nel derby la forte Lucca.

Cinque vittorie e tre sconfitte per loro con il successo domenicale ottenuto ai danni del Mirandola.

Panchina ospite affidata al confermato  Paolini, coach con tutte le carte in regola per poter portare i fiorentini nella Legadue Silver anche grazie ad un roster composto da giocatori di livello assoluto, primo fra tutti  Casadei, grandissimo protagonista lo scorso anno alla Fulgor Omegna.

Dopo tre anni a Perugia, Firenze  ha portato in riva all’Arno anche Mattia Caroldi, uno dei migliori interpreti della categoria nello spot di playmaker, al cui fianco si posiziona un fiorentino doc come Stefano Rabaglietti, giocatore in cerca di riscatto dopo ‘infortunio patito la scorsa stagione. Il ruolo di ala è diviso tra Massimiliano Sanna, giocatore dalle buone percentuali al tiro, e Stefano Spizzichini,enorme talento del basket italiano intravisto nella Dnc Calabria/Sicilia due anni fa al Ragusa.

Nel ruolo di pivot,invece,gioca un’altra vecchia conoscenza dei gironi delle calabresi:gioca  Andrea Capitanelli, dominatore dell’area pitturata ma capace anche di colpire dalla lunga distanza già visto nel super Massafra di Coach Ciani nell’anno della promozione in B(Prese il posto di Domus Dalfini dopo l’infortunio.Giocava con Chiarastella,Di Viccaro,PaparellaBirindelli e l’ex Viola Padova). Il cambio del play è Michele Magini con i giovanissimi Braa (scuola Reggio Emilia), Marotta e Malgarini a chiudere il roster.

Si gioca al Mandela Forum di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons