Viola e Upea ultime

 

 

Due destini molto molto simili.

Un passato glorioso in Serie A in epoche diverse.Tanti problemi.Due rinascite che s’incrociano e si sfidano colpo su colpo nella finalissima di Dnb di tre stagioni fa.

Il Coach della Viola era Alessandro Fantozzi,playmaker che scrisse pagine indimenticabili nell’operato degli avversari all’interno di quello che divenne subito dopo,il PalaFantozzi, intitolato in vita ad uno dei più forti playmaker del basket italiano.

I siciliani,invece,erano allenati dall’ex giocatore del Cap Peppe Condello.

Gli incroci non finiscono qui.

L’Upea chiede ed ottiene il ripescaggio in Lega Due,la Viola in Dna ingaggiando due ex paladini come Zampolli ed il riconfermato,oggi capitano Marco Caprari.

Oggi,nel Novembre 2012,le due formazioni sono rispettivamente ultime all’interno dei rispettivi gironi.

Una situazione non facile.

La Viola è ripartita dall’ingaggio di due giovane playmaker,Ricci e Sabbatino per tentare di  risalire all’interno di una preoccupante situazione di classifica.Mercoledì i reggini giocheranno in casa del temibile Firenze cercando di invertire la rotta,ma non sarà assolutamente facile.

Una sola vittoria per la Viola,poco meglio di un Upea che ha registrato il sesto ko in sei gare è costato la panchina a Massimo Bernardi, esonerato dalla società sicilina.

I siciliani hanno comunicato la decisione nel pomeriggio di ieri, affidando la squadra momentaneamente a David Sussi. Il grande sogno,al momento più vicino che mai è però quello di riportare in Sicilia Gianmarco Pozzecco, che chiuse la carriera da playmaker dell’ultima Capo d’Orlando in Serie A. Il Poz, 40enne, sta cercando di intraprendere la carriera di allenatore, e il presidente Sindoni è pronto a offrirgli una chance importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons